Skip to main content

Ha ufficialmente aperto il nuovo luxury hotel di Venezia, frutto di un lungo lavoro di ricerca condotto dallo studio di Patricia Urquiola

Eleganza raffinata e lusso sostenibile diventano oggi possibili: l’Hotel Ca’ di Dio, il quarto della collezione VRetreats, suggella il patto grazie al lavoro dell’architetto e interiore design Patricia Urquiola. Il magnifico hotel si trova nel sestiere Castello lungo la riva degli Schiavoni, a pochi passi dall’Arsenale ed è lì almeno dal 1200 tracciando attraverso i secoli una lunga tradizione nell’accoglienza: dapprima rifugio per bisognosi, fu nel 1500 che Jacopo Sansovino ne fece un vero e proprio ospizio per pellegrini e donne in difficoltà. Oggi la mente brillante dell’artista spagnola unita alla lungimiranza di VRetreats ne hanno fatto un hotel a cinque stelle.

Protagonista è la bellezza

In ogni angolo dell’hotel la vera protagonista è Venezia, è la bellezza. Quattrocento finestre offrono agli occhi degli ospiti lo spettacolo inebriante della storia di questa città. Un dialogo costante tra arte e ricerca è già dalla facciata evidente a tutti: una sobria semplicità che protegge un design di una raffinatezza esclusiva. Il progetto è un inno a Venezia e al suo passato, gli ambienti e i dettagli celebrano i materiali, le cromie e le suggestioni di una città che vive sull’acqua: la palette è sobria e tenue, con gradazioni e trasparenze leggere, che ricordano i riflessi della laguna. Gli ambienti sono raccolti e ogni elemento di design si accosta alle linee preesistenti, valorizzandole, senza stravolgerle: ne nasce un’armonica unione tra il rigore della struttura iniziale e la raffinatezza dei palazzi nobiliari, le due anime di Ca’ di Dio, le stesse che percorrono Venezia. 

Ideale per l’ambiente

La dimora storica, oggi sotto tutela, si offre così a chiunque voglia “rifugiarsi”, come posto ideale. Ideale anche per l’ambiente: l’hotel dispone infatti di sistemi ed infrastrutture in grado di limitare l’impatto ambientale. Grazie anche all’utilizzo dell’acqua della laguna per la climatizzazione sarà, infatti, possibile ridurre i consumi energetici del 20%, oltre a ridurre di circa 110t le emissioni di CO2 ogni anno. Un valore che si unisce ai molti dettagli che rendono Ca’ di Dio un hotel unico sul panorama veneziano.

Camere e ristorazione

Ca’ di Dio dispone di 66 camere, di cui 57 Suite e 9 Deluxe: la maggior parte affacciano sulla laguna, con vista sull’isola di San Giorgio e sul Rio Ca’ di Dio. Presentano boiserie tessili e cornici in legno, che riquadrano le finestre, quasi a sottolineare la relazione fra interno ed esterno, lampade disegnate su misura, soffiate dai maestri dell’arte vetraia: anche nelle camere, ogni dettaglio si inserisce delicatamente nel contesto e viene riscritto in chiave contemporanea. L’ospitalità è intima, innovativa e impeccabile, ogni spazio è una scoperta di suoni, odori e sapori. I due ristoranti propongono piatti gourmet, realizzati con ingredienti locali e prodotti dell’orto interno, oltre a un’attenta selezione di vini e alcolici sapientemente bilanciati per incontrare il piacere di ogni palato.

VOIhotels

Dopo Roma e Taormina, Ca’ di Dio rappresenta l’ultimo luxury hotel della collezione VRetreats, brand di VOIhotels: ogni struttura ha la sua personalità, intessuta di storia, arte e cultura italiana. Presenta elementi differenzianti che rendono l’hotel unico rispetto agli altri: non c’è lusso fine a sé stesso, ma un’identità forte e chiara, la volontà di celebrare la bellezza della destinazione attraverso le atmosfere, le esperienze e in ogni gesto di accoglienza.

È questa la filosofia che orienta VRetreats”, commenta Paolo Terrinoni, Amministratore Delegato di VOIhotels. “Un racconto che accompagni i nostri ospiti alla scoperta del mondo e delle sue bellezze. Abbiamo grandi ambizioni per i prossimi anni: oggi offriamo 4 strutture esclusive in alcune delle più suggestive città italiane, ma l’obiettivo è arrivare a 12 nei prossimi tre anni. Stiamo valutando attentamente ogni acquisizione perché ciò che ci interessa è la personalità distintiva che deve caratterizzare ogni nostro hotel. Ancor prima degli ospiti, dobbiamo innamorarci noi del progetto: Ca’ di Dio è esattamente questo, una storia che ameranno vivere tutti”. 

 

 

Leave a Reply

12 − due =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: [email protected]