Skip to main content

Vino Novello, è un vino snobbato? Vediamo di che si tratta!

Il vino novello è spesso snobbato da alcuni appassionati di vino per diversi motivi. Innanzitutto, è un vino giovane, che deve essere consumato entro pochi mesi dalla produzione. Questo significa che non ha il tempo di maturare e sviluppare tutti i suoi aromi e sapori. Spesso è snobbato anche perché spesso è associato a feste e celebrazioni popolari.

Questo vino giovane, ottenuto da uve appena vendemmiate e vinificato con la tecnica della macerazione carbonica. La tecnica prevede che le uve siano lasciate fermentare in grappoli interi, all’interno di un contenitore chiuso e saturo di anidride carbonica a una temperatura di 30°. Le uve fermenteranno in assenza di ossigeno e questo favorisce la concentrazione di acido malico in alcol.

vino novelloQuesto processo conferisce al vino un colore rosso brillante, un aroma fruttato e un sapore fresco e vivace. In Italia, il vino novello viene tradizionalmente commercializzato a partire dal 17 novembre, festa di San Martino e può essere prodotto in ogni regione.

Le Beaujolais Nouveau est arrivée!

In Francia? Qui, esiste un disciplinare diverso. Innanzitutto, il Beaujolais Nouveau è una AOC e quindi ha una precisa area di produzione che si trova a sud della Borgogna. Il vitigno d’impiego è il Gamay Noir à Jus Blanc. La messa in commercio del Beaujolais Nouveau in Francia è una vera festa: i bistrot parigini attendono il terzo giovedì di novembre per brindare e cantare: “Le Beaujolais Nouveau est arrivée!”.

Il vino Novello è il vino nuovo? Che differenze ci sono?

No. Non sono la stessa cosa perché il vino nuovo è figlio dell’ultima vendemmia, può essere consumato subito o subire affinamento. Il vino novello invece ha una produzione diversa (macerazione carbonica).

vino novelloCaratteristiche organolettiche del vino novello

Il suo colore è rosso brillante, con riflessi violacei. L’aroma è molto fruttato, con note di ciliegia, fragola e mora. Il sapore è fresco e vivace, con un retrogusto leggermente amarognolo.

Produzione

La produzione inizia con la vendemmia, che avviene in autunno. Le uve vengono quindi diraspate e pigiate, e il mosto viene lasciato fermentare in grappoli interi, all’interno di un contenitore chiuso e pieno di anidride carbonica. La fermentazione dura circa 10-15 giorni, e il vino viene poi imbottigliato e commercializzato.

Conservazione

Essendo un vino giovane, che deve essere consumato entro pochi mesi dalla produzione. Il vino novello si conserva a una temperatura di 10-12 °C, in un luogo fresco e buio.

Abbinamenti

Questo è un vino versatile, che si abbina bene a molti piatti. È ideale da gustare come aperitivo o per accompagnare primi piatti leggeri, come pasta al pomodoro o risotti. Il vino novello può essere anche utilizzato in cucina, per la preparazione di salse e sughi.

Potrebbero interessarti anche questi articoli

Leave a Reply

5 × 4 =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: info@sowinesofood.it