Skip to main content

Vermentino Gran Prix 2022 e la sua Top Ten in abbinamento all’alta cucina di Iyo Experience a Milano

Il Vermentino Grand Prix, coinvolge ogni anno in giuria tecnici del settore e ristoratori stellati della Maremma Toscana, a cui in questa edizione si è aggiunto anche un rappresentante delle enoteche più importanti della zona.

La giuria si è tenuta a marzo decretando i 10 finalisti che sono stati presentati da Iyo a Milano. Nell’evento di Milano, l‘idea sostenuta dal Consorzio ne è stato il mood: fare sistema per promuovere il brand del territorio nel suo insieme oltre alla varietà che si sta dimostrando di essere uno dei vini con la crescita più dinamica degli ultimi anni. 

“Nel breve arco di tre edizioni è già diventato un appuntamento importante di promozione per i produttori e per il brand dato che anche quest’anno abbiamo avuto la conferma che il Vermentino della denominazione ha una grande personalità non solo nella versione fresca e di facile beva, ma anche in versioni più importanti con processi di vinificazione più complessi», spiega Francesco Mazzei Presidente del Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana aggiungendo che «l’obiettivo dell’iniziativa è quello di alzare l’asticella ed è evidente che abbiamo imboccato la strada giusta anche se c’è molto da lavorare”.

 

A partire dalle 50 etichette proposte al panel dell’edizione 2022 hanno ottenuto nell’insieme il positivo riscontro dei giudici, che ne hanno sottolineato l’alto profilo qualitativo.

Vermentino Gran Prix 2022 e la Top Ten e purezza

La  Top Ten 2022 conferma anche una tendenza che si sta consolidando tra i produttori, cioè la vinificazione in purezza del Vermentino.

«Una scelta che ben rappresenta la volontà di caratterizzare la propria produzione esaltando le particolarità che il vitigno esprime in questo specifico areale e nei diversi terroir», spiega il Direttore del Consorzio Luca Pollini che aggiunge «Anche da questa edizione emerge un dato significativo che ci racconta una decisa preferenza verso i vini più complessi e maturi, tanto che nella Top 10 compare un solo 2021».

Proseguendo poi «In provincia di Grosseto il Vermentino, con 914 ettari contro i 138 del 2006, è il vitigno che sta crescendo con percentuali più alte, nessun’altra cultivar lo sta facendo in maniera così costante negli ultimi anni, oggi la Maremma Toscana è l’areale di coltivazione più importante della Penisola per il Vermentino».

«La produzione di Vermentino Maremma Toscana DOC ha ormai stabilmente superato quella di altri vini della denominazione, nonostante il vitigno rappresenti solo il 10% della superficie vitata. Merito della modernità di questo vino, ben espressa dal suo bouquet fresco ma non banale capace di affrontare anche l’invecchiamento, sempre più apprezzato dai consumatori in Italia e all’estero», puntualizza Mazzei, che sottolinea come il «merito del successo deriva dalla tipologia  particolarmente versatile e dal lavoro di squadra di viticoltori e Consorzio, con i primi che hanno unanimemente intrapreso un percorso di crescita qualitativa, il secondo con le iniziative di valorizzazione e di promozione».

Menù e abbinato ai 10 vini

Ci hanno colpito per espressività e potenziale il vino Burattini Bianco 2020 dell’azienda Guido F. Fendi abbinato a uno strepitoso “Toro Nasu” da Toro, melanzana, gomma miso e gelatina di katsuobushi, oltre a Matan 2020 di La Biagiola, accostato a un Gunkan Selection.

Altro piatto iconico di Iyo è “Ika Somen” proposto con Solo 2020 di tenuta Dodici. Altro vino degno di merito è Perlaia 2020 di Bruni, in cui una parte delle uve è stata raccolta con una vendemmia semi- tardiva, con un naso decisamente complesso di frutta e fiori, per poi conquistare alla beva per intensità e avvolgenza.

Perfetto in abbinamento con l’”Urumaki Green Lobster” insieme al Balbinvs 2020 di Terenzi. Comunque tuti e dieci i vini erano profumati, sapidi, intensi, in alcuni casi anche austeri, ma tutti capaci di affrontare l’invecchiamento di qualche anno senza problemi di sorta.

Leave a Reply

4 × cinque =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: [email protected]

So Wine So Food

GRATIS
VISUALIZZA