Skip to main content

Il Biscottificio Mattei grazie al lockdown adesso sforna i nuovi I biscotti di Ernesto, complice un cassetto di casa

Le emozioni, per fortuna, sono personali. Ognuno reagisce agli eventi come può o come sa fare. E anche in questo periodo di pandemia ognuno di noi ha cercato o cerca una direzione, la propria.

Questo è quello che è successo al Biscottificio Antonio Mattei di Prato, storica fabbrica di biscotti chiamata dai pratesi forno “mattonella”. I fratelli della famiglia Pandolfini, Francesco, Marcella, Elisabetta e Letizia per la loro riapertura hanno creato “i biscotti del risveglio” battezzati come “I biscotti di Ernesto”.

Tutto è nato, non solo dal desiderio di riscatto da lockdown ma da una lettera, trovata in un cassetto, proprio in questo periodo di fermo, che risale al nonno Ernesto che durante la seconda guerra mondiale scriveva al figlio Paolo mentre si trovava come militare a Napoli. Si vede come nelle difficoltà si esca, sempre, grazie alla propria volontà.

“Non importa; la macchina si rimette in movimento (…) e limitatamente alle contingenze del momento, riprenderà il suo andare”. E in fondo alla lettera: “Tranquillizzati. Nella vita e in ogni manifestazione avvengono dei fermi, ma poi si riprende sempre, non per nulla siamo “Italiani” e vinciamo ogni avversità e travolgiamo ogni ostacolo”.

Ecco quindi i “Nuovi – Buoni – spiega Francesco Pandolfini – L’impasto è quello della nostra tradizionale torta mantovana che realizziamo dai primi del Novecento nel nostro forno. Complice il lockdown, abbiamo potuto sperimentare con calma e insieme ai nostri pasticceri, una nuova ricetta di biscotti che dedicheremo simbolicamente ai pratesi e alla riapertura della nostra amata bottega di via Ricasoli. Dopo svariate prove abbiamo messo a punto I Biscotti di Ernesto: tondi, friabili, leggeri, con aroma di arancia e sopra granella di mandorle”.

Al momento in vendita solo nella pasticceria di Prato, come omaggio alla città stessa e ai suoi abitanti, ma presto questi biscotti saranno disponibili anche a Firenze e negli altri punti vendita. Inoltre, sulla nuova confezione sarà allegata simbolicamente copia della lettera originale di nonno Ernesto.

Leave a Reply

20 + 5 =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: [email protected]