Skip to main content

Una struttura in vetro ospita la cucina dello stellato Chris Oberhammer, chef controcorrente

Siamo all’ingresso della Val di Landro e sullo sfondo svettano le 3 Cime di Lavaredo, simbolo delle Dolomiti. Il paesaggio magico racconta storie di un tempo che fu, in quello che è stato il parco del Grand Hotel Dobbiaco.
Una struttura ricca di fascino, costruita dalla Südbahngesellschaft nel 1878 con l’intento di sfruttare la nuova linea ferroviaria che collegava Vienna a Innsbruck. Meta del “jet set” internazionale nel corso degli anni, dopo le due guerre mondiali è andato in rovina…

Oggi la struttura ospita il Centro Culturale Euregio Gustav Mahler Dobbiaco Dolomiti e la Guesthouse della Fondazione, la scuola di musica dell’Alta Pusteria, il Centro Visite Tre Cime, lo “Jugenddienst Hochpustertal” e l’Ostello della Gioventù. Ma non solo: all’interno del suggestivo parco dell’ex Grand Hotel si trova una struttura in vetro che riflette la luce del sole. Un microcosmo di bellezza vera che racconta le Dolomiti attraverso la cucina. Un prato di erbe e fiori selvatici circonda Tilia,  il ristorante 1 Stella Michelin dello chef Chris Oberhammer,

Tilia é il nome latino dell’albero “Tilio”. Nella casa che fu di famiglia dello chef, a Santa Maria, una frazione di Dobbiaco, si trova uno dei Tigli più antichi della zona, piantato dal bisnonno di Chris. “Fa parte delle mie radici, della mia origine. In tutta Europa il tiglio é simbolo di amicizia e fedeltà, di stabilità e onestà, di longeva familiarità. Il Tiglio rappresenta un luogo sicuro dove sentirsi protetti.
Ho scelto così di chiamare il mio ristorante TILIA, un luogo accogliente e positivo
per i miei ospiti”.

Chef eclettico, tatuato, estroso ed appassionato, Chris Oberhammer ama la terra, il Sud Tirolo.
Una passione nata da bambino quando amava stare, curioso, dietro i fornelli; toccare con mano la materia prima nelle varie stagioni e vedere la sua trasformazione in cucina. “Ci ho dedicato tutta la mia vita alla cucina. La cucina è vita. Ho rispetto per i piccoli produttori locali con cui lavoro e per il prodotto che mi passa per le mani. Proprio per questo è mia grande premura farne sempre qualcosa di veramente speciale, evidenziando il sapore del prodotto stesso”. Così si racconta Chris, con il suo sorriso contagioso.
E come non esser contagiati da tanta passione che mette in ogni sua creazione?
Una cucina che è unione di modernità e semplicità. Una proposta gastronomica che decanta il prodotto ponendo veramente molta attenzione al tema della stagionalità…

Al Tilia va in scena una proposta gastronomica volta a valorizzazione il territorio. Ci troviamo infatti nel cuore del patrimonio Unesco delle Dolomiti.
Una cultura ricca che “non deve andare persa” ma deve essere valorizzata così come i prodotti locali.

Lo chef mi racconta che il suo ruolo di chef è quello di preservare questo patrimonio perché ne facciamo parte con anima e corpo. Si deve mantenere e proteggere ciò che di importante abbiamo per evitare che tutta la bellezza di cui siamo circondati vada persa nel tempo.

Questo pensiero di tutela del territorio e di valorizzazione delle sue eccellenze ha trovato espressione nel nuovo progetto dello chef. È “MONS by Chris Oberhammer”, un progetto nato sui temi di sostenibilità, regionalità, rispetto, onestà e consapevolezza ambientale. MONS è sinonimo di tutto questo. MONS è il nome latino della montagna. È la visione dello chef e di tutto il suo team. Un principio che accompagna quotidianamente tutte le loro azioni: dalla cucina del Tilia a tutto ciò che viene realizzato in esterna. “MONS è onestamente sostenibile”, spiega lo chef che definisce sostenibile “adattare un menu in base al raccolto nell’orto, utilizzare gli ingredienti direttamente dalle fattorie nelle immediate vicinanze e utilizzare e quotidiano della natura in modo consapevole”. Coinvolgere clienti ed appassionati o curiosi in eventi che permettono di entrare in diretto contatto con la natura, il territorio e i produttori locali. È connessione tra persone, natura e cibo come i picnic o le camminate in montagna con sosta gourmet.

Tilia è vivere la montagna, il suo territorio, le sue vette. È riscoperta di sapori antichi e di tradizioni: un angolo di bellezza dove ritrovare se stessi in un viaggio tra le Dolomiti, lontano dalla sfrenata routine quotidiana. È espressione di un tempo e di uno spazio che, attraverso il cibo, diventa nutrimento dell’anima.

Leave a Reply

tre × quattro =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: info@sowinesofood.it