Skip to main content

Nuova apertura a Firenze

Tre grandi firme, Sophia Loren, la più grande attrice della storia del cinema italiano, simbolo di eleganza e stile. Gennaro Esposito, chef due stelle Michelin della Torre del Saracino a Vico Equense (Na), universalmente riconosciuto come una guida sicura e prolifica per le giovani ‘Berrette bianche’ e Francesco Martucci, miglior pizzaiolo d’Italia 2020 con il locale ‘I Masanielli’ a Caserta: grazie all’idea di Luciano Cimmino, presidente di Dream Food e Pianoforte Holding, che controlla i marchi Yamamay e Carpisa, hanno dato vita nel cuore di Firenze, tra Piazza della Repubblica e Piazza del Duomo, al ristorante ‘Sophia Loren – Original Italian Food’, il primo locale della catena di ristoranti dedicata alla famosa attrice napoletana.

Un progetto che nasce, per la prima volta nella storia della ristorazione, con il consenso e la collaborazione dell’intramontabile attrice, icona italiana da cui il locale prende il nome.

“Un sogno ambizioso e innovativo, iniziato nel 2014, che siamo ora riusciti a coronare nonostante le difficoltà legate a quest’ultimo periodo – ricorda Luciano Cimmino. Un progetto che nasce dal desiderio di intraprendere una nuova sfida imprenditoriale con l’obiettivo di offrire un’esperienza singolare, tutta italiana, nel settore della ristorazione.

Da sempre ammaliati dalla sua mediterraneità, dal carisma che oltrepassa qualsiasi confine geografico e generazionale, abbiamo scelto Sophia come musa ispiratrice del progetto perché abbiamo pensato che potesse essere perfetta per dare la connotazione, fortemente italiana, che ci eravamo immaginati”.

Un ambizioso progetto gastronomico rivolto a tutti i clienti del mondo, che dopo la prima tappa fiorentina dovrebbe arrivare nei prossimi anni anche a Napoli, Milano, Miami, Dubai e Shanghai.

La location del Sophia Loren

A Firenze ‘Sophia Loren – Original Italian Food’ ha trovato posto negli ex locali della banca Unicredit, una location di 1.500 metri quadrati, con trecento coperti, di cui 60 all’esterno, con pareti a foglia d’oro, tavoli di lava, che offre un servizio di ristorazione, bar, caffetteria, pasticceria (curata da Carmine Di Donna) e cocktail&wine bar.

Il ristorante, sofisticato ed accogliente, progettato dallo Studio di Architettura ed Ingegneria Redaelli e associati, in collaborazione con Costa Group, azienda leader per la creazione di arredi per il settore del food&beverage, è caratterizzato da ampie vetrate che affacciano sul portico a doppio volume prospiciente Via de’ Brunelleschi. All’entrata del locale il cliente viene subito attratto dal protagonista indiscusso: la pizza e gli ingredienti primari di eccellenza che la compongono.

Accedendo alla “navata”, adibita a sala ristorante, si è come trasportati in un’altra dimensione dove ogni area personalizzata si caratterizza per la cura del dettaglio. Con sedute che si alternano tra divani e poltroncine circolari ed avvolgenti, con tessuti in velluto e dalle tonalità tipicamente mediterranee.

 

ristorante sophia loren

Cura per le materie prime

Particolare cura è stata dedicata, oltre che nei dettagli dell’allestimento anche nella scelta delle materie prime, soprattutto in quella del caffè, visto che rappresenta una delle principali icone della ‘napoletanità’. Scelta caduta su Caffè Vesuvio, “cuore napoletano”.

«Questa nuova avventura è la naturale evoluzione del mio modo di affrontare la vita con curiosità ed entusiasmo – ha sottolineato Sophia Loren – per me vivere vuol dire fare nuove esperienze, appassionarmi, sperimentare, lavorare a nuovi progetti perché tutto questo è un pretesto per rimettermi in gioco, per continuare ad imparare.

Quando mi è stato proposto di partecipare a questo progetto non ho avuto dubbi perché questo ristorante racchiude in sé alcune delle cose che più amo: la cucina italiana, i momenti di convivialità ad essa legati e poi diversi dei miei personaggi sono in qualche modo legati alla cucina».

Leave a Reply

due × 5 =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: [email protected]