Skip to main content

Sul litorale di Latina si erge questa struttura ridisegnata dalla passione e dal gusto di Gianluca e Roberta Boldreghini. Proprietari gentili e premurosi che da sempre hanno fatto la corte a questo albergo in disuso, riportandolo a nuovo

In una posizione strategica lontana dal caos, tra il lago alle spalle e il mare di fronte, l’hotel offre svariate soluzioni in base alle esigenze e ai desideri dei propri clienti.

La struttura a quattro stelle ospita 19 camere, di cui due Suite con Jacuzzi sulla terrazza con vista mare, uno stabilimento balneare con 252 ombrelloni e 119 cabine, due rooftop con lounge bar, Halto Roof e Halto Pool dotato di due Jacuzzi, due ristoranti legati all’albergo, Il Bistrò aperto dalle 7.00 alle 24.00 con bar e caffetteria annessi e il Jungle, ristorante sulla spiaggia aperto a pranzo e a cena dello Chef Filippo Cassano. E ciliegina sulla torta, il ristorante Vistamare. Sempre presente la cura dei dettagli, la cortesia e la disponibilità’ a partire dall’accoglienza del F&B Manager Giammarco Laghi.

Il Vistamare con lo chef Giovanni De Ecclesiis

Nome più azzeccato non poteva esistere. In un’acquario vetrato fronte mare si apre una sala minimal ed elegante. Lo chef a capo del ristorante gourmet è Giovanni De Ecclesiis. Un ragazzo umile ma ambizioso che ha già collaborato con Massimiliano Blasone al Castello di Banfi, con Heinz Beck a Londra e successivamente a Castiglione del Bosco. La sua cucina inconfondibile richiama le origini pugliesi ma con una spinta innovativa che dona un tono peculiare alla cucina mediterranea tradizionale. Come sempre la scelta delle materie prime è essenziale e infatti si punta all’eccellenza grazie a fornitori locali per assicurare una filiera certa e corta.

Propone un menu alla carta e due percorsi di degustazione: Blu da quattro portate e Oltremare da sette portate.

Entrambi i menu sono introdotti da tre amus e-bouche molto interessanti con un accenno all’Oriente come anche l’ antipasto gustoso e impiattato in maniera egregia: uovo croccante con spuma di pecorino, sabbia di shiitake, cacao amaro e tartufo di stagione. Tra i primi piatti, degni di nota gli spaghetti con cozze, lime e pecorino croccante e i tortelli neri ripieni di baccalà mantecato con ristretto di pizzaiola. Esplosione di colori e sapori in un’armonia sia visiva che gustativa. Tra i secondi piatti un equilibrato polpo arrosto, hot bbq e melanzane alla scapece. A coronare il pranzo un dessert dedicato alla moglie dalle origini partenopee: babà al rum con crema inglese alla vaniglia. Accompagnato dal gelato ai pinoli e sale di Cervia e seguito dal cocktail espresso martini a chiudere un’esperienza enologica fantastica.

Abbinamenti studiati per ogni piatto. Dalle bollicine, al bianco con i primi, ai rossi con i secondi fino al passito a chiudere le portate.

Il Vistamare e l’Hotel Fogliano nel complesso rappresentano davvero una sorpresa e stimolano una riscoperta dei territori vicini ma non sempre valorizzati e vissuti.

 

 

Forse ti interessa leggere anche: Antonino Cannavacciuolo “torna a casa” per inaugurare il suo primo ristorante in Campania

Leave a Reply

2 × due =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: [email protected]