Skip to main content

Pinot Bianco Von Blumen, un territorio inconfondibile e la bellezza di un calice ricco di raffinatezza e versalità

Tra le viti più nobili e affascinanti del panorama enologico italiano, il Pinot Bianco si distingue per la sua eleganza e versatilità. Originario della Borgogna, questo vitigno ha trovato in alcune regioni italiane un habitat ideale per esprimere tutto il suo potenziale aromatico e strutturale. Conosciuto per la sua freschezza e finezza, il Pinot Bianco incanta gli intenditori con profumi floreali e fruttati, regalando esperienze sensoriali uniche.

Von Blumen, territorio e clima

La Tenuta Von Blumen è incastonata sulla costa montuosa che dominano il pittoresco paese di Salorno. Un territorio maestoso che conferisce un’atmosfera unica alla tenuta. I vigneti beneficiano dell’esposizione al sole e dei terreni minerali, regalando carattere e complessità ai vini. L’Alto Adige si presenta come un’isola climatica unica nel suo genere. Le maestose Alpi fungono da scudo protettivo contro le masse fredde e umide provenienti dal nord, consentendo l’arrivo di venti caldi e umidi provenienti dal lago di Garda e dal Mediterraneo. Questo fenomeno crea un microclima particolare che favorisce la coltivazione di varietà di uve di alta qualità e contribuisce alla produzione di vini distintivi e di carattere.

Pinot Bianco Von Blumen, la degustazione

Questo vino, è senza ombra di dubbio una piccola perla da tenere sempre a portata di mano. Versatile e raffinato, è un saggio all’eleganza e alla maestria con cui Tenuta Von Blumen racconta un amabile territorio.

Una veste di giallo tenue con rimandi a piccole note verdi sussurrano alla mente un dolce bacio dell’aurora alle montagne. Il naso esplode in ricchezza e complessità. All’impatto, ci prende una sensazione iodata, suggerendoci che il vino ha una gran bella mineralità. Subito dopo arriva come un refolo: quell’impatto forte e iodato viene assottigliato da una evidente parte fruttata.

Una riga di erbaceo solletica note di quell’erba fresca appena tagliata. Ma è il frutto a predominare. È un frutto bello, fresco, dinamico; ci sono accenni di mela Golden, susina, una pera coscia fresca appena tagliata. Un rimando a sensazioni di frutta croccante e indubbiamente estiva. C’è una sensazione più approfondita di frutta esotica, ananas prima di ogni cosa. Ma poi, l’eleganza di una pesca bianca e sfumature di albicocca. Resta sempre una sensazione di acidità tattile, un ribes bianco. Dallo sfondo sale un accenno di zafferano e di curcuma. Resta un sorriso mediterraneo di timo. Arrivano poi i fiori, una rosa bianca fresca di rugiada, un gelsomino, un rincosperma.

All’assaggio, cambia un po’ la dinamica. Ci stupisce una entrata più morbida, quell’acidità e mineralità che avevamo al naso ora è in secondo piano. C’è una patina che ci da una sensazione più dolce. Ma poi, eccolo, ecco che viene anche in bocca ciò che sentivamo prima: la freschezza senza essere invadente né impattante.

Abbinamneti

È un vino che senza dubbio può accompagnarci all’aperitivo, ma anche in una cena estiva. Via quindi a un pairing con una frittura di gamberi o anche a un vitello tonnato, e perché no, anche una bella mozzarella!

È un vino che può accompagnarci anche tra chiacchiere tra amici, ma quelli fidati!

 

Leave a Reply

diciannove − 6 =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: info@sowinesofood.it