Skip to main content

Parola agli esperti: la conferenza, gli assaggi e le verità sulla versione tonda, in teglia o alla pala

Comincia il Pizza Romana Day, l’evento dedicato alla pizza romana che vede la collaborazione di tantissimi locali sparsi per la capitale. Uno di questi è stato scelto come palcoscenico per la conferenza di apertura: l’Osteria Birra del Borgo.

Quest’incontro ha ospitato tanti pizzaioli ed esperti di settore come Gennaro Cariulo, chef del locale Da Gigione, Lorenza Fumelli, direttrice di Agrodolce, Stefano Callegari, pizzaiolo di grande fama, Domenico Giovannini, proprietario di Alice Pizza, Antonio Rosati, presidente dell’ARSIAL (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio), e il fondatore di Birra del Borgo Leonardo Di Vincenzo. Il tema della conferenza questa volta non è stato il confronto tra la pizza napoletana e quella romana come lo scorso hanno, ma una discussione sulle diverse tipologie: tonda, in teglia e alla pala.

“Il romano non cerca una croccantezza soffice nella pizza, ma qualcosa di più secco”, spiega Stefano Callegari citando le esperienze che ha avuto con vari clienti. “La pizza romana però deve avere una sua virtù e non essere soltanto secca. Può essere fatta in maniera cosciente”. Prende la parola anche Domenico Giovannini che, dopo aver spiegato la realtà di Alice Pizza, espone una sua idea della pizza romana: “La pizza in teglia è quella che batte nel cuore dei romani. Questo è dovuto da due caratteristiche che la differenziano dalle altre: è sia sana che digeribile”.

La discussione va avanti e questa volta tocca a Gennaro Cariulo parlare: “Ognuno offre la sua interpretazione su come andrebbe fatta la pizza di impostazione romana. Però ci sono dei concetti base che vanno rispettarti. Tra questi quelli della croccantezza, della leggerezza e della friabilità. Così abbiamo voluto fare qualcosa di unico. Siamo partiti con una pizza ibrida tra quella in teglia e quella a taglio. Per me la pizza romana è moderna.”

Alla fine della conferenza i pizzaioli dell’evento hanno dato prova della loro abilità creando diversi tipi di pizza romana da far gustare ai partecipanti. Pizza con la carne, con le alici, e con la classica mozzarella hanno accompagnato fino a chiusura regalando a tutti quelli che si trovavano lì un assaggio.

Leave a Reply

cinque − quattro =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: [email protected]