Skip to main content

Orygini, l’edizione limitata dell’Etna bianco affinato in mare  celebra la riapertura del ristorante Pieds dans l’eau Brizza il 1 giugno a Taormina

La riapertura di uno dei ristoranti più iconici della penisola sancisce le temperature gradevoli e il rumore del mare. Pieds dans l’eau Brizza, ristorante di villa Sant’Andrea al Belmond Hotel di Taormina mare  ha fissato un evento esclusivo nel suo genere.

Il 6 giugno infatti il wine manager Giuseppe Androne coordinerà la cena degustazione con i vini “sottomarini”. Insieme all’executive chef Agostino D’Angelo che  presenterà il nuovo menu, Androne propone in abbinamento i vini di Orygini, noti per l’affinamento a 48 metri di profondità, riportando in un certo senso, il vino alle origini, li dove sono presenti le prime manifestazioni del vulcano : l’area marina protetta “isole Ciclopi”

La particolarità dei vini Orygini

Nell’idillica baia di Mazzarò giunge una speciale selezione di vino dell’Etna affinato in mare: Orygini x Brizza, un’edizione limitata di sole 30 bottiglie realizzate in esclusiva per il ristorantedall’azienda Orygini.

Unica in Sicilia ad utilizzare la tecnica di affinamento subacqueo, nasce dal sogno di tre amici che hanno voluto ripetere la magia del ritrovamento nel 2010 di 168 bottiglie di champagne risalenti al XIX secolo, ancora in perfette condizioni, sul fondale del Mar Baltico. Diventando quindi pionieri con i vini dell’Etna, hanno realizzato una cantina a 48 metri di profondità nell’Area Marina Protetta “Isole Ciclopi” ad Acitrezza, dove i vini della storica cantina Benanti completano il loro processo di maturazione naturale tra le acque cristalline del Mar Ionio.

Riemergendo dopo 12 mesi e successivamente alle analisi predisposte dell’azienda in collaborazione con l’Università di Catania, l’Etna Bianco Superiore di Benanti “Contrada Rinazzo 2021” si è così mostrato nella sua unicità degustativa ed estetica, in un connubio perfetto tra le fertili terre del vulcano attivo più alto d’Europa e i fondali marini di Acitrezza. Ogni bottiglia è diventata una vera e propria opera d’arte che si distingue dall’altra, dipinta ed affinata dal mare grazie agli elementi naturali che vi rimangono sulla superficie e alle condizioni di silenzio primordiale che caratterizzano gli abissi marini, in combinazione con la totale assenza di luce.

Il sigillo di questa collaborazione è stato realizzato dall’Antica Bottega dei Fratelli Napoli a Catania, artigiani e custodi della cultura siciliana per eccellenza che hanno voluto forgiare a mano una serie di 30 monili in ottone che riportano il nome di Brizza su ogni bottiglia, diventando quindi il marchio ufficiale di questa edizione limitata.

Il menu

Per la stagione 2024 lo chef presenta “Mare” e “Terra”, dove la materia prima viene proposta in nuove forme e visioni: a cominciare dalla capasanta con polvere di alghe, caviale, scaglie di nocciole e spuma di acqua di mare. Si prosegue poi con la sarda tiepida a beccafico servita su un crostone di focaccia con uvetta e pinoli agli agrumi, e un sorbetto salato all’arancia e cipollotto che ne completa la presentazione.

Per arricchire l’esperienza, lo chef propone una selezione di pesce frollato, sapientemente preparato utilizzando le tecniche di essiccatura più innovative, richiamando la tradizione di cui Agostino D’Angelo si fa portavoce con la sua cucina.

Leave a Reply

8 + dodici =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: info@sowinesofood.it