Skip to main content

Delivery, dine-in, take away: una start up unifica i concept. Dove? Nella via che ospitò il primo storico ristorante di Gualtiero Marchesi

L’ultimo anno e mezzo ci ha “regalato” il tempo per fare approfonditi ragionamenti, per lavorare a nuovi progetti e studiare strategie innovative, che si adeguassero ai tempi di cambiamento che stiamo vivendo. In questo contesto, sono molti gli chef, anche stellati, che hanno utilizzato questo periodo per pensare a nuove sperimentazioni e costruire modalità di consumo alternative alle loro tradizionali modalità di offerta.

Tra questi sicuramente lo chef siciliano, due stelle Michelin, Pino Cuttaia, che ha deciso di scommettere su un nuovo concept di casual dining appena nato, METAMerging Taste. Questo nuovo format ha inaugurato agli inizi di settembre la sua prima sede a Milano proprio lì dove sorgeva il ristorante del Maestro Gualtiero Marchesi, celebre per aver rivoluzionato la cucina italiana e aver formato i più grandi Chef del Bel Paese. Fondato da giovani e intraprendenti imprenditori under 30 Ludovico Leopardi e Leo Schieppati, META si fa pioniere di un format inedito che fonde al suo interno tre anime: delivery, asporto e consumazione in loco. Il tutto con uno sguardo attento alla sostenibilità e all’innovazione.

 Cinque sono le insegne temporanee con cui inaugura l’offerta gastronomica di META: il ristorante Uovodiseppia – la proposta street food dello Chef Cuttaia -, la caffetteria Orsonero Coffee, la gelateria Gusto 17, Young Rice e Rare – due nuovi format ideati dallo stesso team di META. Piatti della tradizione siciliana come arancine e cannolo, primi a base di riso sostenibile, carne e pesce cotti strizzando un occhio a tecnologie quali il forno infrarossi, caffè monorigine o blend, con estrazioni classiche o alternative, e gelati artigianali sono solo alcune delle proposte gastronomiche pensate da META.

“L’idea è stata quella di creare una piattaforma per permettere a uno stellato di lanciare un format più easy, che si presta bene sia al consumo in loco che al delivery e all’asporto, ideato per coloro che vogliono assaggiare i menu stellati in contesti più casual e con consegne a domicilio”, ha raccontato Leo, uno dei due fondatori. “Pino è stato il primo che ha aderito e creduto in questa formula. Una formula che per gli chef stellati funziona bene, sia per una questione di tipologia di offerta che per creare rotazione. Una parte delle cucine sono state date in gestione ad una società di catering di alto livello che lavora già con molti chef prestigiosi. Lo chef quindi sviluppa il proprio menu e poi la preparazione viene fatta dal catering”.

 La candidatura per entrare a far parte dell’esclusivo Food Collective di META è sempre aperta ed è un’opportunità per partner di eccellenza come chef stellati, ristoranti gourmet e innovatori gastronomici di avvicinarsi al mondo del casual e delivery dining, in un ambiente sicuro dove poter sperimentare senza dover rispettare i criteri del proprio ristorante. Il coinvolgimento nel Food Collective è flessibile e comporta investimenti iniziali molto ridotti.

 “L’altra unicità del format è rappresentato dalla piattaforma di on-demand delivery di ultima generazione, accessibile sia via app che browser, spiega Ludovico, che permette di selezionare i piatti delle diverse cucine in un unico ordine. Il servizio di delivery, poi, viene gestito direttamente da Meta. Delivery etico, packaging a impatto zero e una costante ricerca sulle ultime applicazioni innovative nel campo della sostenibilità sono i punti di forza su cui con META stiamo investendo per dar vita a un progetto unico nel panorama della ristorazione milanese”.

Leave a Reply

venti + quattro =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: info@sowinesofood.it