Skip to main content

Metro Italia presenta al Ristorante Traiano la settima tappa di SquisITA -l’Italia in un boccone: questa tappa è dedicata al territorio del Lazio

SquisITA -l’Italia in un boccone, grande traguardo raggiunto da Metro Italia che ieri al Ristorante Traiano a Roma ha guidato la tavola rotonda sull’importanza del territorio come conoscenza, identità e valorizzazione.

Garantire l’eccellenza attraverso i suoi fornitori, sempre alla ricerca di specialità. Garantendo così ai clienti di Metro Italia la possibilità di seguire la tradizione enogastronomica italiana e ampliarla nelle interpretazioni dei nostri chef.

La serata ha visto la presentazione di SquisITA -l’Italia in un boccone, alla sua settima tappa. Un tour inaugurato da Metro Italia nel 2022 quando ha spento le sue prime 50 candeline. Questo è il format con cui Metro Italia promuove le eccellenze enogastronomiche del territorio. Fonte inestimabile di tesori a cui attingere e a cui però bisogna dover tornare, restituendogli rispetto attraverso la messa in atto di pratiche più sostenibili. Metro Italia da sempre è al fianco dei produttori locali che sente pilastri della strategia di questa sostenibilità.

La serata di ieri , dedicata alla regione del Lazio, ha visto un interessante dibattito proprio sulla ricchezza che questo territorio ha da dare. La cornice, il Ristorante Traiano tra i più suggestivi di Roma, ha racchiuso un piccolo universo in cui grandi personalità hanno esplicato l’importanza di continuare su questa strada, attraverso la promozione del territorio.

“Il nostro territorio -spiega Enrica Cotarella, proprietaria dell’azienda Famiglia Cotarella–  ha un valore immenso. Un’area incastonata nell’Alta Tuscia, tra Umbria e Lazio, che dal Lago di Bolsena si estende per 260 ettari fino alle colline di Orvieto. Qui, condizioni pedoclimatiche adatte alla coltivazione della vite s’incrociano con una tradizione secolare e con l’orgoglio per i nostri vitigni”.

L’attenzione è stata focalizzata sul prodotto e la sua importanza, nonché sul suo grande potenziale di fare rete e essere sistema. Daniele Deroma, Direttore Commerciale del Caseificio Seggiano, testimonia così il suo impegno: “La nostra azienda fonda le sue radici nel territorio e nella filiera corta. Per questo abbiamo costituito il progetto di rete Iolatte, la prima rete in Italia per il latte ovino. Rete che ci consente di seguire di seguire l’intera filiera che va dall’alimentazione degli ovini sino al prodotto finito, il nostro Pecorino Romano DOP del Lazio Deroma, Crediamo fermamente che solo da materie prime di ottima qualità si possano realizzare prodotti eccellenti. Questo prodotto ancora oggi segue lo stesso processo di produzione, compresa la salatura a secco a mano. Un passaggio secondo noi fondamentale e che conferisce al prodotto un basso contenuto di sale rendendolo polivalente nella cucina e nella tavola”.

Le parole cariche di emozione dello chef del Ristorante Traiano, Andrea De Salvo, hanno sottolineato come la collaborazione con i produttori e Metro Italia sia stata fondamentale per la sua cucina.

La scoperta di nuovi prodotti rappresenta una fonte di ispirazione continua per la sua creatività e il punto di partenza per la realizzazione di piatti innovativi e sorprendenti: “Il legame con le radici culinarie della mia famiglia mi ha ispirato a esplorare, sperimentare e adattare le tradizioni culinarie regionali creano un mosaico unico di gusti e sapori che caratterizzano la mia cucina. Nel mio percorso, ho sempre abbracciato una filosofia che celebra l’autenticità e la diversità dei sapori locali. Ogni piatto che creo è il risultato di una profonda connessione con le tradizioni culinarie della mia famiglia arricchite dalla dalla mia creatività e passione per l’innovazione. Valorizzare i prodotti locali è al centro della mia cucina: li considero tesori da esaltare e trasformare in esperienze gastronomiche uniche”.

A cucire poi l’importanza del territorio e del prodotto alla dedizione e all’eccellenza è stato il racconto di Simonetto Coccia, amministratrice del salumificio Coccia Sesto. “Senza celle di congelamento, preserviamo l’autenticità e la freschezza dei nostri prodotti. Guardando al futuro, già esportiamo con successo in Canada e stiamo lavorando per estendere la nostra presenza in America, puntando alla certificazione FDA. Contestualmente, proseguendo le certificazioni ISO 22000 FSSC, garantiamo standard elevati nella produzione. La nostra missione è unire tradizione e innovazione, offrendo esperienze culinarie straordinarie nel rispetto dei più alti standard internazionali”.

Al dibattito hanno partecipato: On. Chiara La Porta (FdI), Membro Commissione agricoltura Camera dei Deputati; Sen. Giorgio Maria Bergesio (Lega), Vicepresidente Commissione industria, commercio, agricoltura e produzione agroalimentare Senato; Consigliere Assemblea Capitolina Giammarco Palmieri (PD), Presidente Commissione ambiente ; Consigliere Assemblea Capitolina Valerio Casini (IV), Vicepresidente Commissione commercio; Consigliere Assemblea Capitolina Stefano Erbaggi (FdI), membro Commissione ambiente; Consigliere Assemblea Capitolina Francesco Filippo Càrpano (Azione), membro Commissione ambiente; Consigliera Assemblea Capitolina Antonella Melito (PD), membro Commissione commercio, Vicepresidente della Commissione urbanistica.

 

Leave a Reply

tredici − cinque =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: info@sowinesofood.it