Skip to main content

Le bibite estive

A base di frutta, gassate, lisce, vintage o moderne nel gusto. Sono le bevande analcoliche, un mondo che cresce di anno in anno, che si distinguono per precise prescrizioni di legge. Secondo il legislatore queste bibite sono prive o quasi di alcol etilico (massimo 1%, non come questi cocktail a base di grappa!) e possono essere conservate per aggiunta di zucchero, anidride carbonica o pastorizzazione. Nella categoria merceologia ritroviamo i succhi di frutta, gli sciroppi e le bevande di fantasia contenenti estratti vegetali ed essenze naturali (ad esempio la cola proveniente delle regioni tropicali, da cui nasce la Coca-Cola o la Pespi), sia gassate che ferme.

Fatte in casa

Ognuno può scegliere se acquistarle o giocare in cucina tra quelle più facilmente replicabili. Tra queste ultime ci sono alcune bibite dalla rapida preparazione e dall’alto potere dissetante, ideali per reintegrare i sali minerali persi col caldo.

bibite per l'estate - latte di mandorleLatte di Mandorla

E’ molto facile da preparabile, basta avere delle mandorle, acqua e agave per addolcirlo. Si cuociono le mandorle in acqua bollente per due-tre minuti, poi si scolano e si mettono da parte, conservando l’acqua. Pelare le mandorle, passarle al frullatore, poi aggiungere l’acqua e si mescolare. Si filtra, infine, il succo, si aggiunge l’agave per addolcirlo e si mette in frigo.

The freddo

Un’altra bevanda immancabile durate l’estate è il the freddo, che può essere facilmente aromatizzato alla menta o al limone. Per prepararlo basta far raffreddare il the, meglio se nero o verde, e aggiungere dell’acqua nelle quale è rimasta ad aromatizzare per 8 ore delle foglie di erbe aromatiche o scorza di limone non trattato. Il the così aromatizzato può conservarsi in frigo per 3 o 4  giorni.

Ginger drink

Lo zenzero è utile per la digestione, contro la nausea e secondo alcuni studi è un antinfiammatorio naturale. Usato nelle diete ha proprietà tonificanti e sgonfia pancia. Per preparare una bibita a base di zenzero è bene partire dalla radice fresca tagliata a rondelle. Sono sufficienti 3 o 4 pezzetti di zenzero su un litro di acqua. Bollire il tutto per 15 minuti, poi lasciare in infusione per altrettanti. Filtrare e lasciare raffreddare. Mettere in frigorifero.

Le bibite già pronte

In commercio ce ne sono di vario genere e per tutti i gusti, a partire dalla gassosa al chinotto, passando per l’acqua tonica. Probabilmente la più famosa è la Coca-Cola inventata nel 1886 da un farmacista di Atlanta, John Styth Pemberton. In Italia è arrivata 25 anni dopo, un tempo irrisorio per l’epoca, a riprova del successo immediato di questa celeberrima bevanda in tutto il mondo. Non è la sola, anche se il successo di altri brand non solo certamente paragonabili.

bibite analcoliche per l'estate

Cedrata

Tra le bibite vintage, che non passano mai di moda c’è la cedrata. Questa bibita è diventata famosa nell’Italia del dopoguerra grazie ad alcuni spot pubblicitari su Carosello. Celeberrimo è quello della Tassoni con una Mina straordinaria, che canta lo storico jingle “Quante cose al mondo puoi fare”. Uno spot tanto famoso da essere entrato nell’immaginario collettivo, che comunicava l’importanza di trovare momenti per sé, descrivendo una società aperta al consumismo. Oggi proprio la cedrata Tassoni si rinnova con una Limited Edition pensata per l’estate 2021.

Succhi di frutta

Si tratta di un estratto di frutta, che dal 2012 secondo l’Ue non può più essere addizionato con zucchero. Questo significa che il succo di frutta può essere addolcito naturalmente da quelli contenuti nella polpa matura da cui viene estratto. Spesso per invogliare il consumatore vengono aggiunti coloranti arancioni per i succhi di arancia, quindi è sempre bene controllare l’elenco delle sostanze presenti in etichetta. Esistono poi i succhi di ultima generazione, quelli funzionali che sono arricchiti di estratti vegetali e vitamine, che diventano dei veri e propri integratori alimentari. Questo è il caso, ad esempio, della linea Innocent Plus Fabuloso con acqua di cocco, mela spirulina blu e vitamine.

Chinotto

E’ tra le bibite più famose di sempre, ma non tutti sanno che deriva da un agrume, il frutto di Cytrus myrtifolia. Probabilmente inventato negli anni Trenta dalla San Pellegrino, oggi sono numerose le aziende italiane che propongono questa bevanda dal sapore a metà tra il dolce e l’amaricante. Neri è uno dei tanti marchi che produce dal secondo dopoguerra questa bibita 100% italiana. La loro versione è chiamata Chin8Neri.

Amaro Venti

Venti botaniche, ciascuna ispirata da una delle 20 regioni, sono sapientemente unite per raccontare una storia tutta italiana.

“Un viaggio aromatico che unisce il paese da nord a sud in un racconto del Belpaese: L’Amaro Venti ridefinisce una categoria della storia liquoristica
italiana, rappresentando il punto di incontro tra tradizione e innovazione. Il claim “Con o senza alcol? Scegli tu” vuole indicare al consumatore
la libertà di scelta tra i due amari e quindi la possibilità di assaporare un amaro italiano senza dover scendere a compromessi” raccontano dall’azienda.

La versione analcolica di Venti racconta la storia e i sapori del Venti classico (con alcol quindi) lasciandosi però alle spalle la componente alcolica. L’analcolico, con tutte le 20 botaniche naturali che fanno un amaro pensato per chi desidera godersi un cocktail, ma non vuole o non può consumare
alcolici.

Alpex by Plose

riconoscibile dall’inconfondibile testa di stambecco, si appresta a “scalare” i banconi dei migliori bar d’Italia ed Europa, andando a completare la ricca offerta di bevande a marchio Fonte Plose. E così questa storica azienda familiare nata negli anni 50 dall’intuizione di Giuseppe Fellin che proprio in quegli anni scoprì le straordinarie proprietà delle sorgenti d’acqua che sgorgano dalla fonte situata a 1.870 metri sul livello del mare nel Monte Plose, in Alto Adige, dando il via all’ambizioso progetto di imbottigliare e distribuire un’acqua di eccellente qualità, si rinnova con una nuova linea dedicata a bevande analcoliche. Sin dalle origini l’azienda ha sede a Bressanone (BZ) dove la famiglia Fellin, attenta a rispettare i valori e le tradizioni locali, ha costruito un modernissimo stabilimento che consente di imbottigliare l’acqua secondo le più rigide regole igieniche, preservandone inalterate le eccezionali qualità.

Leave a Reply

sette + 7 =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: [email protected]