Skip to main content

Cosa comprare a settembre: il mese più… fico dell’anno

Dalla frutta alla verdure, le primizie di settembre riempiono la tavola degli italiani: sì ai fichi, lamponi, bietole e tanto altro ancora

“Settembre è soltanto un grandissimo lunedì”. Progetti, idee, voglia di mettere a posto e di iniziare tutto finalmente per bene. Questa è la speranza e la caparbietà che si lega addosso ogni sacrosanto primo settembre. Che poi, confessiamolo, tutto resta una grande e bella intenzione che alla prima decade del mese comincia a vacillare per poi arrivare per i più coraggiosi alla fine del mese e statisticamente ricadere nello stesso e identico caos di sempre. Ma almeno la spesa, quella iniziamo a farla per bene e per tutto l’anno, guardando alla qualità e soprattutto alla stagionalità che tra le altre cose, per il nostro portafogli è un sospiro di sollievo.

Cosa possiamo trovare al mercato a settembre? Partiamo dalla frutta

Sebbene l’estate non sia ancora del tutto passata (per niente diremmo dato il cado delle giornate settembrine), settembre porta sulle nostre tavole dei sapori e dei colori che a differenza di altri, non troveremmo per il resto dell’anno come l’uva, fichi settembrini e i fichi d’India; mele, pere e melograno fanno la loro nuova comparsa rinnovando il patto con madre Terra; lamponi e more sono pronti non solo per essere gustati ma anche per deliziare i lunghi e ancora caldi pomeriggi del mese preparando deliziose marmellate, le stesse che stuzzicheranno i sensi di colpa per quel boccone in più.

E i banchi della verdura?

Anche quelli si riempiono di genuini sapori: via libera a finocchi, bietole, cavolfiori porro, cavolo verza, cavolo cappuccio, sedano, sedano rapa, spinaci; i legumi vedono a raccolta alcune primizie come i fagioli e le lenticchie. Inoltre la dispensa può conservare per tutto l’anno i profumi di basilico, timo, maggiorana, menta tutti essiccati; il mare si riempie di tonni e di pesci spada, sogliole, spigole e triglie. Ma i funghi… quelli sì che annunciano che l’estate è oramai alle porte e che l’autunno ritornerà con intensi profumi e zuppe a cui proprio non diremo di no.

I fichi settembrini

Tra tutte le bontà di settembre, vogliamo dedicare una menzione speciale ai fichi settembrini. Il fico per la sua rigogliosa abbondanza e per la dolcezza dei suoi frutti, è stato oggetto di venerazione dai popoli: egizi e sumeri lo consideravano l’albero della fertilità, la Grecia con Platone (che ne mangiava a volontà) lo annovera tra i frutti che accrescono l’intelligenza.

Ma è a Roma che il fico conquisterà il suo posto nel giardino dell’Olimpo: la leggenda vuole che la lupa avesse allattato i divini gemelli Romolo e Remo proprio all’ombra di un fico selvatico nei pressi del Tevere, il ficus Ruminalis il cui “latte” (lattice) che fuoriesce dalla pianta ricordava la leggenda e il potere dell’albero.

Oggi a Montefeltro con il lattice di fico viene prodotto il Formaggio Caprino al lattice di fico la cui caratteristica aromatica e gustative è davvero unica, cosi some le tecnica per produrlo che è restata invariata nei secoli: ancora oggi si ricorre a strumenti di legno e rame. Il formaggio Caprino al lattice di fico è un prodotto PAT (Prodotti Agroalimentari Tradizionali).

Le ricette con i fichi

Detto ciò, oltre a gustarli direttamente dalla pianta, questo meraviglioso frutto si presta a ricette davvero… fiche! Ad esempio, l’arrosto di suino farcito con fichi e prosciutto crudo che potremmo abbinarlo a un Boca DOC, oppure al classico e semplice prosciutto crudo, fichi, ricotta e/o caprini abbinati a una bollicina Franciacorta Satèn DOCG oppure gustarli in una ricca crostata da a un Moscato d’Asti DOCG.

 

Potrebbe interessarti: l’oroscopo food del mese di Settembre

Leave a Reply

uno × tre =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: [email protected]