Skip to main content

Obiettivo: rifiuti zero. Con i sistemi di cottura Rational  è possibile risparmiare energia e cucinare in modo più sano

 

Tra i molti risvolti della pandemia è sorta una nuova ed evidente consapevolezza dell’importanza del cibo. Improvvisamente l’attenzione è rivolta alla capacità delle cucine di produrre meno rifiuti possibile.

Paul Ivić, chef stellato di fama mondiale che propone solo piatti vegetariani e vegani, si definisce un guerriero contro lo spreco. E come dargli torto?

Secondo una stima del WWF presentata da Hanni Rützler, ricercatrice di tendenze alimentari, 88 milioni di tonnellate di cibo, ben un quinto di tutta la produzione, vengono sprecate ogni anno nell’UE finendo nella spazzatura. Questo dimostra che nonostante la consapevolezza della sostenibilità si stia radicando sempre più nella nostra società, sono infatti ancora molte le battaglie da affrontare – e vincere – in questo campo.

Nella loro missione contro lo spreco alimentare, Paul Ivić e Hanni Rützler, non si preoccupano solo della questione morale legata al fatto che, a fronte di chi spreca cibo, altre persone non ne hanno a sufficienza per vivere. Ma rivolgono la loro attenzione alle risorse del pianeta che vengono costantemente impoverite: «Produrre cibo che non viene consumato porta a inutili emissioni di CO2, perdita di biodiversità e inutile consumo di terra e acqua» afferma la Rützler.

Da questi concetti nasce la collaborazione tra Ivić e la start-up To Good To Go. La giovane azienda rende possibile alle imprese di ristorazione di vendere il cibo invenduto a un prezzo ridotto tramite un’app. Il risultato è una situazione win-win per i ristoratori, i clienti e il nostro pianeta.

Nella stessa direzione, anche se con un approccio diverso, va anche Sustainergies, un’organizzazione svedese senza scopo di lucro che, sulla base di attente analisi, sviluppa concetti su misura per i ristoranti per la riduzione dei rifiuti e una migliore gestione dell’energia.

Ogni passo in questa direzione ci avvicina sempre più all’obiettivo Rifiuti Zero.

Rational a favore della sostenibilità

Anche RATIONAL da anni si impegna a favore della sostenibilità: i sistemi di cottura dell’azienda forniscono un contributo essenziale all’efficienza nell’uso dell’energia e delle risorse nelle cucine professionali. Grazie agli assistenti intelligenti integrati, che collaborano per garantire le performance migliori, con i sistemi di cottura RATIONAL è possibile risparmiare energia, consumare meno materie prime, ridurre la sovrapproduzione e cucinare in modo più sano.

iProductionManager di iCombi Pro

E se l’obiettivo è Rifiuti Zero, è fondamentale limitare al massimo la sovrapproduzione e gli sprechi che ne derivano attraverso una corretta pianificazione della produzione. Ed è proprio a questo che serve la funzione iProductionManager di iCombi Pro. Quest’ultima consente infatti di pianificare accuratamente l’intero processo produttivo, inserendo direttamente gli alimenti nel sistema di cottura. Decidendo così se cuocerli ottimizzando i tempi o i consumi energetici.

Non solo: iCareSystem, la funzione intelligente che si occupa della pulizia di iCombi Pro, rileva la quantità di sporco e suggerisce il lavaggio più opportuno per ottenere risultati ottimali. In questo modo è possibile ridurre fino al 50% il consumo di detergenti e fino al 30% il consumo di acqua. E per un lavaggio a prova di pianeta RATIONAL ha realizzato Active Green, un detergente ecologico privo di fosfati.

 

Potrebbe interessarti: https://www.sowinesofood.it/rational-tecnologia-e-digitalizzazione-al-servizio-delle-cucine/

Leave a Reply

quattro × tre =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: [email protected]

So Wine So Food

GRATIS
VISUALIZZA