Skip to main content

La Guida Michelin ha messo a punto uno strumento per tracciare la riapertura dei ristoranti stellati in tutto il mondo

Mentre si cominciano a palesare le prime riaperture dei ristoranti e in attesa di nuove date, la Guida Michelin ha sviluppato un barometro per seguire a livello internazionale la riapertura dei ristoranti stellati Michelin.

Ogni settimana, questo strumento registrerà il numero degli stellati aperti nelle 32 destinazioni in cui è presente la Guida così da facilitare l’analisi dell’impatto della crisi Covid-19.

Il suo utilizzo è concepito per fornire, in tempo reale, una panoramica globale dell’evoluzione delle riaperture dei ristoranti presenti sulla Rossa in tutto il mondo. Il monitoraggio segue un criterio molto specifico: i ristoranti devono dimostrare di essere aperti almeno tre giorni alla settimana per essere inclusi. Ogni martedì sera, i dati della settimana precedente verranno aggiornati e un commento qualitativo analizzerà la situazione. 

“Creando questo barometro, vogliamo prendere il polso della gastronomia globale al fine di informare e sensibilizzare il nostro ecosistema. Nel mondo, solo il 21% dei 3.000 ristoranti stellati sono attualmente aperti. Speriamo che queste informazioni possano portare alla luce un settore che si irradia economicamente ben oltre le porte dei ristoranti”, commenta Gwendal Poullennec, direttore internazionale delle guide MICHELIN.

Cercando di sostenere attivamente il mondo della gastronomia durante questo periodo di crisi, la Guida MICHELIN riporta i risultati del suo barometro sul suo sito Web: https://guide.michelin.com/en. In Europa, i ristoranti hanno iniziato a riaprire in Austria, Germania, Svizzera e Croazia, nonché il primo ristorante in Italia. In Asia, la situazione continua a progredire, soprattutto in Giappone con la riapertura di altri piccoli ristoranti gestiti da chef locali.

Nella settimana 20 la situazione mondiale ha continuato a migliorare con il 21% dei ristoranti stellati Michelin aperti (653/3165), rispetto al 14% della settimana 19. Nella settimana 21 la situazione mondiale sta migliorando, con il 27% dei ristoranti stellati Michelin aperti (842/3165), rispetto al 21% nella settimana 20.

Per quanto riguarda l’Italia, risale al 21 maggio un elenco con gli indirizzi che hanno riaperto con un link in continuo aggiornamento:

ABRUZZO

Civitella Casanova – La Bandiera

CAMPANIA

Brusciano – Taverna Estia
Pompei – President
Torre del Greco – Josè Restaurant-Tenuta Villa Guerra

EMILIA ROMAGNA

Borgonovo Val Tidone – La Palta
Carpaneto Piacentino – Nido del Picchio
Cesenatico – La Buca
Codigoro – La Capanna di Eraclio
Imola – San Domenico
Modena – L’Erba del Re
Parma – Parizzi
Rubbianino – Ca’ Matilde
Rubiera – Arnaldo-Clinica Gastronomica

FRIULI VENEZIA-GIULIA

Cormons – Trattoria Al Cacciatore-della Subida
San Quirino – La Primula

LAZIO

Fiumicino – Pascucci al Porticciolo
Rivodutri – La Trota
Roma – Per Me Giulio Terrinoni
Roma – Marco Martini Restaurant
Roma – Enoteca la Torre
Roma – Pipero Roma
Roma – Bistrot 64
Trevinano – La Parolina

LOMBARDIA

Albavilla – Il Cantuccio
Almè – Frosio
Borgonato – Due Colombe
Calvisano – Al Gambero
Desenzano del Garda – Esplanade
Fagnano Olona – Acquerello
Manerba del Garda – Capriccio
Torre del Mangano – Locanda Vecchia Pavia “Al Mulino”
Villa di Chiavenna – Lanterna Verde

PIEMONTE

Canale – All’Enoteca
Cervere – Antica Corona Reale
Domodossola – Atelier
San Maurizio Canavese – La Credenza
Torino – Condividere
Torino – Cannavacciuolo Bistrot
Torino – Vintage 1997
Vercelli – Cinzia da Christian e Manuel

PUGLIA

Barletta – Bacco
Trani – Quintessenza

SICILIA

Mondello – Bye Bye Blues
Terrasini – Il Bavaglino

TOSCANA

Lamporecchio – Atman a Villa Rospigliosi
Marlia – Butterfly
Passignano – Osteria di Passignano
Viareggio – Romano
Villa a Sesta – L’Asinello

TRENTINO ALTO-ADIGE

Castelbello – Kuppelrain
Dobbiaco – Tilia
Molini – Schöneck
Tesimo – Zum Löwen
Tirol – Culinaria im Farmerkreuz

VENETO

Altissimo – Casin del Gamba
Barbarano Vicentino – Aqua Crua
Borgoricco – Storie d’Amore
Cavaion Veronese – Oseleta
Lonigo – La Peca
Puos d’Alpago – Locanda San Lorenzo
Schio – Spinechile

Leave a Reply

3 + quattordici =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: [email protected]