Skip to main content

Instagram oggi compie tredici anni: quanto ha influito in questo tempo sulla nostra scelta alimentare?

Instagram e il cibo sono diventati intrinsecamente legati nella nostra cultura contemporanea. La condivisione di foto di piatti deliziosi ha creato un’opportunità per i ristoratori di attirare nuovi clienti, ma ha anche posto una sfida: mantenere un equilibrio tra la bellezza visiva e il gusto autentico.

Di contro noi clienti, sempre più spesso basiamo le nostre scelte calcolando il valore dell’instagrammabilità dei piatti di “quel” ristorante.


Ma quanto è davvero importante l’aspetto “instagrammabile” dei piatti? A volte, siamo onesti, pur di prendere la migliore angolazione della foto, rischiamo di dimenticate di gustare appieno l’esperienza culinaria. In fin dei conti, la migliore cena è quella che appaga sia il palato che gli occhi! O no?

La domanda da cui sono partito, dunque, in questa conversazione chiamiamola pure tra me e me, è stata questa.

Quando la scelta del ristorante dipende dall’instagrammabilità dei piatti?

Nel mondo digitale di oggi, l’arte di condividere la propria esperienza culinaria su Instagram è diventata una forma d’arte a sé stante. Ogni piatto, ogni boccone, ogni bevanda ha il potenziale per diventare una stella dei social media, e questo ha avuto un impatto significativo sulla nostra percezione dei ristoranti. Ma quanto conta davvero l’aspetto “instagrammabile” dei piatti nella scelta di un ristorante?

L’era dell’Instagram Foodie

Instagram ha trasformato radicalmente il modo in cui le persone condividono la loro passione per il cibo. Da semplici piatti casalinghi a eleganti cene fuori, tutto viene immortalato e condiviso con il mondo. Questo ha creato una cultura di foodie digitali, ossessionati dalla ricerca del piatto perfetto da fotografare e condividere con i propri follower.

La potenza delle immagini

Le immagini hanno un potere incredibile nel suscitare desiderio e ispirazione. Quando vediamo una foto di un piatto delizioso sul nostro feed Instagram, non possiamo fare a meno di sentirne il profumo e sentire il desiderio di assaggiarlo.

Questo fenomeno ha spinto i ristoratori a prestare sempre più attenzione all’estetica dei loro piatti. I piatti non devono solo essere deliziosi, ma anche belli da vedere.

L’arte della presentazione

Oggi, molti ristoranti investono tempo ed energie nella presentazione dei loro piatti. Tendono ad utilizzare colori vivaci, composizioni artistiche e accessori eleganti per creare un impatto visivo.

I cocktail sono decorati con fiori commestibili e piatti di pasta sono serviti su tavole di legno rustiche. Tutto ciò per catturare l’attenzione degli ospiti e, naturalmente, dei potenziali clienti su Instagram.

La scelta del ristorante instagrammabile

Quando si tratta di decidere dove andare a mangiare, l’aspetto “instagrammabile” dei piatti è diventato un fattore significativo per molte persone. I ristoranti che riescono a creare piatti fotogenici possono attrarre una clientela più ampia, influenzata dalla possibilità di aggiornare il proprio profilo Instagram con foto mozzafiato. Questo ha portato alcuni locali a diventare veri e propri hot spot per i food blogger e gli appassionati di fotografia culinaria.

Il dilemma della sostanza vs stile

Nonostante l’importanza dell’aspetto visivo dei piatti, è fondamentale ricordare che la sostanza è altrettanto importante. Un piatto può essere bellissimo, ma se non soddisfa il palato, la sua popolarità su Instagram sarà di breve durata. I ristoranti di successo sanno equilibrare l’estetica con il sapore, offrendo esperienze complete ai loro clienti.

Potrebbe interessarti anche questo articolo.

Leave a Reply

18 + 5 =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: info@sowinesofood.it