Skip to main content

L’Unione Europa ha autorizzato l’immissione sul mercato di Acheta domesticus, il grillo domestico. Lo troveremo negli snack e   tanti altri alimenti

L’Unione Europea ha autorizzato l’immissione sul mercato di grillo domestico parzialmente sgrassato in polvere. Gli alimenti che lo conterranno, nella lista degli ingredienti, dovranno riportare  questa dicitura: polvere parzialmente sgrassata di Acheta domesticus (grillo domestico).

La nuova norma è inserita nel Regolamento di esecuzione Ue 2023/5 della Commissione del 3 gennaio 2023 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale comunitaria. Regolamento che entrerà in vigore il 24 gennaio 2023.

Nel 2018 la Fair Insects B.V. una società olandese ha presentato all’Unione Europea la richiesta di introdurre l’uso di Acheta domesticus (grillo domestico) in polvere tra gli ingredienti di alcuni alimenti. L’Autorità Europea per la sicurezza alimentare ha condotto ricerche scientifiche sul nuovo alimento concludendo che il grillo in polvere è alimento sicuro portando quindi la Commissione Europea a dare il via a questo prodotto sul mercato.

“La farina di grillo domestico -come l’Autorità conclude- potrà essere usata nel pane e panini, grissini, nei biscotti, nelle barrette ai cereali, nelle premiscele secche per prodotti da forno, nei biscotti, nei prodotti secchi a base di pasta farcita e non farcita, nelle salse, nei prodotti trasformati a base di patate, nei piatti a base di leguminose e di verdure, nella pizza, nei prodotti a base di pasta, nel siero di latte in polvere, nei prodotti sostitutivi della carne, nelle minestre e nelle minestre concentrate o in polvere, negli snack a base di farina di granturco, nelle bevande tipo birra, nei prodotti a base di cioccolato, nella frutta a guscio e nei semi oleosi, negli snack diversi dalle patatine e nei preparati a base di carne”.

A decorrere dall’entrata in vigore del Regolamento, per 5 anni solo la società Cricket One Co. Ltd “è autorizzata a immettere sul mercato dell’Unione il nuovo alimento salvo nel caso in cui un richiedente successivo ottenga un’autorizzazione per tale nuovo alimento”.

Già da tempo, il novel food è tema caldo a favore di una sostenibilità alimentare, per una maggiore attenzione all’ambiente e contro gli allevamenti intensivi. Ma gli italiani quanto sono disposti a varcare le porte di questo nuovo mondo?

La Coldiretti si è opposta alla decisione e secondo una indagine condotta, il 54% degli italiani si dicono contrari all’uso di insetti in cucina, contro il 16% che ne è a favore.

Il nuovo alimento è costituito dalla polvere parzialmente sgrassata ottenuta da Acheta domesticus (grillo domestico) intero mediante una serie di fasi, che prevedono un periodo di digiuno di 24 ore degli insetti per consentire lo svuotamento intestinale, l’uccisione degli insetti mediante congelamento, il lavaggio, il trattamento termico, l’essiccazione, l’estrazione dell’olio (estrusione meccanica) e la macinazione.

Leave a Reply

venti + 4 =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: info@sowinesofood.it