Skip to main content

Sono tra le mani ogni volta che si cucina, ma sappiamo da dove vengono e perché si mangiano? Per ciascun ingrediente citiamo un grande chef

Anche se il loro uso può variare da regione a regione e ovviamente da piatto a piatto, di certo non se ne può fare a meno e in un pasto completo sicuramente ne incontreremo almeno uno. Il gusto si sa è personale e non a tutti piacciono, si può preferire uno all’altro, questo o quello. Ecco da dove arrivano gli ingredienti base della cucina, e alcune ricette famose.

  • Aglio

Molti ne hanno timore visto il suo persistere ma ne apprezzano sicuramente le proprietà. La paternità è riconosciuta a moltissime zone del nostro pianeta, anche se pare che le sue vere origini siano asiatiche. Utilizzato come condimento ha, però, nel suo uso una componente terapeutica non indifferente. Sappiamo con certezza che veniva usato dagli egizi, dai sumeri e dai romani come medicina e cibo energetico, ancora tutt’oggi è così.

Spaghetti alle vongole in salsa d’aglio dolce di Antonino Cannavacciuolo con vongole, olio, latte, aglio e sale. In questa ricetta l’aglio riesce ad esaltare il sapore del mare.

  • Pomodoro

In Italia è coltivato in ogni dove, dagli orti ai balconi ma le sue origini si riconducono al Sud America, più precisamente alle zone del Perù, dell’Ecuador e del Messico dove già i maya, e successivamente gli aztechi, ne facevano utilizzo. Il pomodoro arriva in epoca moderna in Europa, intorno al 1500, ma solo tra il 1700 e il 1800 se ne esaltano le qualità. Conosce, infatti, un percorso travagliato e per lungo tempo. Forse, perché non coltivato ai giusti climi, non viene utilizzato. Oggi nella cucina italiana è l’ortaggio per eccellenza e regna incontrastato nella preparazione di pizza, pasta, carne, pesce e contorni.

Pappa al pomodoro di Bruno Barbieri con patate rosse, cipolle piccole, aglio e olio E.V.O., brodo di timo, prezzemolo, erba cipollina, cerfoglio, pepe, scarola e olive taggiasche.

  • Peperoncino

Ce ne sono di molte qualità e nominandolo a noi viene subito in mente quello calabrese. Con una storia antichissima, il peperoncino era usato già 9000 anni fa e se ne conosce traccia di coltivazione nel 5000 a.C. Pianta ritenuta sacra in Sud America e usata addirittura come moneta di scambio, arriva in Europa con i viaggi di Cristoforo Colombo. Viste le numerose varietà e i gradi di piccantezza c’è una scala (quella di Scoville) che ne misura il grado, potremmo dire di pericolosità. In effetti, se ne conoscono da Guinness dei primati primo su tutti, al momento, è il Carolina reaper che nei suoi picchi più alti raggiunge i 2.200.000 SU. Basti pensare che già dai 250.000 SU il peperoncino da sensazione di dolore.

Spaghetti all’uovo, aglio, olio e peperoncino di Carlo Cracco con sale grosso affumicato, zucchero, tuorli d’uovo, testa d’aglio, latte, peperoncino, olio E.V.O. e prezzemolo fritto.

  • Cipolla

È una pianta che viene dal passato e, come l’aglio, è utilizzata nei condimenti e a scopo terapeutico. Nel cinema, benché ci siano oggi altri sistemi, veniva usata per far piangere gli attori sul set. Ricca di vitamine e sali minerali deve il suo odore caratteristico all’abbondanza di Solfossidi. In cucina è ampiamente usata per sughi, insalate e portate principali. I maggiori produttori al mondo sono la Cina, l’India e gli Stati Uniti.

Cipolla caramellata di Davide Oldani con cipolle, feuilletage minute, zucchero cristallizzato, crema fredda, salsa al Grana padano

  • Prezzemolo

Un vecchio detto popolare “Stai sempre in mezzo come il prezzemolo” fa capire subito, e simpaticamente, quanto venga utilizzato. Originario delle zone mediterranee, cresce spontaneamente in boschi e prati. In cucina lo troviamo usato soprattutto a crudo, e poi per salse, pesce e zuppe. Sembra che i greci lo usassero per adornarsi la testa nelle feste; i romani per decorare le tombe dei congiunti e per gli etruschi era addirittura una pianta magica.

Purè di prezzemolo di Marco Pierre White con prezzemolo, panna, pepe e sale.

Ph. Unsplash

Leave a Reply

1 × 2 =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: [email protected]