Skip to main content

Il 26 aprile è data della ripartenza per quei ristoratori che godono della possibilità di ricevere clienti in uno spazio all’aperto. Le prossime giornate di sole e la stanchezza di essere rinchiusi fra le solite quattro mura ci portano alla ricerca di un ristorante con dehor. Ecco i migliori ristoranti con dehors a Milano.

Il nuovo dehors del Ristorante Cantina Piemontese

A partire dal 26 aprile lo storico ristorante Cantina Piemontese riapre al pubblico il suo dehor. Un nuovo spazio studiato per accogliere in sicurezza fino a 35 persone. Un progetto di restyling strutturale ed estetico attuato per poter mettere a proprio agio i clienti, in un’atmosfera accogliente e piacevole, in una delle zone più caratteristiche di Milano. Cantina Piemontese riflette l’anima della Osteria contemporanea. Si riscoprono infatti i veri sapori della cucina tradizionale piemontese e quella più antica sabauda. Il cuoco è Ivo Boggini che lavora ai fornelli del ristorante fin dalla sua apertura. Piemontese di origine, quella di Ivo è una proposta di piatti giornalieri concreta e sincera. Racconta in modo chiaro l’anima e la qualità di un territorio ricco di cultura gastronomica e materie prime come quello piemontese. Piatti riconoscibili e immediati serviti in un contesto moderno.

Mi Scusi

Pasta fresca fatta in casa da portare via e, da oggi, da consumare anche nei dehors dei vari punti vendita della catena Mi Scusi. A Milano li trovate in Cadorna, Colonne, Stazione Centrale, Isola e Cinque Giornate. La pasta è preparata quotidianamente con farine biologiche e tutte italiane con un controllo totale della filiera. Vi consigliamo i “fusilloni cosmici” ovvero dei fusilli realizzati con un cereale pieno di proteine, il sorgo, abbinato con una salsa cacio e pepe e granella di nocciole.

Eataly #allaperto

Dopo il grande successo dello scorso anno da lunedì 26 aprile riapre Eataly All’aperto, il ristorante all’aria aperta in Piazza XXV Aprile firmato Eataly Milano Smeraldo. Una vera e propria oasi urbana attiva sette giorni su sette. Dalla colazione alla cena, invita i milanesi a riappropriarsi della città, ma soprattutto a viverla. La proposta gastronomica prevede alcuni cavalli di battaglia come la pizza al padellino, con diverse farciture e impasti, le farinate e la patata croccante di Avezzano. Si aggiunge poi una selezione di piatti freschi e stagionali e ancora di grandi classici della tradizione estiva italiana. Un menù variegato e adatto a tutti i palati accompagnato da una vasta gamma di birre artigianali, cocktail, gin italiani e internazionali. Senza dimenticare bollicine, vini bianchi e rosé della cantina di Eataly Smeraldo, con oltre 25 proposte al calice, per brindare a pranzo come a cena.

Pacifik Poke

Due ampi dehors con oltre 30 coperti per gustare le iconiche poke bowls di Pacifik Poke. Un’immancabile tappa nel percorso tra i migliori ristoranti con dehor a Milano per tutti coloro che ricercano la vera cucina hawaiana e che amano delle ricette sane, con ingredienti di qualità. Dal 26 aprile sarà finalmente possibile provare il nuovo ristorante. Nonostante ciò è tra le attività di ristorazione che hanno maggiormente funzionato nel periodo di lockdown. La delivery infatti è incrementata di un +133% rispetto al solito andamento di mercato. Dopo aver conquistato la capitale sabauda – otto aperture in poco più di due anni e di cui quattro durante il 2020, contando la presenza all’interno della dark kitchen di Glovo, come antesignani nel mondo del delivery pre pandemia – finalmente Pacifik Poke riapre per il pranzo e la sera con il suo primo format dedicato a un’esperienza a 360 gradi nel Pacifico.

Classico Trattoria Contemporanea & Cocktail Bar

Apre Classico Trattoria Contemporanea & Cocktail Bar. Si tratta del nuovo progetto imprenditoriale della famiglia Murray, con un ampio dehors interno in un cortile appartato in stile “Vecchia Milano”. La sinergia tra cucina e cocktail bar, le due anime di Classico, è il tratto distintivo, da gustare nel giardino interno di via Marcona al 6. I drink lover troveranno una cocktail list in cui ogni miscela è legata al titolo, al testo, oppure all’autore di una canzone. In cucina l’executive chef Achille Esposito, ischitano, che grazie alla sua esperienza legata alla cucina regionale, da Classico propone sapori netti, senza filtri e genuini. Un rimando alla tradizione gastronomica mediterranea con un piglio fresco che non stravolge, bensì esalta i gusti dei singoli ingredienti, assecondando le esigenze di un pubblico alla ricerca di una cucina leggera e allo stesso tempo gustosa.

VOCE Aimo e Nadia riapre il Giardino di Alessandro

Mangiare nell’arte: situato tra le Gallerie d’Italia – Piazza Scala, museo di Intesa Sanpaolo e l’antica Casa del Manzoni, “VOCE in Giardino”, accoglie tutti gli appassionati di buona cucina nell’affascinante cornice del Giardino di Alessandro uno spazio all’aperto in cui sarà possibile godere nuovamente dell’indimenticabile esperienza. Con il ritorno di “VOCE in Giardino” gli ospiti potranno riscoprire il favoloso angolo verde nel cuore di Milano in cui, fra natura e storia, è possibile ammirare alcune sculture di arte contemporanea realizzate da grandi artisti quali Joan Miró, Giò Pomodoro, Jean Arp e Pietro Cascella, oltre ad un’antica fontana a edicola con un busto di Alessandro Magno.

Pranzo e cena al bistrot de Il Moro

Si riparte il prossimo 26 aprile a pranzo e cena con il dehors del bistrot de Il Moro. Nel centro di Monza a pochi metri dalla stazione, per una ventina di posti a sedere. Per l’occasione si lancia la nuova linea di fish burger: sono tonno burger (tonno e mozzarella di bufala con salsa al passion fruit e pane del forno Del Mastro); catalana burger (gamberi alla catalana, burrata di Bellizzi, cipolle di Tropea, salsa di avocado e pane del forno Del Mastro); spada burger alla milanese (burger di pesce spada con provola di Bellizzi, l’nduja di spilinga e pane del forno Del Mastro). Per chi ama la carne si lancia anche il burger di bovino 100% italiano (con pancetta di Marco d’Oggiono, pecorino primo sale di Raffadali, lattuga, maionese e senape).

Particolare Milano

Essere rapiti dalla cucina dal forte stampo mediterraneo di Andrea Cutillo o dalla poesia di un giardino nascosto in un contesto Vecchia Milano? Il dehors di Particolare Milano in Porta Romana ha un fascino davvero “particolare” che lo rende un luogo unico e speciale per una cena romantica o un pranzo con le amiche, per un apertivo sotto le stelle o una sera tra amici.

Magna Pars- Da Noi In

Immersi nel verde e inebriati dai profumi di fiori e piante del Giardino Segreto dell’hotel Magna Pars ecco un doppio menu che abbraccia la cucina di mare e si affianca alle ricette della tradizione italiana per pranzi e cene al ristorante Da Noi In. Invece per chi volesse fare un veloce spuntino o un aperitivo la proposta cade sul Lounge Bar Liquidambar.

28 Posti nel dehors

A partire da venerdì 30, il ristorante 28 posti riapre le porte al pubblico. Un’occasione per degustare la cucina sofisticata e d’avanguardia dello Chef Marco Ambrosino. Un menù d’autore ma alla portata di tutti che, in linea con la filosofia dello Chef, rispetta l’ambiente, la materia prima e l’equità dei processi di produzione. Un perfetto equilibrio tra la cucina sperimentale nordica e quella tradizionale mediterranea, da scoprire a pranzo o a cena negli spazi dell’elegante dehors al civico 1 di Via Corsico, a due passi dal Naviglio Grande. Impossibile non prenderlo in considerazione tra i migliori ristoranti con dehor a Milano.

Bioesseri

Si punta tutto sul bio da Bioesseri in via Fatebenefratelli e Vespucci, rispettivamente in zona Garibaldi e Brera. Una cucina autentica con tante eccellenze biologiche italiane e un tocco di Sicilia nei piatti: alla guida del gruppo che è presente anche a Palermo i fratelli Vittorio e Saverio Borgia. Grandi dehors esterni dove fermarsi dopo il passeggio nella blasonata Brera o a Moscova.

Fud – Bottega sicula

Ecco un divertente esperimento di crasi tra l’hamburger americano e l’ “am burger” di Fud: l’idea è quella di dimostrare che i panini “alla siciliana” sono migliori di quelli a stelle e strisce. Per farlo tre imprenditori siciliani doc, Andrea Graziano e i fratelli Borgia, hanno selezionato il meglio dei piccoli produttori della Trinacria per delle creazioni uniche, talvolta realizzate in esclusiva per il loro Fud sui Navigli. Un grande banco di gastronomia, salumi e formaggi oltre a panini espressi e taglieri da assaporare sul posto o da portare a casa.

Il Baslà

Una nuovissima apertura in zona Navigli, appena fuori dalla fermata Porta Genova, perfetto per un bruch curato o per chi ama la carne. Il dehors esterno è spazioso: da provare assolutamene la loro bistecca Tomahawk, la fiorentina e la costata bavarese, frollate 45 giorni e cotta in CBT con sale verde affumicato, il pulled pork e la focaccia con porchetta. Per il brunch da provare il tris di mini hamburger con crispers: ovvero hamburger classico di bovino, lattuga, pomodoro, cheddar, bacon; hamburgher con spinaci di bovino&suino, formaggio, philadelphia, cipolla caramellata; hamburgher affumicato bovino&suino, rucola, cheddar, salsa bbq al whisky. Il tutto viene servito in padelline molto instagrammabili, baslà appunto in milanese.

L’outdoor experience di Cocciuto

Da lunedì 26 aprile i tre locali del brand di ristorazione milanese tornano alla carica con un nuovissimo menù. Per la riapertura la proposta gastronomica si arricchisce di pizze stagionali come la Rosso di Mazara con crema di rucola, fiori di zucca, stracciatella e gamberi crudi, piatti dal twist internazionale come i calamari fritti accompagnati da maionese al mango e nuove versioni di piatti iconici, fra cui i gustosissimi “cocciutelli”, ciambelline di pasta fritta che si tingono di verde pistacchio.

I ristoranti orientali con dehor

Ecco tre eccellenze della ristorazione orientale che riaprono a Milano. Il ristorante MU fish a Nova Milanese riapre con il suo dehor in stile orientale da 30 posti a sedere. La cucina della nuova chef Jun Giovannini sperimenta i sapori tipici d’Oriente in una ricerca continua di percorsi gastronomici creativi. A Milano lo storico ristorante cinese Giardino di Giada ha uno spazio esterno da 12 posti a due passi dal Duomo. Il menù spazia da portate semplici, come il branzino al vapore, fino ai piatti della cucina imperiale come l’anatra alla pechinese. Infine in zona stazione Centrale, sempre a Milano, il ristorante fusion Kanji ripare il suo cortile interno, caratteristico e circondato dal verde, con 30 posti a sedere ben distanziati. Nella sua formula all you can eat gli ingredienti sono freschi e genuini, i piatti sono preparati con sapiente cura in un’ampia varietà tra questi i futomaki, gli uramaki e molto altro.

God Save our dehors

La rassegna tra i migliori ristoranti con dehor a Milano si conclude con God Save the Food. Nasce nel 2011 dalla volontà di creare luoghi curati nell’estetica, contemporanei nell’animo e praticamente sempre aperti. Il fulcro è la cucina a vista e sempre aperta e con piatti da assaporare giorno dopo giorno per gli ospiti che quotidianamente vengono a trovarci. Per un veloce caffè e brioches o perché in cerca di spazi dove lavorare al proprio pc bevendo un salutare succo il pomeriggio. L’atmosfera del giorno cambia la sera, dove le luci si abbassano, i colorati cocktail sostituiscono i cremosi cappuccini e i ristoranti si riempiono di tavolate informali di amici. Non c’è niente di meglio che gustare un piatto healthy e bilanciato godendo del tepore del sole nelle zone più iconiche di Milano.

Leave a Reply

2 × cinque =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: [email protected]

So Wine So Food

GRATIS
VISUALIZZA