Skip to main content

Il Natale è alle porte e cresce la voglia di panettoni! Noi abbiamo selezionato i migliori panettoni degli chef, quelli più golosi, creativi e imperdibili. Un comfort food, che renderà più piacevole questo Natale che rimarrà per tutti decisamente fuori dal comune.

Cristiano Tomei

In occasione del Natale 2020 nasce l’Imbuto BOX Panettone Edition creata in collaborazione
con Molino Grassi e chiamata come il ristorante dello chef Tomei “L’imbuto” a Lucca. Dal pane al panettone il passo è quindi breve; Cristiano Tomei ha deciso di mettersi alla prova realizzando il dolce natalizio per antonomasia: il Panettone. Tra gli ingredienti utilizzati la Farina Panettone della Linea di Pasticceria Molino Grassi.

Paolo Barrale

È firmato dallo chef Paolo Barrale il panettone creato per J Contemporary Japanese Restaurant in vendita da lunedì 14 dicembre, in edizione limitata, per raccogliere i fondi destinati all’ospedale Cardarelli di Napoli. L’intero ricavato sarà donato alla sala parto della  UOC di Ostetricia e Ginecologia della struttura ospedaliera. Il panettone J by Paolo Barrale è prodotto all’interno dell’azienda Perrotta ed è in vendita su prenotazione chiamando il numero 0815800543. Prezzo: 25 euro.

Eugenio Boer

Il [bu:r]ettone è un panettone classico rivisitato in una versione personale e legato alla memoria dello chef Boer. Un dolce delle feste nato dallo chef patron del ristorante [bu:r], in collaborazione con il pasticcere Jean Marc Vezzoli, parigino di nascita e brianzolo d’adozione. Tra gli ingredienti il miele di Sulla di Ape Nera, i canditi siciliani del Maestro Corrado Assenza, le “uova di selva” della Valtellina e il burro di Malga.
Il [bu:r]ettone è disponibile solo a Milano, per gli ordini è possibile chiamare o scrivere su Whatsapp al  3385035911. Prezzo: 40 euro

Andrea Berton

Lo Chef una stella Michelin al “Ristorante Berton” di Milano e una al “Berton al Lago” di Torno firma un classico della tradizione dolciaria milanese. È possibile ordinare il Panettone Berton direttamente dall’e-shop dal sito. Prezzo: 40 euro.

Sadler

Rivisita la tradizione, il panettone di Sadler, preparato con croccanti mandorle siciliane che decorano la cupola di zucchero, uova fresche italiane, vaniglia Bourbon, uvette sultanine e frutta candita di arance siciliane. Realizzato con più impasti, l’uso sapiente del lievito “madre” e un lungo raffreddamento naturale di otto ore, questo panettone risulta buono e molto digeribile. Prezzo: 40 euro.

Luca Marchini

Luca Marchini, classe 1971, titolare del ristorante l’Erba del Re realizza un panettone al cioccolato fondente, utilizzando lievito madre e pirlatura fatta rigorosamente a mano. Il panettone è acquistabile sul suo e-shop. Prezzo: 35 euro

Daniel Canzian

Per il secondo anno consecutivo Daniel Canzian, dell’omonimo ristorante milanese, crea il MI.O Panettone. La variazione sulla tradizione è l’utilizzo nell’impasto della pasta di arance arrosto al posto della frutta candita, che conferisce al dolce maggiore morbidezza. Disponibile nel classico formato da 1 chilo si può acquistare presso DanielCanzian Ristorante con ritiro su prenotazione, oppure online, sul sito Emporio DanielCanzian, con spedizione in tutta Italia. Prezzo: 30 euro.

Max Mascia

Dal ristorante 2 stelle Michelin, il San Domenico di Imola, lo chef Max Mascia realizza dei panettoni “Special Edition”. Diverse le tipologie di farina con ingredienti selezionati da piccoli produttori italiani, dalle uova fresche al burro. Lunga la lievitazione, circa 20 ore, grazie al lievito madre lavorato ogni giorno da Giovanni Mattina, il pasticcere del ristorante. Si passa dal classico panettone con canditi di arance e cedro con uvetta passa, al Pere e Gianduia (pere semi-candite, cioccolato gianduia 30%, pasta di nocciole Piemonte Igp), alla versione con Amarene e Cioccolato, (amarene, cioccolato fondente 55% di origine brasiliana, glassa a base da farina di nocciole piemontesi, mandorle siciliane e cacao), passando per quello all’Albicocca (albicocche semi-candite e in versione gelatina). I panettoni sono acquistabili sull’e-shop. Prezzo: 35 euro.

Gian Piero Vivalda

I panettoni stellati delle Langhe sono una creazione di Gian Piero Vivalda, chef 2 stelle Michelin all’Antica Corona Reale di Cervere in provincia di Cuneo. Quest’anno sono sei le versioni, con due golose novità. La prima nuova proposta è il Panettone ai Frutti Rossi, con fragoline, mirtilli selvatici, lamponi semi-canditi e amarene candite, al posto delle tradizionali arance e uvette. Il secondo panettone versione 2020 è quello al Mandarino Candito dell’Antica Confetteria Romanengo, storica azienda ligure attiva dal 1870, specializzata nella canditura. Prezzi: da 32 a 40 euro.

Carlo Cracco

Sono tante le versioni proposte da Carlo Cracco, tra gli chef stellati più famosi del nostro Paese. Si passa dal panettone tradizionale con arancia siciliana candita e uvetta 5 corone australiana, a quello con copertura al cioccolato, fino a quello con albicocca e cioccolato. Per l’acquisto è disponibile l’e-shop. Prezzi: da 40 ai 47 euro.

Viviana Varese

Morbido grazie alla lenta lievitazione, realizzato con grani pugliesi, arricchito di olive candite e cioccolato fondente, il panettone della chef Viviana Varese è una vera e propria bomba di gusto! Questa versione nasce dalla collaborazione tra il maestro fornaio Antonio Cera e la chef. Prezzo: 41 euro.

Matteo Baronetto

Un panettone in edizione limitata realizzato da Matteo Baronetto del ristorante Del Cambio di Torino, che non solo è buono, ma fa anche bene ai più piccoli. Quanto incassato dalla vendita del panettone Galup Nero sarà devoluto a sostegno del Centro Paideia, impresa sociale che offre accoglienza, sostegno e riabilitazione per bambini con disabilità. Tra i panettoni degli chef da mettere sotto l’albero. Per informazioni sull’acquisto del panettone solidale è possibile andare sul sito del Centro Paideia.

Giovanni Ricciardella di Cascina Vittoria

Sempre più in auge il giovane Giovanni Ricciardella, chef della bucolica Cascina Vittoria a Rognano, nel pavese. Lievito madre e ingredienti di qualità, direttamente dalla cascina. Supportato nella produzione a km zero della corte, dove fratelli e parenti allevano le oche, usa per la sua produzione di panettoni queste uova dal gusto particolare, particolarmente gialle e proteiche, che tingono del caratteristico colore paglierino il suo panettone “da cascina”.

Leave a Reply

6 + sedici =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: [email protected]