Skip to main content

Siamo andati alla scoperta dei 5 agriturismi per noi imperdibili nel Parco del Ticino tra Milano e Vigevano. Esempio di quei luoghi meravigliosi con le loro atmosfere al di fuori dello spazio e del tempo, di cui l’Italia è piena. Antiche cascine recuperate e trasformate in aziende agricole ed agriturismi che offrono la possibilità di assaggiare piatti realizzati con i prodotti dell’azienda stessa. Tutte rigorosamente a conduzione familiare.

1. Agriturismo Cascina Bullona (Pontevecchio)

L’Agriturismo Cascina Bullona, a Pontevecchio di Magenta (Milano) è situato proprio all’ingresso del Parco del Ticino, a due passi dalla Riserva naturalistica ‘La Fagiana’.

Questo posto è uno di quei luoghi dove ogni singolo dettaglio racconta storie di persone, di legami e di sacrifici. Quando nell’83 il padre di Stefano Viganò, titolare dell’azienda agricola, acquistò i terreni e la cascina in dismissione, Stefano aveva 20 anni e frequentava la facoltà di agraria. Stefano iniziò a lavorare durante tutti i fine settimana, con il padre ed il fratello, per rimettere in sesto i 20 ettari di terreno. Per riportarli alle coltivazioni e sistemare i fabbricati che erano ormai in stato di abbandono.

Erano gli anni in cui stavano nascendo i primi agriturismi, anni di giovani coraggiosi con grandi progetti, che si stavano inventando un nuovo lavoro. Stefano, con un paio di amici, fu tra i primi a capire che il turismo enogastronomico non era solo la moda del momento. Stava diventando un fenomeno su cui puntare per valorizzare il proprio territorio, i prodotti locali, gli orti ed i frutti gastronomici di questi orti.

E così è nato l’Agriturismo Cascina Bullona, il terzo agriturismo ad aprire nella zona Ovest di Milano. Oggi l’azienda agricola alleva animali (asini, maiali, cinghiali) ed ha una propria produzione di verdure e cereali (dalle farine, verdure e ortaggi di ogni genere, frutta). Tutti i prodotti sono disponibili nello spaccio della Cascina e sono usati dallo chef per preparare piatti tipici della tradizione locale.

Cascina Bullona dall’alto

2. I Silos (Besate)

Tra i 5 agriturismi nel Parco del Ticino, merita anche la Cascina Cantarana. Sperduta tra i campi di Besate, nel cuore del Parco, la cascina è nata come stalla da latte del Duca Visconti. Questa cascina oggi è un’azienda agricola semplice immersa in un ambiente familiare, e con un nome un po’ particolare, “I Silos”. Questo nome deriva proprio dai quattro grandi Silos che caratterizzano il profilo e svettano all’orizzonte.

Qui i prodotti sono davvero a km zero, nati dall’amore per la natura coniugato con le tecnologie per la caseificazione tradizionale e naturale. Nella cascina si allevano animali, tra cui capre e tori, che vengono alimentati ogni giorno con i foraggi coltivati nei terreni circostanti, integrati con piccole quantità di farine di produzione locale. Ogni mattina si munge il latte dalle 100 capre per poi lavorarlo direttamente in azienda. Si ottengono così ottimi formaggi a latte crudo e latticini, che poi sono venduti anche nel piccolo spaccio interno insieme a confetture di produzione propria.

L’allevamento di bovini è destinato alla produzione di carne, venduta poi direttamente e utilizzata nell’agriturismo. All’interno dell’azienda agricola c’è la possibilità di pranzare e cenare in un ambiente che dire familiare è forse dire poco, perché sembra proprio di essere dentro il salone di casa dei proprietari. Qui si possono degustare menu che variano a seconda della stagione in base alla disponibilità dei prodotti della natura, e sono sempre originali e mai banali. Una cucina semplice, tradizionale dai sapori genuini della campagna.

3. Molino Santa Marta (Casterno di Robecco)

L’Agriturismo Molino Santa Marta è immerso nel Parco del Ticino, nella frazione di Casterno, piccolo centro risalente all’epoca romana a pochi km da Milano. L’Agriturismo Molino Santa Marta deve il suo nome alla presenza dell’antico Molino che ha iniziato ad operare nel 1870, quando vennero completate le pale sul fontanile Monegata. Oggi si può ancora visitare il Mulino, meravigliosamente ristrutturato e nel locale interno sono state conservate la ruota originale ed una serie di ingranaggi in legno, oltre alla macina in pietra ed altri strumenti necessari per la lavorazione.

L’agriturismo appartiene alla famiglia Cairati, proprietaria sempre a Casterno della Bottega di Casterno, storico minimarket degli anni sessanta inserito nell’elenco delle Botteghe Storiche della Regione Lombardia, dove vende la carne dei bovini allevati da loro. Una decina d’anni fa i Cairati acquistarono anche l’Antico Molino Santa Marta, trasformandolo con cura e passione in un eccellente agriturismo.

In cucina c’è lo chef Luca Cairati che si è formato alla scuola di Gualtiero Marchesi e Carlo Cracco. Lo chef utilizza ingredienti genuini di provenienza aziendale della propria famiglia. Le ricette classiche, le carni degli allevamenti, i dolci vengono proposti dallo Chef con creatività e fantasia, per guidare gli ospiti in un percorso gastronomico alla scoperta degli antichi sapori in chiave moderna.

4. La Barcella (Casterno)

Nella nostra lista di 5 agriturismi nel Parco del Ticino da menzionare c’è la Barcella, una raffinata location che appartiene alla famiglia Oldani, da generazioni legata al mondo agricolo. Nei primi anni 90 la famiglia ha sentito l’esigenza di accostare all’attività agricola una nuova alternativa. Da lì è nata l’idea di intraprendere l’attività agrituristica. Nel 1996 nasce così La Barcella. La parte più antica della tenuta viene completamente restaurata e viene adattata a struttura ricettiva. Situato all’interno di una cascina caratterizzata da un vecchio mulino sapientemente restaurato e ancora funzionante, l’agriturismo ha infatti, oltre al ristorante, delle camere arredate con buon gusto e sobrietà e miniappartamenti.

Ma è proprio il ristorante il fiore all’occhiello dell’azienda agricola Oldani. I locali interni del ristorante sfoggiano ampi archi in mattoni e due camini. Insieme all’atmosfera calda e piacevole l’agriturismo propone una curata cucina del territorio. A tavola vengono serviti piatti locali, cucinati dallo chef Massimo Oldani secondo antiche ricette e accompagnati da gustosi salumi, e vini di produzione propria.

5. Cascina Caremma (Besate)

Immersa nella campagna di Besate, all’interno del Parco del Ticino, l’agriturismo Cascina Caremma è un punto di riferimento agricolo e turistico da più di 30 anni. La Cascina Caremma nasce nel 1988 e da allora insegue il sogno dell’autosufficienza alimentare. Per raggiungerlo vengono realizzati tutta una serie di processi di produzione agricola e di trasformazioni che vanno dalle più tipiche culture di cereali ai tradizionali allevamenti del milanese, alla produzione in loco di numerosi salumi, alcuni dei quali in via d’estinzione.

La sua attività è iniziata con la conversione dei terreni al metodo di produzione biologico per poi diventare agriturismo. Nel 1992, quando ancora non esisteva il Regolamento Regionale Lombardo, la Cascina inizia ad accogliere i primi ospiti coniugando la grande vocazione nel legare la terra al cibo con un filo, il più corto possibile, quello della Filiera Chiusa.

Cascina Caremma ha riportato in auge la coltura della vite maritata ad arativo, rintroducendo la Freisa, uno dei vitigni storici tipici della zona. Il vigneto della Caremma è quasi un Museo all’aperto dell’agricoltura padana dell’Ottocento: dai cereali ai legumi, dalle verdure alla carne, dal vino e perfino all’olio che non era ovviamente di oliva ma di semi di Crucifere, oltre che alle fibre tessili, canapa e lino.

All’interno del ristorante i piatti della tradizione sono preparati con 25 ingredienti a “metri zero”, provenienti dalla stessa Azienda Agricola, di cui 6 ingredienti certificati BIO.

La Cascina Caremma è oggi un’azienda agricola, un ristorante, un agriturismo con stanze, una Spa. Quest’ultima ha un’ampia piscina con fondale che riproduce l’ambiente acquatico della Lanca del Ticino per far immergere totalmente nella natura.

5 agriturismi nel Parco del Ticino, per una giornata all’insegna del mangiar bene prodotti a km 0 e piatti della tradizione culinaria lombarda.

Leave a Reply

sei − tre =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: [email protected]