Skip to main content
Eventi

Guida Michelin, il cielo stellato illumina la Svizzera

By Febbraio 7, 2019No Comments

La Rossa atterra sul suolo elvetico, mostrandoci le sue nuove scoperte: confermato il tris di tristellati, applausi per il Focus che passa da zero a due Stelle in un colpo solo

Anche quest’anno le stelle splendono nel cielo. Alcune ci sono già, mentre altre sono appena nate. Illuminano la notte, rendendola piacevole e spesso indimenticabile. I nostri amici svizzeri hanno potuto sperimentare un assaggio di questi luminosi corpi celesti che allieteranno le loro serate nei giorni a venire. Nel campo dell’enogastronomia, la terra elvetica ha fatto davvero dei passi da gigante: immaginate che tra il 2002 e il 2005, non esistevano ristoranti a Zurigo. Ora ce ne sono sette, tra i quali le new entry: Gustav, Ornellaia e 20/20 by Mövenpick. Sono stati i nuovi ristoranti ad entrare a far parte del firmamento della Guida Michelin Svizzera 2019, per un totale di 128 locali. Un vero e proprio record mai raggiunto prima. Tra questi abbiamo il ristorante Focus di Patrick Mahlen che insieme al suo team è riuscito a rendere più luminoso il paese di Vitznau (LU) con ben due stelle: tra l’altro partendo da zero, un vero capolavoro.

Non è finita qua, perché anche il ristorante dell’Hotel Baur au Lac, ovvero il Pavillon dello chef Laurent Eperon, ha raggiunto il gradino delle due stelle. Anche ad Ascona l’occhio più attento può scorgere una luminescenza raggiunta dal ristorante La Brezza dell’Eden Roc. Grazie all’abilità dello chef Marco Campanella, nuova scoperta del GaultMillau 2019, il locale si è potuto aggiudicare una nuova stella insieme ad altri 23 ritrovi svizzeri. In questa lista c’è L’Etoile-Nova della chef Alexandra Ziörjen in Charmet, il Neue Blumenau della chef Bernadette Lisibach in Lömmenschwil e Café Suisse della chef Marie Robert in Bex. Confermato il trono della volta celeste però è stato ancora una volta dato a tre eccellenze della guida. I tristellati rimangono tre: Il Restaurant de l’Hôtel de Ville di Crissier (VD), lo Schauenstein di Fürstenau (GR) e il Cheval Blanc by Peter Knogl di Basilea. Non si sono fatti parlare dietro i Bib Gourmand che raggiungono quota 157, con 26 new entry: Marktküche,sempre a Zurigo, è il primo ristorante vegetariano in Svizzera ad appartenere a questa categoria.

La guida si amplia sempre di più e di sicuro non vediamo l’ora di fare nuove scoperte nell’universo infinito della gastronomia.

Leave a Reply

due × uno =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: info@sowinesofood.it