Skip to main content

1300 indirizzi, 150 novità e 39 premiati

È stata presentata oggi la ventesima Guida Bar d’Italia del Gambero Rosso che racconta di 1300 indirizzi tra pasticcerie e locali per l’aperitivo in tutta la penisola. Il punteggio come di consueto è espresso in Chicchi (giudizio sulla qualità del caffè) e in Tazzine (che esprimono un voto sull’offerta complessiva del locale). Quest’anno sono 150 novità e 2 i nuovi ingressi nella vetta della classifica. 

“Come ogni anno ritorna il nostro importante appuntamento con i migliori Bar d’Italia selezionati nella Guida di Gambero Rosso arrivata con orgoglio al suo ventesimo compleanno sempre in compagnia di Illy caffè – dichiara Paolo Cuccia, Presidente di Gambero Rosso – La frequentazione dei bar: un’abitudine tutta italiana che il mondo ci invidia. Un comparto della offerta gastronomica in continua crescita grazie alla professionalità e alla creatività di operatori attenti alla qualità e alla innovazione, che il Gambero Rosso segue e promuove con attenzione e affetto”.

Quest’anno la giuria di esperti è stata più corposa rispetto al passato: da Tiziano Vudafieri (architetto Vudafieri.Saverino Partners); Laura Lazzaroni (Food & Wine); Angela Frenda (Corriere della Sera); Gabriele Principato (Corriere della Sera); Simona Sala (Tg1) e Claudio Sadler (Chef e Presidente dell’Associazione Le Soste) ha decretato il vincitore del premio Illy Bar dell’Anno: Spazio Pane e Caffè a Roma ultimo format di Niko Romito, “Per lo straordinario lavoro sull’essenza del prodotto, per la valorizzazione del rapporto con il territorio, per la forza del modello imprenditoriale applicato a un codice contemporaneo di bar italiano in tutte le sue funzioni, e non ultimo per il lavoro senza precedenti sull’alimento per eccellenza, il pane”. L’ aperitivo dell’anno lo vince il Marelet di Treviglio (BG). Menzione speciale ex aequo va invece a La Pasqualina (Almenno San Bartolomeo – BG) e 300mila Lounge (Lecce), “Per l’impegno etico, in particolare per le iniziative attente all’ambiente attraverso il packaging sostenibile e per i programmi di utilità sociale dedicati al reinserimento attivo di persone detenute”. Altra menzione speciale a Pavé (Milano) “per il lavoro di rottura e rivoluzione sul modello del bar di quartiere, dalla produzione, alla comunicazione, alla fruizione del prodotto. Il bar familiare 4.0”.

La Regione più premiata? La Lombardia, vincente in questo settore con ben 9 locali premiati, seguono il Veneto con 6, Piemonte ed Emilia-Romagna con 5, la Sicilia con 3, Liguria, Friuli Venezia Giulia e Toscana con 2. Un locale sul podio per Marche, Lazio, Abruzzo, Campania e Puglia.Sono due invece i nuovi ingressi nella vetta della classifica: In Croissanteria Lab di Carobbio degli Angeli (BG) e Olivieri 1882 di Arzignano (VI). Per la categoria Le Stelle, ovvero i locali che per almeno dieci anni consecutivi hanno ottenuto il punteggio di 3 chicchi e 3 tazzine, entrano due locali, Canterino di Biella e Caffetteria Torinese di Palmanova (UD).

Leave a Reply

17 − quattro =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: [email protected]