Skip to main content

La garanzia delle denominazioni significa difesa della tipicità dei prodotti italiani: DOC, DOCG, IGT, IGP, DOP e STG, ma facciamo chiarezza

Nel vasto mondo dei prodotti italiani, ci sono diverse denominazioni che ne indicano la provenienza e la qualità. Basta pensare ad esempio ai vini. Queste sigle possono essere un po’ confuse per i consumatori meno esperti, ma ognuna di esse rappresenta una specifica classificazione che aiuta a comprendere meglio il prodotto.

In questo articolo, esploreremo le differenze tra DOC, DOCG, IGT, IGP, DOP e STG, spiegando cosa significano e cosa rappresentano per i prodotti italiani.

DOC – Denominazione di Origine Controllata

La Denominazione di Origine Controllata (DOC) è una denominazione che garantisce l’origine geografica controllata di un vino. Questa designazione impone restrizioni sulle varietà di uva utilizzate, i metodi di coltivazione e produzione, e può includere anche specifiche riguardanti il periodo di invecchiamento. Un vino DOC rappresenta una denominazione di qualità superiore rispetto a un vino senza denominazione.

DOCG – Denominazione di Origine Controllata e Garantita

La Denominazione di Origine Controllata e Garantita (DOCG) rappresenta il livello più elevato di classificazione per i vini italiani. Questa designazione impone regole ancora più rigorose rispetto a quelle dei vini DOC, tra cui un’attenta selezione delle uve, tecniche di vinificazione specifiche e un periodo di invecchiamento più lungo. I vini DOCG sono soggetti a controlli rigorosi e devono superare una serie di test organolettici per ottenere la certificazione.

IGT – Indicazione Geografica Tipica

L’Indicazione Geografica Tipica (IGT) è una classificazione meno restrittiva rispetto a DOC e DOCG. Rappresenta una categoria di vini o di prodotti che riflettono le caratteristiche di un’area geografica più ampia, ma che non soddisfano i criteri specifici delle denominazioni più rigorose. L’IGT offre ai produttori una maggiore flessibilità nella scelta delle materie prime e nei metodi di produzione, consentendo loro di sperimentare e creare prodotti con caratteristiche uniche.

IGP – Indicazione Geografica Protetta

L’Indicazione Geografica Protetta (IGP) è simile all’IGT, ma pone ancora meno restrizioni. Rappresenta un prodotto lavorato in una specifica area geografica e che possiede determinate caratteristiche attribuibili a quella regione. Ad esempio, per il vino, l’IGP offre ai produttori la possibilità di utilizzare uve e metodi di produzione più diversificati rispetto alle denominazioni più rigorose, pur garantendo l’associazione con una regione specifica.

DOP – Denominazione di Origine Protetta

La Denominazione di Origine Protetta (DOP) è un termine generico che comprende sia le denominazioni DOC che DOCG. Rappresenta una protezione legale delle denominazioni di origine, assicurando che i prodotti abbiano origine da una regione specifica e rispettino i criteri di produzione stabiliti. La DOP è un marchio di qualità che garantisce l’autenticità e la tipicità di un vino, proteggendolo da imitazioni o contraffazioni.

STG – Specialità Tradizionale Garantita

La Specialità Tradizionale Garantita (STG) è una designazione che si applica a prodotti alimentari tradizionali italiani, compresi alcuni vini. Rappresenta una qualità superiore e un legame con la tradizione e la cultura culinaria del territorio di origine. Gli standard di produzione per i prodotti STG sono rigorosi e seguono metodi tradizionali tramandati nel tempo.

Le denominazioni dei prodotti  italiani, come DOC, DOCG, IGT, IGP, DOP e STG, rappresentano un sistema gerarchico che aiuta i consumatori a comprendere la provenienza e la qualità dei vini che acquistano. Ognuna di queste sigle ha specifiche restrizioni e regolamenti che i produttori devono rispettare per ottenere la designazione corrispondente. Conoscere queste differenze può aiutare gli appassionati di vino a fare scelte informate e ad apprezzare l’autenticità e la tipicità dei prodotti italiani.

Potrebbe interessarti anche questo articolo.

Leave a Reply

2 × 5 =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: info@sowinesofood.it