Skip to main content
Set bar Plum placcato in rame e in vetro vetro, Tom Dixon

Dalla A di Americano alla V di Vodka Sour, le formule mixology dei cocktail à porter accendono l’happy hour (anche in delivery)

A voler vedere in questi mesi di assoluto dissesto un piccolo lato positivo c’è stato. Siamo diventati magnifici fornai e mixologist. L’incremento del tempo che si trascorre a casa ha fatto emergere talenti a lungo tenuti a riposo. E quel piacere del fare così gratificante per chi lo vive in prima persona, qualunque sia il risultato, ha innescato addiction che non hanno intenzione di spegnersi così presto. L’appuntamento con l’aperitivo, ad esempio, è diventato uno dei rituali irrinunciabili della vita casalinga di molti. Se è la degna ricompensa dopo lunghe giornate in smart working, la formula dei cocktail ready to drink dal primo lockdown a oggi non hanno fatto altro che crescere ed espandersi, miscelazioni pronte da versare in tumbler e coppe permettono di superare tecnicismi virtuosi per arrivare dritte al punto: il godimento del cocktail. Non si tratta però di hot toddies, i cocktail invernali caldi, ma delle ricette dei grandi classici. E così barman e produttori si sono attrezzati per alzare il livello studiando packaging riciclabili, servizi delivery efficienti e tasting experience sempre più complete. Forse i puristi della miscelazione arricceranno il naso, ma è evidente che la differenza tra un Martini cocktail preparato al bancone e la versione pre-mixed in busta si sta riducendo a colpi di affinamento in bottiglia e distillazioni pre-batched che nemmeno in cantina.

Needs Ice Only, i cocktail monodose NIO Cocktails

La selezione invernale dei cocktail pronti da bere di NIO Cocktails include Cosmopolitan, Negroni, Tea Sour, Manhattan e Gimlet.

Basta aprire il pack dall’angolo colorato e versare nel bicchiere con abbondante ghiaccio. La drink list di NIO Cocktails, start-up nel 2018, conta ormai di ben 16 tra ricette signature e new entry tra cui scegliere. È possibile ordinare da un minimo di 5 a un massimo di 10 cocktail con il tocco inconfondibile di Patrick Pistolesi. E così l’aperitivo time è servito. Il segreto? Aspettare qualche minuto affinché la miscela si stabilizzi nel bicchiere ghiacciato. Scrollando la lista si pregustano già le note agrodolci di MiTo, quelle rinfrescanti e piccanti del Vodka sour sino agli aromi di T+, liquore al tè prodotto in Italia. Tutto su Nio Cocktails.

Emporio Armani Caffè, i drink d’autore con Playlist

La selezione dei cocktail pronti da bere di Emporio Armani si degusta con playlist abbinata.

Anche Emporio Armani Caffè e Ristorante si è organizzato per non smettere di coccolare i suoi habitué nemmeno sotto restrizione pandemia. Sono già disponibili i drink monodose premiscelati accompagnati da playlist Spotify dedicata. Ordinabili da Deliveroo, Mymenù e Cosaporto, basta agitare vigorosamente la confezione e versare il contenuto in un bicchiere riempito con i cubetti di ghiaccio Hoshizaki a scioglimento lento (e logo dell’aquilotto inciso). La selezione include Armani Espreessotini, quasi un dessert all’aroma caffè. EA Sensation dove lee note affumicate del Mezcal confluiscono su quelle dolci della vaniglia, oppure Spicy Cosmopolitan per note piccanti di litchi e zenzero. Emporio Armani Caffè

Peter in Florence, il gin diventa romantico con i cocktail pre-mixed per due

Le dosi dei cocktail ready to drink di Peter in Florence sono per due.

Gli amanti del gin (siamo in tanti) possono pianificare le future happy hour con i cocktail pre-mixed a base di distillato di ginepro di Peter in Florence. La casa produttrice del London Dry Gin da 14 botaniche con distillazione in alambicco carterhead, sui colli fiorentini, include pack da tre bottiglie da 20cl per cocktail pre-miscelati dal master distiller Stefano Cicalese. Martini cocktail da guarnire con oliva verde oppure cipollina in agrodolce in versione Gibson, oppure un Martinez con mix vermut rosso, maraschino e orange bitter? Chiude il tris l’immancabile Negroni pronto da degustare in un tumbler basso, con tanto ghiaccio e una fetta di arancia dolce amara. Peter in Florence

The Key, la chiave del successo dei cocktail ready to drink invecchiati come liquori

Logo inciso con ceralacca bianca e tappo in sughero, sono solo alcuni dei dettagli curatissimi dei drink monodose di The Key.

Valeria Sebastiani e Giada Panella sono il duo dinamico dietro al progetto di The Key, nato nel 2016, con all’attivo 7 cocktail ready to drink. Invecchiati in botti e venduti in bottiglie di vetro in mono porzione da 90 ml, sono belli come flaconi di profumo. La mixology è donna! Non si tratta di semplici miscelazioni ma di vere e proprie alchimie dai sentori così morbidi ed eleganti da essere assaporati senza ghiaccio e diluizione. Il segreto? Il tempo lento e una appassionata ricerca e conoscenza delle spezie, le erbe e gli olii essenziali. Il recupero di antiche ricette unito al processo di trasformazione alchemica sono la chiave del successo di un progetto così raffinato e curato. Keynco

Il tocco di Mattia Pastori trasforma l’aperitivo delle feste

La box pensata da Mattia Pastori per Nonsolococktail consente di partecipare all’evento digitale del 21 Gennaio 2021.

Se versare la miscela in tumbler ghiacciati è già una routine consolidata, con la box dei cocktail ready to drink firmati Mattia Pastori per Nonsolococktail, l’esperienza mixology sale di livello. Al suo interno ci sono aperitivo in bottiglia, snack e playlist musicale: ovvero tutto quello che serve per allestire un cocktail time con l’atmosfera giusta nel salotto di casa. Proprio come nei migliori bar. Il kit deluxe dell’aperitivo homemade prevede 4 cocktail d’autore pre-miscelati gustosi: Martini di Milano, Negroni di Modena, Mediterranean Daiquiri e The Gentlemen. Nonsolococktails

The Perfect Cocktail: sono ready to drink anche sostenibili

Il progetto di The Perfect Cocktail è anche sostenibile.

Bere bene significa anche fare nel modo giusto le cose, cioè con tutto il tempo che occorre. Così i tre soci di The Perfect Cocktail, Gianni Merenda, Max e David Razionale, si sono presi i loro tempi quando, nel 2016, gli si è accesa la lampadina sul tema dei cocktail pre-miscelati. Oggi il brand italiano è pronto al lancio in Italia con 10 “Perfect Cocktail” in grado di soddisfare i palati più esigenti ed assetati. Ogni ricetta cocktail è conservata in una mini-bag da 100 ml di nuova progettazione realizzata in una combinazione di materiali riciclabili che garantiscono durata nel tempo e promuovono al contempo un consumo responsabile. Disponibili in box da 5 dosi, è sufficiente shakerare la mini-bag, aprirla e versarla in un bicchiere pieno di ghiaccio. Dalla A di Americano alla V di Vodka Sour, ci sono proprio tutti. The Perfect Cocktail

Spirito Cocktails, i drink monodose per very addicted

Il Moscow Mule di Spirito Cocktails è miscelato con vodka italiana purissima, succo di lime e infuso di zenzero.

I drink sono miscelati in Italia, in un liquorificio milanese che appartiene alla stessa famiglia da ben tre generazioni. E senza l’aggiunta di distillati industriali, coloranti sintetici, glutine né solfiti. Ogni busta monoporzione è disegnata per essere bella, riciclabile e prêt-à-porter. Il carattere deciso e aromatico è frutto delle ricette del mixologist  Cristian Manassi, bartender di esperienza, che porta nei bicchieri capolavori da sorseggiare lentamente on the rocks. Sul sito sono disponibili box da 2, 5, 10 cocktails in busta pronti da bere, con la possibilità di creare una selezione personalizzata. Un Daiquiri con rum bianco dei Caraibi invecchiato 12 anni, oppure un Old Fashioned preparato con Bourbon whiskey artigianale invecchiato tre anni in Kentucky. Spirito Cocktails

Con i pre-batch di Open.Ice.Enjoy ci si avvicina alla perfezione

Non è semplice scegliere tra la versione vasetto monodose e la bottiglia di base pre-batch.

Andrea Gallottini ha seguito la filosofia del mondo mixology e del bartending newyorkese. Per essere preparati al meglio i cocktail non possono mai essere improvvisati. Per ottenere un risultato soddisfacente il segreto sta nell’avere a disposizione una base già pronta, chiamata in gergo pre-batch, bilanciata al millilitro. E le due formule di Open.Ice.Enjoy lo sono davvero. Qualsiasi bartender e appassionato potrà velocizzare la miscelazione di drink sia a base MilanoTorino, Americano, Negroni e Boulevardier, sia di quelli a base RumSour per creare Moijto, Cuba Libre e Daiquiri. Disponibili in due versioni, il vasetto monodose utilizzabile come bicchiere e la bottiglia da 1 litro, sono gli alleati con cui concedersi bis di guilty pleasure. Al di là di questo, il valore di una formula pre batch sta nell’offrire l’esatto equilibrio a ogni drink grazie alla precisione di dosaggio. Open.Ice.Enjoy

Bob, i cocktail d’autore di Isola a Milano

In Isola, il quartiere più easy chic di Milano, una nuova drink list ideata dal barman Cesar Araujo e dal team di Bob, perfetta per il delivery. Da provare i cocktail in vetro da 250 ml già pronti da bere come il Negroni, l’ Old Fashioned, il Boulevardier, il Whisky Sour o il Cosmo in accompagnamento a bao e dumplings raffinati, per un perfetto aperitivo milanese, anche a casa.

Cantiere Art Gallery di Treviso

Nel Cantiere Art Gallery di Treviso, un ex hangar industriale di oltre 400 metri quadri riconvertito in polo culturale con un cocktail bar e ristorante, il prossimo 10 dicembre si inaugura un nuovo coktail, il Concrete jungle,  nato dall’estro creativo di Daniele Carretta in occasione della mostra di Sten Lex e Tellas, tra gli street artist italiani più famosi al mondo.

Mi sono ispirato alla strada, ai muri e alle facciate delle città che gli street artists hanno utilizzato come delle tele, raggiungendo il colore del cemento grazie all’utilizzo della gomma di carbone vegetale. Mentre gli ingredienti base del Concrete Jungle sono bourbon whisky, succo di lime e sciroppo al passion fruit.Il nome invece l’ho tratto dal testo della canzone “Empire state of mind” di Alicia Keys racconta il barman. Al momento disponibile per l’asporto ma presto anche per il delivery.

Leave a Reply

nove − sei =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: [email protected]