Skip to main content

A Forlimpopoli c’è il più famoso network di cultura artusiana del mondo: nella città emiliana esistono due realtà molto importanti dedicate alla memoria del primo critico gastronomico italiano

Non solo autore e critico gastronomico, la figura di Pellegrino Artusi è sopravvissuta oltre la sua opera magna, andando a ispirare amanti del buon cibo e della tradizione culinaria dell’epoca. La città di Forlimpopoli ha dato i natali allo scrittore due secoli fa e ha avviato un progetto culturale dedicato all’Artusi stesso dal quale sono nate due importanti realtà: Casa Artusi e l’Associazione delle Mariette.

“Casa Artusi è stata creata grazie all’aiuto di un comitato scientifico presieduto da Massimo Montanari, il maggiore esperto italiano di storia della gastronomia, e di Alberto Capatti, il più grande esperto di Artusi” commenta Laila Tentoni, Presidente della Fondazione Casa Artusi “L’idea era di creare un centro di cultura gastronomica dedicato alla cucina domestica”. Il complesso è di 3000 metri quadri e comprende un percorso museale tutto a tema artusiano. All’interno si può trovare il Ristorante con ricette della cucina domestica unite a prodotti di qualità, poi la Biblioteca, dove studiosi e appassionati possono consultare la Collezione artusiana e la Raccolta di gastronomia italiana, la bottega, la cantina e, ovviamente, la Scuola di Cucina.
“La particolarità di quest’ultima è quella di avere delle postazioni pratiche e individuali che ospitano 20 persone – continua Laila Tentoni – tra gli appassionati che seguono i corsi abbiamo notato che gli uomini preferiscono quelli dedicati al pesce, mentre le donne quelli dedicati alla pasticceria. Naturalmente ce ne sono anche per ragazzi e bambini”.

La scuola è, inoltre, uno dei punti d’incontro con l’Associazione delle Mariette creata in memoria di Marietta Sabatini, governante di Artusi che ha avuto un ruolo significativo assistendo lo scrittore nella sperimentazione delle ricette insieme all’altro domestico Francesco Ruffilli.
“La finalità dell’associazione è la promozione e la diffusione della cultura della cucina domestica attraverso eventi e iniziativa – spiega Verdiana Gordini, Presidente dell’Associazione delle Mariette – I suoi membri collaborano con la Scuola di Cucina di Casa Artusi attraverso due corsi: quello della pasta fresca fatta a mano e quello della piadina”.
Si direbbe che svolgano un ruolo che potrebbe ricordare quello delle mamme e delle nonne in cucina, delle figure che richiamano alla mente un ambiente sereno e gioviale, quasi casalingo.

Leave a Reply

cinque × tre =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: [email protected]