Skip to main content
SWSF Pocket

Cacettone, un Natale dal sapore decisamente interessante

By Dicembre 21, 2023No Comments

Cacettone, dopo il lancio della pionieristica mozzarella antiossidante alla curcuma e della rivoluzionaria mozzarella di Cammella, il Petrone Group presenta con orgoglio il primo Caciocavallo al gusto Panettone

Cacettone. L’azienda, con sede a Fisciano (SA), è titolare del brevetto per l’Innovative Enrichment Milk (IEM), un dispositivo all’avanguardia che coniuga efficienza e sostenibilità. Questo innovativo sistema migliora i processi di omogeneizzazione e pastorizzazione attraverso l’intelligenza artificiale, analizzando attentamente i parametri del latte e ottimizzando il processo di arricchimento.

La simultaneità delle operazioni”, commenta Vincenzo Petrone, CEO dell’azienda, “garantisce innovazione nellarricchimento del latte (nutrienti, antiossidanti, antibiotici naturali). Non risolve solo problematiche della filiera attuale, ma potenzia le possibilità di lavorazione: il latte diventa smart, in quanto larricchimento apre le porte alla biodiversità, alle nuove tipologie di latte come antinfluenzale e antiossidante”.

Da questo processo nasce anche il Cacettone che unisce il gusto del ben noto Caciocavallo a quello del dolce delle feste per eccellenza: il Panettone. Uvetta e aromi fruttati si uniscono al latte per dar vita ad un gusto sorprendente.

Il sapore varia in base alla stagionatura. Quindi il Caciettone stagionato 2/3 mesi avrà un gusto molto fresco e inebriante grazie alla combinazione della mandorla fior darancio e uvetta; mentre in quello stagionato più di 1 anno, avremo la piccantezza del formaggio (acquisita appunto nella lunga stagionatura) in contrasto con le note di dolcezza delluvetta e dei profumi del panettone! Un tripudio per il palato insomma!”, spiega Petrone.
Questa è la prima Linea di Caciocavalli Smart facente parte della famiglia dei formaggi Smart, prodotti grazie al dispositivo IEM, che abbiamo già conosciuto con la mozzarella. A differenza di quest’ultima, sui formaggi a pasta semi dura e dura ci si può reinventare maggiormente considerando che sono prodotti a lunga stagionatura e soprattutto non contengono la parte acquosa che detta limitazioni per l’arricchimento.
Per questa ragione Petrone Group oltre al Caciocavallo gusto Panettone, ha già sperimentato la produzione del Caciocavallo al licopene (estratto dal pomodoro), alla carota viola, anch’essa ricca di vitamine minerali e antiossidanti, all’albicocca del Vesuvio per un gusto fruttato e delicato. C’è anche il Caciocavallo al caffè espresso napoletano per un gusto deciso, quello ai limoni della Costa dAmalfi per un profumo davvero unico e al nero di seppia di Cetara per un connubio tra terra e mare davvero eccezionale.
L’intelligenza artificiale di cui è dotato il dispositivo IEM adatta al tipo di lavorazione (es. per il Caciocavallo) determinati parametri (livello di grassi, proteine), e in base alle differenti temperature della pastorizzazione il latte si modella per ottenere il risultato ottimale. “Il modello vale per tutte le categorie di latte, proveniente da qualsiasi animale” continua Petrone. “Questo permette di abbattere lallevamento intensivo, perché più varietà di prodotto garantiscono maggiore biodiversità, senza dover stressare gli animali”.
Il Caciocavallo ai vari gusti, infatti, è solo il secondo prodotto dei tre che produrrà Petrone Group in esclusiva coi i suoi caseifici associati. Tra i collaboratori più influenti dell’azienda spicca il nome di Enrico Carotenuto, mastro Casaro con esperienza 30ennale del caseificio La perla Bianca situato ad Avella (Av), della famiglia Maio, con la quale sono state realizzate le prime linee di mozzarelle e caciocavalli Smart di bufala e Cammella.
Il dispositivo IEM è disponibile per qualsiasi azienda in concessione d’uso, purché non tratti di mozzarella, grana e caciocavallo, che invece rimangono esclusiva di Petrone Group. Chi vorrà produrre i tre prodotti sopracitati, potrà farlo acquisendo il franchising, costituendo quindi una stretta partnership con Petrone Group. “Attualmente stiamo realizzando delle linee di produzione destinate ai test che saranno oggetto di pubblicazioni scientifiche dal CNR e dallUniversità di Salerno. Il mercato non dovrà attendere molto, almeno quello on-line, in quanto visto lenorme interesse ricevuto per la mozzarella, nellestate 2024 avvieremo già le-commerce, ha concluso Petrone.

Leave a Reply

tre × quattro =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: info@sowinesofood.it