Skip to main content

Brunello di Montalcino Riserva 2016 e il Brunello di Montalcino 2017, le nuove annate accompagnano la seconda edizione de ‘La Voce di Biondi-Santi’

L’uscita delle nuove annate è accompagnata da una grande novità: tramite il QR presente sul collo della bottiglia, ‘La Voce di Biondi-Santi’ viaggerà con ogni bottiglia (delle nuove annate).

Biondi-Santi, il tema del 2023 è “Meraviglia”

Giampiero Bertolini, Amministratore Delegato di Biondi-Santi afferma:

“Abbiamo scelto per questa edizione ‘Meraviglia’ perché è un concetto di cui abbiamo molto parlato in cantina nell’ ultimo anno. ‘La Voce di Biondi-Santi’ risponde al desiderio di condividere con la nostra comunità di collezionisti e appassionati di vino, i pensieri e i principi che guidano ogni giorno il nostro percorso evolutivo. Apriamo una finestra su ciò che accade in azienda, in modo che chi stappa una bottiglia di Biondi-Santi possa avere una comprensione ancora più profonda del lavoro e delle persone che stanno dietro al vino”.

Due vendemmie molto diverse tra loro, una temperata e relativamente piovosa, l’altra molto calda e arida, che esprimono lo stile di Biondi-Santi in due modi distinti, nel pieno rispetto dell’equilibrio tra struttura e freschezza che da sempre sono alla base della longevità insita nel DNA di Biondi-Santi. Le storie della nuova edizione de ‘La Voce di Biondi-Santi’ accompagnano in bottiglia i nuovi vini.

Neri Marcorè dà voce all’audiolibro ‘Enigma in luogo divino’ scritto da Gianni Farinetti.  Una narrazione a tinte gialle, ironica, ambientata a Parigi tra personaggi sorprendenti e d’antan, che ruota intorno al mistero di una speciale bottiglia battuta all’asta: la leggendaria Riserva 1955 di Biondi-Santi.

Quattro conversazioni riprodotte in podcast approfondiscono il tema dell’anno con le personali interpretazioni del sentimento di ‘Meraviglia’ da parte dei protagonisti: qualcosa di inaspettato per Giampiero Bertolini, Amministratore Delegato; la confidenza tra terra, tempo e vino per Federico Radi, Direttore Tecnico; la bellezza nascosta si può toccare con mano per Eike Schmidt, Direttore delle Gallerie degli Uffizi di Firenze,  lo “spirito affine” scelto quest’anno da Biondi-Santi per discorrere sul tema dell’anno. Inoltre, il podcast di Giampiero Bertolini e Federico Radi riservato alla presentazione delle nuove annate di Riserva, Brunello e Rosso di Montalcino. Anche l’autore Gianni Farinetti parla del suo personale incontro con Biondi-Santi in “Di antica meraviglia, avventura e ironia”.

BRUNELLO DI MONTALCINO RISERVA 2016

Un classico Riserva Biondi-Santi che coniuga struttura, finezza e freschezza in un equilibrio gustativo che fa presagire una lunga vita in bottiglia. È il frutto di una stagione vegetativa molto regolare, che ha visto la giusta quantità di pioggia e sole, al momento giusto.

L’estate 2016 è stata calda ma senza picchi estremi, con piogge rinfrescanti a fine agosto, che hanno favorito l’escursione termica tra il giorno e la notte. Questo ha prolungato il processo di maturazione finale delle uve, esaltando il lato aromatico e la struttura di questa Riserva.

BRUNELLO DI MONTALCINO 2017

Il Brunello 2017 è un vino che sorprende per la sua espressione fragrante in un’annata caratterizzata da un clima caldo e asciutto. L’altitudine dei vigneti di Biondi-Santi ha contribuito all’incontro proficuo tra acidità e frutta dolce, conservando una moderata gradazione alcolica del 13,5% ed esprimendosi con tannini a grana fine, che hanno mostrato la loro qualità già durante la fermentazione. Un Brunello che rappresenta in modo preciso la firma stilistica delle vigne di Biondi-Santi. 

Leave a Reply

4 × 3 =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: info@sowinesofood.it