Skip to main content

Be.come 2021 è la prima edizione di un evento che interessa il mondo enoico, moda, arte, design e la green economy

Un filo conduttore che interessa settori apparentemente diversi ma con parallelismi che non ti aspetti: Così si è svolto a Siena la prima edizione del tanto atteso Be.come, una nuova generazione di evento sul mondo del vino italiano con un particolare focus sull’evoluzione del panorama enoico attuale.

Due giorni immersi nel cuore della città del famoso palio, in una location suggestiva, il Complesso Museale di Santa Maria della Scala, il primo ospedale dell’occidente. Piu di 30 aziende vitivinicole, esperti del settore, personaggi chiave dell’enogastronomia e rappresentanti di settori come design, moda, arte e sostenibilità hanno creato un network con spunti attuali, dibattiti contemporanei e dialoghi produttivi.

Un contesto che rispetta la tradizione del territorio e che rilancia la regione Toscana ad una costruttiva evoluzione in termini di eccellenze italiane. I 5 panel e le 3 masterclass si sono alternate a confronti con i singoli produttori, l’experience di 1895 Coffee Designers by Lavazza e ad interviste come la presentazione del progetto Off Wine, un vigneto a Montalcino a sostenibilità misurabile. Possiamo  dire con certezza che per un operatore del settore sono stati due giorni di assoluta estasi culminati con le Masterclass.

Il nostro primo italiano Master of Wine Gabriele Gorelli ha letteralmente preso il timone di questo viaggio fra il terroir Toscano trasmettendo l’infinita sapienza nel mondo vitivinicolo. Navigando fra le colline toscane e affrontando Riserve e Selezioni, i celebri Supertuscan e le denominazioni tradizionali è riuscito ad ammainare dubbi e a dirigere la rotta attraverso una degustazione formativa, chiara ed elegante. Al suo fianco colleghi di un certo spicco nei nomi di Justin Knock, Master of Wine London e Cristophe Heynem. Master of Wine importatore leader in Belgio e Francia.

Be.come è stato l’evento scandito da inviti misurati e selezionati che ha permesso lo scambio di idee e opinioni fra cultori del settore, i macro temi Be.Tuscan, Be.Creative, Be.Sustainable, Be.linked, Be.Social sono stati espressi dalle interviste suggestive a protagonisti indiscussi, tutto questo ha permesso un’importante riflessione sul futuro del vino. Cosa  diventerà o può diventare il mondo del vino? Di una cosa siamo sicuri, la Toscana abbraccia i valori di sostenibilità e creatività ed eventi come questi sono il frutto di passione e dedizione di protagonisti del settore di cui non possiamo fare a meno.

Leave a Reply

4 × cinque =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: [email protected]