Skip to main content

Grande festa a Venezia, in Campo S. Stefano, dove Campari Group ha individuato la location ideale per la prima apertura delle Terrazze Aperol: un grande progetto in divenire, partito dalla Serenissima e destinato a prevedere in futuro nuovi opening, con importanti risvolti internazionali in location strategiche per i mercati del Gruppo.

Come nasce l’idea della Terrazza Aperol?

“Terrazza Aperol”, nasce dal desiderio di un coinvolgimento sempre più attivo della popolazione veneziana, in una logica di interazione fra tradizioni territoriali locali e movimento turistico internazionale. “Non a caso, ha sottolineato Chiara Latella, responsabile della comunicazione Global Brand del Gruppo, lo Spritz (Prosecco, Aperol, Soda) è nato proprio qui in Veneto, oltre cent’anni fa. E questa prima apertura nel cuore di Venezia tende proprio a sottolineare questo spirito identitario di Aperol, che passa inequivocabilmente attraverso la proposta di questo drink assolutamente unico e espressione del migliore Made in Veneto”.

La Terrazza è ospitata negli spazi di un palazzo storico in Campo Santo Stefano, con ampio plateatico sulla piazza, a due passi dal ponte dell’Accademia, in una zona di grande passaggio, sia di clientela internazionale che di autentici veneziani doc. Nessun luogo più di questo poteva meglio esprimere la connessione profonda con uno dei riti più caratterizzanti della città, quello dell’aperitivo, che viene rivisto in versione contemporanea proprio attraverso lo Spritz. Grazie a una fusione originale tra design e atmosfera, Terrazza Aperol è il luogo in cui vivere in modo unico lo stile Aperol, celebrando il senso della convivialità tipica del rituale dell’aperitivo.

Terrazza Aperol si ispira in chiave contemporanea al “bacaro” – la tipica osteria veneziana, proponendo un locale di impronta cosmopolita, in un continuum fluido fra ambientazioni diverse interne ed esterne. Un mix che, partendo dalle tradizioni veneziane più autentiche, aspira a diventare motore di vitalità per la città e luogo preferito di convivialità dei veneziani, e non solo, riuscendo ad attrarre anche un pubblico internazionale con la potenza evocativa di Aperol Spritz.

Aperol Spritz e Venezia

Il legame intimo tra Venezia e Aperol Spritz emerge peraltro nei dettagli degli arredi utilizzati: dal parquet realizzato con le “briccole”, pali da navigazione della laguna recuperati, alle pareti decorate con tasselli di vetro inseriti a mano a stucco veneziano, dal soffitto che ricorda l’antico modulo a travi con giunti decorati – chiamato soffitto alla Sansovina – ai lampadari in vetro realizzati a mano a Murano. Il tutto rivisto e attualizzato, per dare carattere a un ambiente che riflette la personalità di Aperol, la sua solarità e socialità innate, espresse dall’inconfondibile colore arancione. Nel rispetto del tessuto urbano che lo circonda, il locale è stato progettato sposando un concept ispirato ai materiali di recupero, che generano un impatto positivo sull’ambiente complessivo. La proposta food parte dalla tradizione veneziana dei “cicchetti”, per evolversi poi in un menù creato appositamente per Terrazza Aperol da Alessandro Negrini e Fabio Pisani, i due chef de “Il Luogo di Aimo e Nadia”, due stelle Michelin a Milano, che hanno creato un menù basato sulla tradizione veneziana, con materie prime italiane eccellenti e modulato interamente sulla stagionalità.

Terrazza Aperol ha scelto anche di fare un vero e proprio regalo alla città: il contributo al restauro di due imbarcazioni storiche, una Caorlina e un Batèlo da Nasse.

Forse ti interessa anche: Le terrazze più glamour della Capitale

Leave a Reply

3 × 4 =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: [email protected]