Skip to main content

Anticelebration, a tu per tu con Maxim e Elena, i fondatori di una nuova era nel mondo del vino

Una nuova realtà nel mondo del vino che ha l’arduo compito di combattere lo spreco fin troppo perpetrato. Anticelebration è la scelta da compiere per apprezzare fino in fondo il lavoro dei produttori che ne fanno parte. Anticelebration è il nuovo portale dove potrai acquistare l’ottimo vino in proposta.  

Abbiamo incontrato Maxim e Elena, i fondatori di Anticelebration. Maxim è laureato in Economia e Marketing, con alle spalle una carriera internazionale nel campo della finanza sostenibile e di partenariato pubblico-privato nel settore delle infrastrutture con impatto sociale e sostenibile. Elena è laureata con Lode in gestione strategica e marketing ha lavorato per oltre 10 anni come responsabile Marketing, focalizzandosi su progetti che combinassero azioni di marketing e tecnologie digitali nell’industria del vino.

Maxim & Elena, founder di Anticelebration indossando le maschere simbolo della community di Anticelebrants

Questa è l’esclusiva intervista che ci hanno rilasciato!

Come nasce Anticelebration?

Anticelebration è nuovo marchio nel mondo del vino che nasce con la missione ed il desiderio di offrire una nuova cultura del consumo consapevole per chi apprezza prodotti di qualità, come lo spumante prodotto con il Metodo Classico.
Si tratta infatti di una brandizzazione di spumanti creati con piccole produzioni di viticoltori locali, uniti sotto un’idea comune: lo sviluppo del territorio e la valorizzazione della produzione di vini di qualità. Siamo partiti da una prima collezione dedicata alle Marche, dove viviamo, ed al Verdicchio, il più antico autoctono vitigno d’Italia, varietà riconosciuta come perfettamente adeguata alla produzione del Metodo Classico.

 L’anti spreco è l’anima di Anticelebration. Qual è la mission di Anticelebration?

Antispreco è il nostro Mindset! Una causa centrale per noi, tanto da avere avuto l’idea di promuovere una Petizione contro il consumo irresponsabile di spumante in Italia, a favore del rispetto per l’ambiente e per il prodotto. Il concetto ruota attorno al bere il nostro vino spumante fino all’ultima goccia perché è un prodotto di alta qualità e frutto del lavoro dei viticoltori locali e del loro amore per il territorio. Ci facciamo quindi portavoce di un movimento sociale al grido di “vietate sciabolate e bagni di spumante”, proponendo un’alternativa per celebrare: una soluzione gassata e non potabile, venduta in bottiglia altrettanto ricercata e chiamata “Celebration”. La vendiamo in combinazione con  gli spumanti o si può acquistare separatamente con l’obiettivo di festeggiare spruzzando e sciabolando quanto si vuole ma senza lo spreco di ottimo vino!

 Come hanno reagito i produttori alla vostra mission e al vostro progetto?

Si sono sentiti supportati e sostenuti e ci hanno immediatamente dato manforte per lo sviluppo dell’idea. Tanto che hanno iniziato a presentarci altri viticoltori come loro. Siamo rimasti davvero sorpresi dal fatto che l’idea stessa abbia immediatamente attratto altri produttori, anch’essi entusiasti quanto noi, ambiziosi e perfezionisti nel loro lavoro. Hanno iniziato a inviarci bottiglie ancora da invecchiare provenienti da diverse regioni d’Italia. Per questo motivo, sul nostro sito web abbiamo anche creato una sezione per i produttori di vino che vogliono unirsi a noi, dove sono indicate le condizioni di adesione e l’indirizzo a cui mandare i loro vini.

In sostanza il nostro obiettivo è unire le piccole produzioni includendole in un unico marchio basato sul rispetto per il vino, cercando di portare alla luce il valore dei vini spumanti prodotti con metodo classico e promuovere la loro qualità.
Tutto questo lo facciamo credendo fortemente ad una rinnovata consapevolezza sociale da diffondere insieme legata alla cultura di rispetto per le produzioni tradizionali e ad una inevitabile coscienza antispreco.

 Parlate di obiettivo verso la ricerca di nuovi produttori, ma qual è il plus per il consumatore finale?

Crediamo che il nostro marchio sia un serio concorrente dei grandi produttori di massa in termini di qualità del prodotto, volume di produzione e marketing. Allo stesso tempo, però, i consumatori potranno scoprire un mondo variegato di spumanti provenienti da piccoli terroir unici e da vitigni autoctoni. Con il nostro marchio, il consumatore imparerà sempre qualcosa di nuovo e si sorprenderà di come si possano gustare gli spumanti in modo allegro e responsabile. 

Quando selezioniamo i vini per la nostra collezione Anticelebration, insieme al nostro team di enologi e sommelier, prestiamo particolare attenzione al rispetto delle tecnologie tradizionali per la produzione di spumanti e alle caratteristiche organolettiche del vino di una particolare varietà. Le uve devono provenire solo dai propri vigneti e l’affinamento sui lieviti deve avvenire per almeno 36 mesi.

Da parte nostra, al momento della sboccatura, aggiungiamo ai vini la cosiddetta “liqueur d’expedition” appositamente elaborata per ogni singolo cuvée, che esalta le caratteristiche uniche del vino, e utilizziamo i tappi di sughero della migliore qualità sul mercato per consentirne l’invecchiamento per molti anni, dato che i vini hanno un potenziale sufficiente per farlo. In questo modo, ogni cuvée è un vino unico, rilasciato in quantità estremamente limitate che non saranno mai ripetute. Questo per noi è il valore unico e il valore aggiunto per i nostri consumatori.

Progetti futuri?

Ci saranno nuove sorprese, non solo dall’Italia, ma preferiamo non svelare altro al momento godendoci il lancio della nostra prima collezione. Per scoprire di più sul futuro del Brand, vi consigliamo di seguirci!

 

Leave a Reply

18 − 3 =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: info@sowinesofood.it