Skip to main content

Amare è il ristorante che gioca sulle parole amore e mare per esaltare ancor di più l’amore per il mare, le sue prelibatezze e la cura per valorizzare il gusto

Amare. Da un negozio di ceramiche, nel cuore di Roma e più precisamente nel quartiere di Prati, i due cugini Fausto e Sergio, danno forma a quello che da tempo avevano a cuore.

La storia fantastica di una famiglia di ristoratori ma soprattutto di questo spazio dove, come detto, precedentemente sorgeva uno storico negozio di ceramiche di cui ne troviamo tracce in qualche dettaglio.

L’amore e il rispetto per il mare fa si che i due giovani ragazzi, Fausto classe 87, Sergio classe 96, all’unisono creano un format con respiro internazionale.

Amore per il mare: Amare

Piatti romani in rivisitazione marina e grandi classici sono le portate offerte dal ristorante nel cuore di Roma dove si respira la brezza del litorale laziale. Proprio da qui che viene la materia prima, Ponza e Terracina in primis. Un’offerta che va dall’aperitivo con un’ottima selezione di ostriche e Gin a tema marino.

La moda vuole che sempre piu distillati hanno botaniche marine, iodate, salmastre che strizzano l’occhio agli amanti del mare, Amare ne ha fatto un mantra. Ecco quindi il gin di Ponza, il Gin Formentera e il Gin Etsu Ocean Pacific Water.

Non mancano di certo le bollicine Italiane oltre che ai Cremant, Champagne e Cava che con i bites permettono di bilanciare perfettamente i “morsi di mare”.

Riso Japan croccante con tartare di salmone selvatico, bbq e burrata e Polpettine di tonno con crema di ceci sono solo alcune delle proposte per l’aperitivo.

I piatti

La materia prima del litorale laziale è sicuramente la protagonista indiscussa: totanetti del mar Tirreno, alici e calamari di Terracina, gamberi rosa di Ponza e di Terracina. Segue ovviamente tutto il pescato da tutta Italia e grandi eccellenze estere: spigola, branzino, aragosta, astice e capesante.

Tra i piatti: gnocchetti di patate fatte a mano al sugo di polipetti, pomodoro rosso del Gargano, olive taggiasche e capperi o i Tonnarelli artigianali cacio e pepe con Pecorino, crudo di gamberi viola di Terracina e lime.

Infine da menzionare lo Strudel di spigola croccante con curry, carciofi e crema di porro che anticipa i dessert tutti fatti in casa.

Il Locale

Piatti, vasi, piastrelle e molto altro serpeggiavano in via Cicerone 61 degli anni 70 fino al 2012. Una volta chiusa l’attività i due cugini si fanno forza e dopo diverse riflessioni aprono nel 2018 il ristorante. Ricorrenti sono i richiami al negozio di ceramiche, troviamo infatti delle mattonelle sui tavoli della terrazza che permettono al ristorante una versatilità totale.

Si presta infatti per una cena elegante ed intima cosi come per un pranzo in famiglia. I 60 posti a sedere fra interno, dehor e terrazza permettono anche aperitivi fra amici e cene aziendali. L’atmosfera calda ed accogliente che richiama sempre il tema marino ma soprattutto l’ospitalità di Fausto e Sergio rende l’esperienza molto apprezzabile e confortevole.

È sempre stimabile il coraggio e la determinazione di due giovani ragazzi che rimboccandosi le maniche decidono un mestiere duro e di profonda dedizione. Il consiglio è proprio quello di continuare a perseguire la strada della qualità e della valorizzazione della materia prima locale, difatti, quando si trovano certe eccellenze, bisogna “modificarle il meno possibile”.

Leave a Reply

19 − quindici =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: info@sowinesofood.it