Skip to main content
So Food

Agnello Gallese IGP per Natale 2020

By Novembre 9, 2020No Comments

Agnello Gallese IGP per Natale 2020: immancabile sulle tavole durante le feste. 

Dal Galles Agnello Gallese IGP un’alternativa tenera, saporita, versatile e sostenibile. 

Agnello Gallese IGP

Agnello Gallese IGP per il Natale 2020

Una carne tenera e saporita che in Italia viene preparata da nord a sud a seconda della tradizione regionale. Arrosto, con contorno di carciofi, il cosciotto, le immancabili costolette. L’importante, però, è che la carne sia di qualità. Per questo motivo Agnello Gallese IGP per Natale 2020 è un must per le tavole che vogliono una carne di qualità.

Dal Galles – verde regione della Gran Bretagna – arriva una carne ovina IGP tenera e gustosa. Ed è diretta conseguenza dell’ambiente sano e pulito. Qui gli animali crescono e vengono allevati secondo tecniche tramandate di generazione in generazione. Un patrimonio enorme per il Galles che, con i suoi 11 milioni di ovini, rappresenta uno dei principali produttori di carne ovina d’Europa. Non a caso l’agnello è un piatto tradizionalmente associato alla cucina e alla cultura gallese. 

L’unicità dell’Agnello Gallese

Il gusto del Welsh Lamb è ciò che lo rende unico. Un sapore naturale, dolce, per nulla forte. Senz’altro frutto dell’esito di un’alimentazione naturale composta prevalentemente da erba verde alternata ad erica e a erbe autoctone profumate. 

Altro aspetto fondamentale è che l’animale viene cresciuto e allevato solo con l’obiettivo di produrre carne di alto livello. Non viene sfruttato per ottenere altri prodotti. 

Inoltre lo sviluppo muscolare ben definito dell’animale conferisce alla carne quella tenerezza e quel sapore tanto apprezzati. 

L’Agnello Gallese, infine, è garantito IGP – marchio di indicazione geografica protetta. Ciò assicura la provenienza da aziende agricole garantite e da macelli controllati. 

Agnello Gallese IGP: la sua stagione

La stagionalità. Un aspetto fondamentale quando si parla di cibo. Ancor di più quando si parla di cibo di alta qualità. Infatti il periodo in cui la natura regala i suoi frutti è lo stesso in cui queste specialità esprimono le migliori qualità. Hanno anche un minor impatto sul portafoglio!

E i prodotti di origine animale sono anch’essi legati al ciclo della natura. È il caso dell’Agnello Gallese. La sua stagione inizia alla fine dell’estate e si prolunga fino alla fine dell’anno. In questi mesi il Welsh Lamb dà il meglio di sé in termini di gusto, tenerezza e succulenza.

E i pascoli estensivi, l’aria pulita, l’erba e l’erica profumata di cui questi animali si cibano rendono la carne eccezionalmente gustosa, delicata e per nulla caratterizzata dal tipico sapore selvatico. 

Agnello Gallese IGP: la sua versatilità

I tagli di questo agnello sono caratterizzati da versatilità e varietà. Possono dunque essere preparati e adattati secondo la stagione e il gusto. L’Agnello Gallese IGP in Italia si trova sia nei menu di molti ristoranti, sia nei banchi di carne fresca delle principali catene della gdo. Lo si può trovare in piccoli tagli sottovuoto. 

Un rapporto qualità prezzo, infine, che porta questo tipo di carne ad essere scelto sempre di più dal consumatore italiano. Ha infatti la possibilità di acquistare una carne sicura e garantita in tutta la filiera. 

Logo WL

Carne buona e sostenibile

Non da ultimo, scegliendo Agnello Gallese IGP il consumatore è certo di acquistare una carne sostenibile per la natura. L’allevamento in Galles rappresenta uno dei modi più sostenibili al mondo per produrre carne di qualità. Per secoli, gli allevatori gallesi hanno svolto un ruolo fondamentale nella creazione e nel mantenimento dei paesaggi rurali che noi oggi conosciamo e amiamo. La gestione sostenibile e responsabile di questi uomini ha contribuito a creare un ambiente diversificato mantenendolo ricco di fauna selvatica e particolarmente adatto all’allevamento di bovini e ovini. 

A differenza di altre parti del mondo, in Galles gli allevamenti sono tutti estensivi. Bovini e ovini sono allevati su pascoli verdi e rigogliosi grazie alle piogge abbondanti. I terreni, inoltre, catturano il carbonio dall’atmosfera. Pertanto, grazie al lavoro di gestione e di mantenimento dei pascoli, gli allevatori contribuiscono in modo positivo a mitigare i cambiamenti climatici. 

Infine, l’agricoltura gallese utilizza solo l’1,5% delle risorse idriche di altri sistemi in tutto il mondo. I dati globali indicano fino a 15.000 litri d’acqua per produrre 1 kg di carne di manzo. In Galles se ne usano solo 220 perché circa l’80% dell’acqua è piovana. 

Leave a Reply

uno + 16 =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: [email protected]