Skip to main content

Dieci proposte per esaltare i vini dalle caratteristiche uniche e inattese

Complici gli idilliaci scenari che solitamente incorniciano le cantine e l’interesse crescente della popolazione italica nei confronti del vino, l’enoturismo è sempre più apprezzato e diffuso. Che si abbia a disposizione soltanto un weekend, o che si scelga questa particolare formula per trascorrere le proprie settimane di ferie, le mete tra cui scegliere sono tantissime e accontentano ogni tipo di esigenza. Abbiamo passato in rassegna quelle che per noi sono tra le più belle e meno conosciute, spaziando tra Italia, Europa e paesi d’oltreoceano. Il risultato è un ventaglio di destinazioni splendide, impreziosite da vini fantastici. Dolci, secchi, fermi, mossi… ce n’è per tutti i gusti. Non resta che scegliere la destinazione e fare i bagagli!

I Castelli di Jesi e il Verdicchio

Verdicchio dei Castelli di Jesi Doc Classico Superiore ‘Castelfiora’ 2020 – Tombolini
Zona: Marche;
Uvaggio: 100% Verdicchio;
Colore: Giallo paglierino con riflessi dorati;
Gradazione Alcolica: 14%;
Al naso: Biancospino, mentuccia, melone bianco;
Al palato: Fresco, sapido, lungo e strutturato;
Un piatto in abbinamento: Brodetto marchigiano;
Lo consigliamo: Per perdersi tra gli antichi borghi che dominano le colline della Vallesina.

vino

I Colli Euganei e il Moscato Giallo Fior d’Arancio

Moscato Giallo Metodo Classico ‘Dilà’ 2016 – Maeli
Zona: Veneto;
Uvaggio: 100% Moscato Giallo;
Colore: Giallo dorato;
Gradazione Alcolica: 12%;
Al naso: Magnolia, timo e crosta di pane;
Al palato: Fresco, sapido, elegantemente amaricante in chiusura e dal perlage vivace;
Un piatto in abbinamento: Baccalà Mantecato;
Lo consigliamo: Per scoprire i luoghi del Petrarca e concedersi un momento di relax alle terme.

vino

Il Molise e la Tintilia

Tintilia del Molise Dop ‘Macchiarossa’ 2015 – Claudio Cipressi
Zona: Molise;
Uvaggio: 100% Tintilia;
Colore: Rosso rubino;
Gradazione Alcolica: 14,5%;
Al naso: Ribes, datteri, violetta, noce moscata;
Al palato: Setoso e avvolgente, sostenuto da una bella freschezza;
Un piatto in abbinamento: Castrato in umido alla baraccara;
Lo consigliamo: Per i suoi paesaggi bucolici e l’atmosfera selvaggia che vi si respira.

vino

La Napa Valley e il suo vino più iconico

‘Opus One’ 2018 – Opus One Winery
Zona: California;
Uvaggio: 84% Cabernet Sauvignon, 6% Petit Verdot, 5% Merlot, 4% Cabernet Franc, 1% Malbec;
Colore: Rosso rubino;
Gradazione Alcolica: 14%;
Al naso: Ribes, mirtilli, rosa rossa, liquirizia, cacao;
Al palato: Tannini di velluto, freschezza, grande persistenza;
Un piatto in abbinamento: Brisket bbq;
Lo consigliamo: Per un’esperienza immersiva nel mondo del vino in quello che sembra quasi un “parco divertimenti”.

vino

La Central Valley e il Carmenère

Grand Selection ‘Carmenère 2019’ – Lapostolle
Zona: Cile;
Uvaggio: 91% Carmenère, 5% Cabernet Sauvignon, 4% Cabernet Franc;
Colore: Rosso rubino con riflessi violacei;
Gradazione Alcolica: 14%;
Al naso: Frutti di bosco, cannella, mentuccia selvatica;
Al palato: Strutturato e intenso, di lunga persistenza;
Un piatto in abbinamento: Parillada;
Lo consigliamo: Per i paesaggi incontaminati e vastissimi, totalmente differenti dai nostri.

vino

Marlborough e il Sauvignon Blanc

Sauvignon ‘Te Koko’ 2019 – Cloudy Bay
Zona: Nuova Zelanda;
Uvaggio: 100% Sauvignon Blanc;
Colore: Giallo paglierino con riflessi dorati;
Gradazione Alcolica: 13%;
Al naso: Frutto della passione, mela verde, cera d’api;
Al palato: Rotondo, fresco, di buona struttura;
Un piatto in abbinamento: Pork & Puha;
Lo consigliamo: Per gli incredibili contrasti tra vigne e mare.

vino

La Macedonia greca e il Retsina

Retsina “Tear of the pine” 2018 – Kechris
Zona: Grecia;
Uvaggio: 100% Assyrtiko;
Colore: Giallo paglierino intenso;
Gradazione Alcolica: 13,5%;
Al naso: Scorza di limone, note iodate, resina di pino, rosmarino;
Al palato: Un vino di grande corpo, fresco e sapido;
Un piatto in abbinamento: Polpo alla griglia;
Lo consigliamo: Per il territorio ricchissimo in termini di storia, cultura e paesaggi mozzafiato.

vino

L’Alsazia e il Gewurztraminer

Gewurztraminer Grand Cru ‘Hengst’ 2017 – Zind Humbrecht
Zona: Francia;
Uvaggio: 100% Gewurztraminer;
Colore: Giallo dorato;
Gradazione Alcolica: 12,5%;
Al naso: Pan di zenzero, pepe bianco, miele;
Al palato: Abboccato, setoso, di grande morbidezza e complessità;
Un piatto in abbinamento: Choucroute alsacienne;
Lo consigliamo: Per l’atmosfera romantica che si avverte passeggiando tra le antiche casette colorate.

La Mosella e il Riesling

Riesling Mosel Spatlese ‘Wehlener Sonnenuhr’ 2019 – J.J. Prum
Zona: Germania;
Uvaggio: 100% Riesling renano;
Colore: Giallo dorato;
Gradazione Alcolica: 8,5%;
Al naso: Mela verde, noce moscata, idrocarburi;
Al palato: Grande rotondità e freschezza con piacevoli sentori minerali;
Un piatto in abbinamento: Prosciutto al forno;
Lo consigliamo: Per la poeticità dei vigneti a strapiombo sul fiume.

La Tokaj-Hegyalja e il Tokaji Aszù

Tokaji Aszù Essencia 2008 – Royal Tokaji
Zona: Tokaj, Ungheria;
Uvaggio: Furmint, Hárslevelű, Moscato Giallo;
Colore: Giallo ambrato con riflessi aranciati;
Gradazione Alcolica: 4%;
Al naso: Scorza d’arancia caramellata, miele, albicocca, zafferano, zenzero;
Al palato: Dolcissimo, di consistenza quasi solida, ma riequilibrato da una grande acidità;
Un piatto in abbinamento: Tagliere di formaggi stagionati;
Lo consigliamo: Per l’unicità delle cantine ipogee e l’assoluta bellezza dei paesaggi. 

Leave a Reply

2 × 5 =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: [email protected]