Skip to main content

Stanchi dei soliti tramezzini o dell’insalata di riso? Ecco per voi 5 gustosissime ricette da consumare, tra un tuffo e l’altro, con amici e parenti

Pizzette, tramezzini, frutta fresca e l’immancabile insalata di riso. Questi sono solo alcuni dei piatti più iconici consumati dagli italiani sotto l’ombrellone. Un carnet di pietanze ormai entrato nell’uso comune e nelle diete dei turisti al mare. Essendo poco inclini alla monotonia culinaria, noi di So Wine So Food abbiamo pensato per voi, cinque ricette facili e veloci da condividere con amici e familiari in spiaggia.

Bulgur vegetariano

Partiamo dal bulgur, ingrediente di punta della cucina turca. Si tratta di grano duro germogliato, cotto al vapore, essiccato ed infine triturato. Di aspetto simile al cous cous, al palato ricorda fortemente l’orzo. Un ottimo connubio lo si può ottenere con le verdure di stagione: dopo averlo cotto in acqua sapida, provate a condire il bulgur con una crema fresca ai peperoni, melanzane e zucchine rosolate a cubetti in padella, qualche scaglia di Parmigiano e una manciata di origano essiccato.  Una ricetta sfiziosa, rapida, che attirerà le attenzioni di parecchi bagnanti e vicini di ombrellone!

Fregola al sapore di mare

Una preparazione tipicamente sarda ma che può essere rivisitata in base alla tipologia di pesce fresco che troviamo in pescheria (amici di Cagliari e dintorni, non offendetevi, ve ne prego).

Una manciata di mazzancolle fresche, gamberoni e qualche bel filetto di sgombro, possono essere sufficienti per creare una ricetta davvero interessante. Importanza fondamentale è da attribuire al liquido con il quale cuocere la fregola: dopo aver pulito mazzancolle e/o gamberi, utilizzate le teste per creare un brodo corposo e saporito. 

In una pentola preparate un buon sugo al pomodoro e, quasi a fine cottura, aggiungete i crostacei sgusciati e i filetti di pesce, avendo l’accortezza di salare e pepare.

Risottate la fregola con il brodo di pesce e a fine cottura aggiungere il sugo. Spento il fuoco, mantecate con abbondante olio evo (consigliamo un olio siciliano con un intenso sentore di pomodoro verde) e con la scorza grattugiata di mezzo limone. Durante il raffreddamento, la fregola assorbirà ancora più sugo; farete venire l’acquolina pure al bagnino.

Hummus e babaganoush

Freschi e semplicissimi da fare: l’hummus e il babaganoush sono due preparazioni ideali per combattere la fame e la calura sotto l’ombrellone.

Per quanto riguarda l’hummus sono necessari dei ceci lessati, un olio extravergine di altissima qualità, succo di limone, sale e la tahina, una crema di sesamo tipicamente medio-orientale, zona di provenienza delle nostre due ricette. In alternativa alla tahina possono essere utilizzati dei semi di sesamo tostati in padella.

Stesso discorso per il babaganoush, una deliziosa crema ricavata dalla polpa cotta di melanzana, succo di limone, olio extravergine e, giustappunto, tahina o semi di sesamo tostati.

Una volta ultimate le preparazioni, conservatele in frigo e gustatevele al mare, magari accompagnate dal lavash, il tipico pane armeno. Un’ottima variante può comprendere l’abbinamento dei due antipasti al croccante pane carasau.

Panino con mortadella, zucchine marinate, pomodorini semi dry, scaglie di Grana Padano 12 mesi, Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P

Qui c’è ben poco da spiegare: un panino irresistibile in cui il gusto rotondo della mortadella è ben bilanciata dal crudo di zucchine marinate e dalla dolcezza del pomodorino semi dry.

Tagliate le zucchine a fiammifero e fatele marinare in frigo per un paio d’ore con olio evo, succo di limone, timo e pepe nero. I pomodori invece andranno tagliati per il lato lungo e fatti cuocere in forno a 100 gradi per due ore.

Come dolce chiusura del piatt.. ehm, del panino, scaglie di un Grana giovane, stagionato massimo 12 mesi e qualche goccia del Tradizionale di Modena.

Per cortesia, evitate pancarrè in busta del supermercato; due belle fette di pane artigianale andranno benissimo. In alternativa, con la piadina romagnola sotto l’ombrellone, non sbagliate mai.

Frullato di pesca e albicocca con frutto della passione e basilico

Pesche e albicocche sbucciate in quantità industriale, un vasetto di yogurt bianco, un cucchiaio di zucchero, ghiaccio come se grandinasse. Frullate tutto, e aggiungere la polpa di un frutto della passione e due foglioline di basilico tagliate sottili al coltello. Semplice, no? Mi raccomando, non dimenticate la borsa termica!

Leave a Reply

diciotto − dieci =

Close Menu

So Wine So Food

I più grandi chef, le tendenze internazionali, gli eventi più trendy e le cantine migliori in territorio nazionale e internazionale.

Project by K-Lab Project

© 2015 SOWINESOFOOD
Iscrizione al registro stampa del
tribunale di Velletri (Roma) N. 15/2016 del 18/08/2016

T: 0691516050
E: info@sowinesofood.it