Chefs League, atto Finale!

Ci siamo. Ormai le chiacchiere stanno a zero. Contano solo i vostri voti. Le vostre emoticon. I vostri giudizi. Dopo quasi sei mesi di “partite” siamo giunti all’atto Finale della Chefs League. Stiamo per decretare il miglior cuoco d’Europa, secondo il pensiero del nostro Uomo delle Stelle e soprattutto le vostre valutazioni. Di fronte Alain Ducasse e Massimiliano Alajmo. Francia contro Italia, come nella finale Mondiale di Berlino del 2006.

 

Il ranking. L’idea di poter dare vita ad una competizione internazionale in cui far confrontare i migliori chefs continentali ci venne in un pomeriggio di Settembre. In fondo il calcio piace a tutti. Così come le partite ad eliminazione diretta. E cosa ci poteva essere di meglio se non mischiare enogastronomia e pallone? Nulla. E quindi eccoci qui. I nomi dei cuochi da inserire nell’urna ci vennero quasi spontanei: prendemmo quelli visitati dal nostro Uomo delle Stelle fino a quel momento e poi creammo un ranking. Ovvero una classifica di gradimento costruita in base alle barbe, cioè i voti che il nostro inviato elargisce alla fine di ogni visita ai ristoranti. Tra i criteri scelti per costruire il tabellone scegliemmo anche di evitare derby (cioè confronti tra chefs della stessa nazione) e poi partimmo lasciando a voi il divertimento. Quello di decidere la sorte di ogni cuoco. Pollice alzato o pollice verso. I canali Social come le arene dell’antica Roma.

 

Il percorso dei due finalisti. Alain Ducasse e Massimiliano Alajmo hanno percorso due strade diverse per arrivare alla finalissima della Chefs League. Il cuoco francese ha praticamente stravinto tutte le sue gare. Al primo turno (i sedicesimi di finale) ha superato la concorrenza del tedesco Wissler per poi addirittura maramaldeggiare agli ottavi contro lo scozzese Gordon Ramsay sbaragliato grazie al 90% delle preferenze dei nostri utenti. Match facile anche il successivo, quello contro Kevin Fehling superato con il 94%. Leggermente più dura, ma nemmeno tanto, la semifinale che ha visto Ducasse confrontarsi contro lo spagnolo Dacosta. 70 a 30 il risultato finale.

Discorso diverso, invece, per Massimiliano Alajmo che partito come una sorta di Cenerentola del torneo, si è dovuto guadagnare l’accesso alla finale con il sudore. Dopo un primo turno facile contro Juan Mari, il match contro il guru della cucina molecolare Bluementhal è stato molto più duro. 60 a 40 il punteggio, prima del confronto con Heinz Beck vinto per il rotto della cuffia con il 56% delle preferenze. Anche la semifinale non è stata affatto semplice: un derby tutto italiano. Nonostante la sua cucina e l’essere stato fino a 365 giorni fa il cuoco del miglior ristorante del mondo secondo il Fifty Best Restaurant, Massimo Bottura non ce l’ha fatta ad avere la meglio sul connazionale. Alajmo si è aggiudicato la finale vincendo con una percentuale pari al 56%.

 

Ora sta a voi: avete ancora qualche giorno per votare sulla nostra pagina Facebook e decidere quale sarà il cuoco che potrà alzare la prima Chefs League della storia. La Coppa dalla grande barba!

 

ChefsLeague
ChefsLeague
ChefsLeague

Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites - Bets.Zone - UK Gambling Websites Use our complete list of trusted and reputable operators to see at a glance the best casino, poker, sport and bingo bonuses available online.

Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con la nostra Cookie Policy. Consulta la Cookie Policy