Ecco i dieci paperoni dei fornelli italiani

Pambianco Strategie di Impresa  ha stilato la classifica degli chef più ricchi d’Italia: le cifre sono da capogiro

 

Nonostante Masterchef abbia già contribuito ad avvicinare tanti giovani, e non solo, al mondo della ristorazione, una rapida lettura della classifica stilata da Pambianco Strategie di Impresa sul fatturato dei più importanti ristoratori italiani potrebbe addirittura incrementare questo trend. Infatti guardando i guadagni annui dei top chef del Belpaese non si può non desiderare anche solo un quarto della loro ricchezza.

I dati pubblicati si riferiscono al 2017, anno nel quale c’è stato un complessivo incremento di ricavi rispetto al 2016. In particolare la top 10 dell’alta ristorazione gode di ottima salute ed è anche in forte crescita. I nomi dei dieci ristoratori più benestanti sono noti quasi a tutti, dal momento che buona parte di loro appaiono spesso sui giornali o in televisione.

I più ricchi del reame dei fornelli, secondo questa speciale classifica, sono Chicco e Bobo Cerea, che con il loro ristorante tristellato Da Vittorio di Brusaporto e le attività collegate hanno incassato 17,9 milioni di euro, con una crescita del 3,5% rispetto al 2016.

Al secondo posto ci sono altri due fratelli, gli Alajmo stavolta, anche loro tristellati, i quali hanno guadagnato 13,4 milioni. Ai piedi del podio un volto noto della tv: Antonino Cannavacciuolo, il quale ha fatturato poco meno di 10 milioni di euro. Il 2017 è stato un annata molto proficua per lo chef partenopeo. Infatti le sue attività che comprendono, oltre al ristorante Villa Crespi ad Orta San Giulio, alcuni bistrot e strutture di ospitalità tra Torino e Napoli, hanno avuto un incremento del 25%. Un quarto in più rispetto al 2016!

Giù dal podio c’è Cracco, la star per eccellenza, con solo, si fa per dire, 8 milioni. Anche per lui il 2017 è stato un anno fortunato, con un +11%. Il quinto è Enrico Bartolini, uomo record italiano con 5 stelle Michelin complessive divise tra  l’Enrico Bartolini al Mudec a Milano (2 stelle) ,la Trattoria Enrico Bartolini nella Tenuta la Badiola del Gruppo Terra Moretti, il Ristorante Casual di Bergamo, il Glam Enrico Bartolini a Venezia. Il pentastellato ha incassato 6,1 milioni di euro. Il numero 6 è Giancarlo Perbellini, con  5,3 milioni. Poi  troviamo il migliore chef al mondo, Massimo Bottura, che nonostante sia il n. 1 della cucina planetaria, in questa speciale classifica non riesce ad arrivare più su del settimo posto, con poco più di 5 milioni. A chiudere l’elenco dei “paperoni” dei fornelli ci sono Andrea Berton, con il suo omonimo ristorante di Milano (5,1 milioni di euro), il tristellato Niko Romito (4,6 milioni) ed Ernesto Iaccarino, con il suo Don Alfonso, due stelle Michelin a Sant’Agata sui Due Golfi, con 2,5 milioni di euro.

 

Stefano Bellachioma

 

I_paperoni
I_paperoni
I_paperoni
 

Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites - Bets.Zone - UK Gambling Websites Use our complete list of trusted and reputable operators to see at a glance the best casino, poker, sport and bingo bonuses available online.

Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con la nostra Cookie Policy. Consulta la Cookie Policy