José Avillez, l’ambasciatore della cucina portoghese che scommette sempre sulla qualità

Tecnica e disciplina, ma anche duttilità e malleabilità per aprire la mente a nuovi scenari: per lo chef c’è sempre posto per nuove idee

 

“Stay Tuned”. Chissà cosa riserva il futuro a uno chef come José Avillez: dopo due stelle Michelin e tanta voglia di sognare, lo cuoco  portoghese è paragonabile a un brainstorming di idee gastronomiche che vertono su un unico imperativo: la qualità. Con il solo obiettivo di “soddisfare le persone”, Avillez ha reso Lisbona un’irresistibile tappa gourmet da gustare; ma anche l’occhio vuole la sua parte: il suo stile si traduce in impiattamenti che azzardano con colori vivaci e consistenze diametralmente opposte.

 

 

Vincitore del Grand Prix de l'Art et de la Cuisine, chef ambasciatore della cucina portoghese e due stelle Michelin: qual è il ruolo della cucina portoghese nel panorama gastronomico?

“Per molto tempo il Portogallo è rimasto una destinazione alimentare in gran parte inesplorata. Ma alcuni anni fa, un’emergenza culturale, ha trasformato il Portogallo, gradualmente, in un posto interessante da visitare.

Gli chef portoghesi hanno modernizzato i piatti classici e questo ha reso certamente più appetibile la cucina nostrana. La gastronomia tradizionale portoghese è stata combinata con ingredienti e tecniche moderne e con uno spirito innovativo.

Lo scenario culinario sta diventando molto interessante. Il Portogallo sta diventando un riferimento. E sono entusiasta di prendere parte a questo movimento. Penso che avremo un futuro interessante”.

 

Visionario ma fortemente legato al suo paese: come si lega questo concetto ai suoi piatti?

“La mia più grande ispirazione viene dalla cucina tradizionale portoghese. Anche se tutti i miei ristoranti hanno concetti molto diversi, non si può evitare di nota una spiccata ispirazione portoghese, in misura maggiore o minore, in tutti loro. La cucina portoghese è tremendamente ricca e varia. A Belcanto, ad esempio, offriamo una cucina portoghese rivisitata con ispirazione contemporanea, ingredienti di alta qualità e accuratezza della preparazione.”

 

La sua mente imprenditoriale ha creato ristoranti per ogni tipo di tasca: quanto è importante condividere la cucina gourmet con più persone possibili?

“C'è una linea sottile tra il mio lato creativo e quello imprenditoriale. Penso in continuazione a nuovi progetti. Nuove idee generano energia e mi danno una forte volontà di andare oltre i normali limiti delle possibilità. Ho una passione per il cibo e la cucina, quindi mi piace offrire diversi stili di cottura. Non importa quale: scommetto sempre sulla qualità e il mio obiettivo è soddisfare le persone.”

 

In passato ha lavorato con Alain Ducasse e Ferran Adrià: cosa ha imparato da questi grandi nomi?

“Alla scuola di Ducasse ho imparato l'importanza di padroneggiare le tecniche di base, conoscendo i prodotti, i fornitori e cercando la perfezione.

Ferran Adrià ha avuto un ruolo fondamentale nella mia carriera e nella mia vita. E’ stato colui che mi ha aperto la mente. Mi ha insegnato a guardare oltre. Quando ho lasciato elBulli sapevo che non avrei mai guardato il cibo allo stesso modo.”

 

Cosa bolle in pentola per il futuro? Forse un altro ristorante?

“Sono un sognatore. Sto sempre pensando a nuove idee. In relazione ad altri progetti, vedremo cosa ci riserverà il futuro. Rimanete sintonizzati.”

 

Valentina Forte

 

Avillez
Avillez
Avillez
Avillez
 

Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites - Bets.Zone - UK Gambling Websites Use our complete list of trusted and reputable operators to see at a glance the best casino, poker, sport and bingo bonuses available online.

Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con la nostra Cookie Policy. Consulta la Cookie Policy