Cristiano Piccirillo e il tempio della pizza fritta

Dal 1945, l’Antica friggitoria La Masardona soddisfa i palati della gente di Napoli

 

La pizza fritta è la regina dello streetfood di Napoli e quando si parla di lei non si può che far riferimento a La Masardona, il tempio della pizza fritta. Enzo Piccirillo è oggi alla guida di questa antica friggitoria che apre i suoi battenti nel 1945. Cristiano Piccirillo, il figlio di Enzo, rappresenta la nuova generazione di una famiglia che lega il proprio nome alla tradizione partenopea della pizza fritta. La Masardona deve il suo nome alla nonna di Enzo: la signora, ogni domenica, preparava questa specialità, da vendere per strada, così da raccogliere qualche spicciolo in più per la famiglia.

Cristiano, figlio d’arte ci racconta il segreti della pizza fritta.

Come è nata la tua passione per la pizza?

“Dopo aver rivestito il ruolo di aiutante in cucina e fattorino poi, nella mia stessa pizzeria, a circa 16 anni ho iniziato a stagliare quelle che erano le pagnotte di pasta (che poi sarebbero diventate pizze) per mio padre, sentire tra le mani la morbidezza dell'impasto, vedere il sorriso delle persone che mangiavano la mia pizza, sentirmi me stesso dietro quel banco mi intrigava non poco. Il fatto che il mio lavoro fosse un qualcosa di storico che è stato tramandato da generazione in generazione (io ne rappresento la quarta) mi rendeva fiero e motivato sempre di più”.

 

Qual è la filosofia della vostra pizzeria?

“Innovare senza mai perdere di vista la vera tradizione. Mantenere un'altissima qualità ad un prezzo accessibile a tutti e far vivere un esperienza e dare emozioni ai nostri ospiti ogni volta che ci vengono a trovare”.

 

In cosa vi differenziate rispetto alle altre?

“Prepariamo per i nostri ospiti solo pizze fritte dal 1945 da prima che ci fosse la riscoperta della pizza, ancor di più di quella fritta che tutt'ora è ancora sconosciuta al di fuori dell'Italia”.

Qual è la vostra pizza più richiesta? Quale quella invece più particolare?

“La più richiesta è la "Senza Pomodoro" che al contempo è anche quella più antica ed è farcita con cicoli (pancetta di maiale cotta e pressata in aromi naturali per 24h), provola fresca affumicata, ricotta di pecora, pepe e basilico. Quella più particolare a mio avviso è la "Palumiello" così chiamata perché dedicata ad un anziano pescatore del nostro quartiere che ci fornisce il polpo fresco che ogni giorno viene cucinato, condito e riproposto con un insalata su una basi di bruschetta fritta”.

 

Cosa significa per te aver raggiunto con la vostra pizzeria molti premi importanti?

“Significa che stiamo lavorando bene, è sempre una gran soddisfazione ma al contempo una grande responsabilità. Quando si vincono premi importanti quest'ultimi non devono essere visti come traguardi ma come grandi responsabilità che devono essere confermate giorno dopo giorno, mese dopo mese, anno dopo anno”.

 

Quali sono i tuoi progetti futuri?

“Continuare a migliorare le nostre ricette storiche, continuare a selezionare sempre meglio la materia prima e lasciare un segno indelebile nel mondo pizza fritta”.

 

Martina Suez

 

 

CristianoPiccirillo
CristianoPiccirillo
CristianoPiccirillo
CristianoPiccirillo
CristianoPiccirillo
CristianoPiccirillo
CristianoPiccirillo
CristianoPiccirillo
CristianoPiccirillo

Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites - Bets.Zone - UK Gambling Websites Use our complete list of trusted and reputable operators to see at a glance the best casino, poker, sport and bingo bonuses available online.

Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con la nostra Cookie Policy. Consulta la Cookie Policy