Graziano Caccioppoli: bellezza e immaginazione affacciate sul Golfo di Sorrento

Lo chef, con i suoi piatti, porta in tavola il suo bagaglio culturale e culinario: viaggi, culture, tecniche di cottura e ricordi sono gli ingredienti della sua cucina

 

L’estro di chef Caccioppoli conferma la stella Michelin del Maxi, perla di Vico Equense del Grad Hotel Capo La Gala. Una cucina votata alla ricerca degli equilibri tra la sua città natia e il resto del mondo, incorniciata dal Mar Mediterraneo in tutto il suo romanticismo. L’atmosfera della location regala un colpo d’occhio unico, la cucina e l’immaginazione invece prendono il cliente per la gola.

Cannavacciuolo, Esposito, Cerea, sono alcuni degli chef con i quali ha lavorato imparando sempre di più: come si è evoluta la sua cucina e qual è il fil rouge della sua filosofia gastronomica?

“La mia cucina è un riportare a casa tutti i miei viaggi e tutte le culture che ho scoperto, dal Giappone al Sud America. Mi piace molto confrontarmi con diverse culture e riportarle all’interno della mia cucina usando i prodotti della mia terra: una cucina fusion non negli ingredienti ma nelle tecniche. Per esempio in Giappone hanno rispetto per l’ingrediente, lo manipolano pochissimo in tagli e temperature di cottura. Mi piace molto ricordare a tavola quello che ho vissuto all’estero: un viaggio, una cena, un ingrediente”.

Il Maxi vanta una location affascinante, ma avrebbe lo stesso target di clienti senza di essa?

“La location è parte integrante del successo. Mangiare un’aragosta in riva al mare ha un sapore e un sentire diverso. La location cammina pari passo al piatto, il successo del Maxi è dovuto anche grazie a essa; arriverebbe ugualmente, ma senza location i tempi sarebbero maggiori.”

Cucina gourmet e location: come sposare le cose in perfetto equilibrio ai fornelli?

“Sono molto influenzato dal mare, sono nato qui. Creare un piatto pensando alla location è inevitabile: riporto lo iodio, il pesce locale, ricreo un’onda, uno scoglio. Avere una location così bella mi porta inevitabilmente a creare anche solo un angolo di quello che vedo ai fornelli”.

Cucina e panorama sorrentino: se dovesse creare un piatto adatto a sposare i due concetti, quale sarebbe e cosa trasmetterebbe al commensale?

“Chiudendo gli occhi immaginerei una pasta coriacea e croccante, magari un pacchero, per far capire il lavoro di un pastaio, di un contadino che coltiva il grano sotto il sole. Aggiungo tantissimi ricci di mare, un tesoro marino in uno scrigno pungente; aglio, olio, prezzemolo a completarlo. Creerei un grandissimo sentore di terra con uno iodo fortissimo: questo è il piatto che io immagino”.

 

Valentina Forte

 

Caccioppoli
Caccioppoli
Caccioppoli
Caccioppoli
Caccioppoli
Caccioppoli
Caccioppoli
Caccioppoli
Caccioppoli
Caccioppoli
Caccioppoli

Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites - Bets.Zone - UK Gambling Websites Use our complete list of trusted and reputable operators to see at a glance the best casino, poker, sport and bingo bonuses available online.

Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con la nostra Cookie Policy. Consulta la Cookie Policy