50 Best Restaurants 2018: Massimo Bottura primo per la seconda volta

Oltre a Osteria Francescana tre gli italiani premiati. (In)segue al secondo posto El Celler de Can Roca, mentre sale il francese Mirazur. Rarissime quote rosa in corsa e il Noma, grande escluso come da previsioni

Tre continenti in tre anni. Dopo l’America e l’Australia, lo abbiamo vissuto senza fuso orario in Europa. La XVI edizione dei migliori ristoranti del mondo si è svolta in Spagna, a Bilbao, e ha inneggiato al nostro tricolore perché (anche) quest’anno l’Italia si è classificata bene, almeno in cucina.

Un commovente ricordo di Anthony Bourdain ha aperto la cerimonia, seguito dal doveroso saluto nella lingua natale di Gualtiero Marchese e di Paul Bocause, entrambi premi alla carriera rispettivamente nel 2008 e nel 2005. Come sempre una selezionatissima giuria di circa 1000 esperti ha valutato l’altissimo livello enogastronomico degli chef che sconfina ben oltre quel cinquantesimo posto e, se vogliamo, racconta pur sempre un’élite. Senza perdere l’entusiasmo di esserci stati, però, l’Italia si è confermata la migliore in cucina facendosi spazio tra ben 23 Paesi per riconquistare la vetta, sua almeno nel 2016. È stato, infatti, di nuovo Massimo Bottura a trionfare in questo 50 Best Restaurants Awards 2018 e, dopo aver chiamato a sé la moglie Lara, ha allargato le braccia alla sua squadra spendendo il suo discorso sul progetto “Four for Soul” che sta portando in giro per il mondo. L’Italia sale dal 43esimo al 36esimo grazie a Niko Romito e il suo Reale e ai fratelli Alajmo con Le Calandre di Rubano che dal 29esimo si piazzano al 23esimo; soddisfazione dolce-amara per Piazza Duomo di Enrico Crippa che, invece, perde una sola posizione, e scende al 16esimo. Fuori confine appagamento per Ana Ros che con Hisa Franko è 48esima e passa il titolo di Best Female Chef a Clare Smyth ma anche per Maemo che balza al 35esimo. Tra i premi speciali Geranium per l’ospitalità, Azurmendi per la sostenibilità, lo chef Gaston Acurio ha ricevuto il premio alla carriera, mentre Dan Barber è stato acclamato dai colleghi.

Il più grande evento culinario al mondo volge il suo sguardo al futuro, ricorda i grandi nomi che hanno fatto enogastronomia e premia l’oggi di domani, con una responsabilità maggiore rispetto a ieri. Il prossimo appuntamento nel 2019 è a San Francisco, in California: per l’Italia sarà un po’ come seguire la notte degli Oscar del cibo, in una distanza temporale di 7 ore indietro che, speriamo, ci regali qualche cognome familiare in più.

Andrea Martina Di Lena

 

worlds50best2018
worlds50best2018
worlds50best2018
worlds50best2018
worlds50best2018
worlds50best2018
worlds50best2018
worlds50best2018
worlds50best2018

Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites - Bets.Zone - UK Gambling Websites Use our complete list of trusted and reputable operators to see at a glance the best casino, poker, sport and bingo bonuses available online.

Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con la nostra Cookie Policy. Consulta la Cookie Policy