Food trend: dai novel food agli hyper local food

 

Cosa dobbiamo aspettarci a tavola nel 2018? Curiosi di sapere che sapore ha una locusta? Siete dei fan del km 0? Questo è un anno ricco di novità per voi…

Sembra lontani i tempi in cui immaginavamo un futuro gastronomico utopistico, fatto di insetti, fiori nei piatti o elisir di lunga vita, ma è anche tempo di tornare alle origini, alla semplicità: nel 2018 le distonie e le antitesi gastronomiche la fanno da padrone.

Se da una parte i super food sono entrati a far parte della nostra dietra da pochi anni, del tutto estranei alla nostra alimentazione sono i novel food: dal primo gennaio 2018 il Regolamento (UE) 2015/2283, fa sapere il Ministero della Salute, è entrato in vigore, annoverando sotto il nome di novel food tutti quei cibi che alle spalle non vantano storia di consumo degna di nota. Questi alimenti sono stati inclusi nel Novel food catalague, facilmente reperibile sul sito della commissione europea. Con questo anglicismo si intendono tutti quegli alimenti innovativi, spesso astrusi dal nostro concept ordinario di alimentazione, che entrano a far parte della nostra dieta dopo essere stati accuratamente regolamentati. Da considerarsi novel food sono anche i processi e iter di produzione in campo alimentare in grado di influire sulle proprietà nutrizionali di un cibo. L’emblema più significativo riguardo all’argomento, sono senza ombra di dubbio gli insetti: che fanno dei novel food come cibo di Paesi Terzi, ossia come alimento consumato da almeno 25 anni senza rischi per la salute dell’uomo.

Accanto a questa assoluta novità spiccano anche i super food dal sapore esotico: cibi dalle proprietà extra nutrienti e quasi miracolose, come l’okra, una pianta originaria dei paesi tropicali, ricca di vitamine e minerali, oppure il succo di acai che stimola la mente e aumenta la concentrazione o ancora la moringa, ricca di ferro e proteine e ricavata dalla polvere di un albero. La versione più apprezzata di questi cibi portentosi è quella in polvere, spesso reperibile su internet in vari formati e composizioni: mix di elisir di lunga vita da compare online.

Se siete scettici e amate gli healty food sarete contenti di sapere che la cucina del 2018 sarà votata alla prevenzione e ai functional food: meno zucchero raffinato a favore di alternative squisitamente naturali come la stevia, il sorgo o sciroppo di radici. Meno alcolici nel bicchiere inoltre, il nuovo protagonista sarà senza ombra di dubbio il the.

Ritorno alle origi invece con gli hyper local food: al nuovo Noma 2.0 di René Redzepi i menù contempleranno e rispetteranno la stagionalità dei prodotti nel pieno rispetto della natura. Un’iniziativa questa, che potrebbe fare da apripista per altre iniziative in difesa del pianeta e contro lo spreco in cucina a favore della tradizione e della semplicità.

Il 2018 sarà un anno gastronomico rivoluzionario? Lo scopriremo solo…mangiando!

 

Valentina Forte

 

Trend Food

Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites - Bets.Zone - UK Gambling Websites Use our complete list of trusted and reputable operators to see at a glance the best casino, poker, sport and bingo bonuses available online.

Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con la nostra Cookie Policy. Consulta la Cookie Policy