Ischia Safari: vincono i giovani Sparaco, Landolfi e Fois

Nonostante l’eccezionale ruolo assegnato alle tradizioni, nella kermesse enogastronomica più importante di fine estate, l’Italia del food guarda avanti: è l’innovazione ad ottenere il successo

 

La fine dell’estate porta con sé sempre un velo di malinconia. Sarà per l’aria di libertà che si respira, sarà per la voglia di stare a contatto con la natura, sarà per l’idea stessa della spensieratezza. E’ per tutti questi motivi che in una delle isole più belle d’Italia, ormai da quattro anni a questa parte, si celebra l’arrivederci alla stagione del sole, con l’Ischia Safari festival. Nino Di Costanzo e Pasquale Palamaro hanno realizzato questa kermesse con l’idea di dare il giusto tributo alla cucina italiana, fra tradizione e valorizzazione delle materie prime del territorio. L’edizione di quest’anno ha avuto luogo presso il Parco Termale Negombo di Lacco Ameno ed ha segnato il successo di tre giovani e talentuosi chef casertani. Guido Sparaco con il suo ‘Dolce Ficus’: un croccante alla mandorla su cui è posto un cremoso al fico d’India, al cui interno troviamo un fresco geleè, il tutto ricoperto da una glassa a specchio di colore arancio e zuccherini neri. Daniele Landolfi con il ‘Pan di Seta’: un pane a lievitazione naturale così chiamato perché l’impasto viene messo a lievitare coperto da canovacci in pregiata seta di San Leucio. E Luciano Fois con la ‘Parmigiana Scomposta’: un disco di crema di melanzane, con una spuma di mozzarella di bufala campana Dop, cannolo di cialda di parmigiano e riduzione di salsa di pomodoro. Allo stesso hanno partecipato oltre duecento artigiani del gusto (chef, pasticcieri, panificatori, pizzaioli) e duemila persone ad assaggiarne le creazioni, connubio di tradizione ed estro per questa edizione che afferma l’importanza del meraviglioso festival enogastronomico. I più golosi sono stati soddisfatti da ben 13 pasticceri che a bordo piscina hanno proposto alcuni dolci della tradizione provenienti da Capri, Caserta, Salerno, Frattamaggiore, dal Monte Argentario e proprio da Ischia. Non potevano mancare inoltre i pizzaioli napoletani, oggi stelle più che mai, come Gianfranco Iervolino della pizzeria ‘Morsi & Rimorsi’, Enzo Piccirillo de ‘La Masardona’ di Napoli con la sua pizza fritta, o lo storico ‘Da Michele I Condurro’, Giuseppe Pignalosa della Pizzeria ‘La Parulè’ e ancora la Pizzeria di Matteo e Ivano Veccia del ‘Ciccio di Forio’. Da contorno ai cuochi, pasticceri e pizzaioli, hanno preso spazio tra le tante curiosità dell’evento, i produttori di nicchia con le loro golose tipiche, come Barlotti con le sue mozzarelle di bufala, i formaggi di Casa Madaio, il pane di Boccia cotto in forno a legna, i prosciutti Dallavi e il Nocillo di Salvatore Avallone e di ‘E Curti. Ampia anche la dei diversi territori fra le cantine presenti in un percorso degustativo che ha spaziato dall’Alto Adige fino alla Sicilia. Insomma un evento enogastronomico che ha messo in mostra a tutto tondo il potenziale e l’eccellenza italiana, speriamo solo che non sia stata una cometa di una notte di fine estate.

Jacopo Nicoletti

 

Ischia_Safari
Ischia_Safari
Ischia_Safari
Ischia_Safari
Ischia_Safari
Ischia_Safari
Ischia_Safari
Ischia_Safari
Ischia_Safari
Ischia_Safari
 

Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites - Bets.Zone - UK Gambling Websites Use our complete list of trusted and reputable operators to see at a glance the best casino, poker, sport and bingo bonuses available online.

Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con la nostra Cookie Policy. Consulta la Cookie Policy