La guida ai Vini d’Italia 2019 del Gambero Rosso soffia le sue 32 candeline

La presentazione è avvenuta a Roma lo scorso 27 Ottobre, insigniti 447 vini con i Tre Bicchieri e 10 premi speciali. Toscana e Piemonte in pole position: rispettivamente 84 e 74 riconoscimenti

 

Questa edizione della guida ai Vini d’Italia è avvenuta in due manche e in due location diverse. In mattinata la presentazione ufficiale e la premiazione (in stile Michelin) all’Auditorium del Massimo nel quartiere Eur. Per quanto riguarda la degustazione dei vini premiati, si è svolta nella vicina Conference Center di Sheraton Rome Hotel in orario pomeridiano. La partecipazione è stata la chiave di volta dell’evento. Presenti produttori, giornalisti, addetti al settore oltreché molti invitati speciali e curiosi. Tra i tanti anche l’ambasciatore giapponese in Italia, Bruno Vespa e Renato Brunetta. Questi ultimi in qualità di produttori.

Se vogliamo parlare di numeri sono 22.100 le etichette entrate in guida in questa edizione e 2530 i produttori portavoce della produzione enologica italiana. Delle 1032 pagine della guida, la Toscana si aggiudica il maggior numero di Tre Bicchieri, ben 84 etichette premiate. Segue il Piemonte con 74, il Veneto con 41, il Friuli Venezia Giulia con 26, l’Alto Adige e la Sicilia con 25, la Lombardia con 24, la Campania con 23, le Marche con 21, l’Emilia Romagna con 14, la Sardegna con 13, l’Umbria e l’Abruzzo con 12, il Trentino con 11, il Lazio e la Liguria con 7, la Valle d’Aosta con 6, la Calabria con 5, la Basilicata con 4 ed infine il Molise con una sola premiazione.

Per quanto riguarda la sezione dedicata al Canton Ticino si aggiudicano il più alto premio la cantina Roberto e Andrea Ferrari insieme a Vinattieri Ticinesi. Cresce il numero di Tre Bicchieri Verdi (ben 102), ovvero tutti quei prodotti da aziende agricole biologiche o biodinamiche certificate.

Passiamo ai Premi Speciali: il Premio Rosso dell’Anno al Brunello di Montalcino Duelecci Ovest Ris. 2012 dell’azienda Tenuta di Sesta; il Bianco dell’Anno a Capo Martino 2016 dell’azienda Jermann. Bollicine dell’Anno al Franciacorta Nature 61 2011 di Guido Berlucchi & C. Vino Dolce dell’Anno all’azienda Vite Colte con il suo Piemonte Moscato Passito La Bella Estate 2016. Rosato dell’Anno va a Valtènesi Chiaretto Molmenti 2015 di Costaripa. Per quanto riguarda il Miglior Rapporto Qualità Prezzo, la Cantina di Caldaro si aggiudica il premio con il suo A.A. Lago di Caldaro Cl.Sup Quintessenz 2017. Francesco Cambria è invece il Viticoltore dell’Anno, azienda Cottanera. L’azienda Ferrari si aggiudica il premio Cantina dell’Anno, mentre il premio per la Cantina Emergente va all’azienda Antonella Corda. Se parliamo di Vitivinicoltura Sostenibile, parliamo del pugliese Torrevento. Per finire il Premio Progetto Solidale, dedicato a personaggi ed aziende che dimostrano una particolare sensibilità sociale, è stato assegnato a San Patrignano.

Per concludere vi possiamo dire che il rinfresco è stato promosso dal forno Pannella Roma (sponsor al fianco di Gambero Rosso). Immancabili i sapori decisi dei Pani dell’Antica Roma: Panis Nauticus e il Panis Quadratus, realizzati, ancora oggi, con l’antica ricetta del V secolo a.C.

Appuntamento alla prossima edizione e ricordate, che per orientarsi con consapevolezza nel vasto panorama vitivinicolo italiano, bisogna comprarsi la guida al modico prezzo di trenta euro.

Buona lettura.

Dan Munteanu

 

TreBicchieri
TreBicchieri
TreBicchieri
TreBicchieri
TreBicchieri
TreBicchieri
TreBicchieri
TreBicchieri
TreBicchieri
TreBicchieri
 

Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites - Bets.Zone - UK Gambling Websites Use our complete list of trusted and reputable operators to see at a glance the best casino, poker, sport and bingo bonuses available online.

Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con la nostra Cookie Policy. Consulta la Cookie Policy