Necci dal 1924: da Pasolini ai giorni nostri, un’istituzione che si conferma

Uno dei locali più amati dell’artista bolognese continua a raccogliere consensi: merito di un’innovazione che rispetta la tradizione

 

E' il 1961 e Pier Paolo Pasolini sceglie le strade di Roma, precisamente del quartiere “Pigneto” per girare il suo film “Accattone”. Da allora, le vie di questo storico angolo capitolino sono rimaste in qualche maniera legate alle opere dell’artista bolognese. In particolare il Bar Necci: cuore pulsante della pellicola pasoliniana, punto di ritrovo dei “ragazzi di vita” raccontati da Pasolini. Ma anche luogo frequentato dallo stesso regista e dal cast del film. Ora al bancone il primo a sorriderci è Massimo Innocenti, il proprietario del Necci, con l’aiuto del quale abbiamo cercato di conoscere meglio questa leggendaria istituzione di Roma.


Avete rilevato questo locale circa dieci anni fa: come vi ha accolto il quartiere?

“All’inizio è stato complicato perché le dicerie della gente, l’invidia ci hanno fatto incontrare diverse difficoltà. Ancora adesso c’è chi dice che siamo dei poco di buono. Tutto questo perché siamo una realtà esiste da dieci anni e abbiamo molti dipendenti”.

Il fatto che il Necci sia stata la “casa” di Pasolini, quanto vi ha aiutato?

“Noi siamo abitanti del Pigneto, amiamo il nostro quartiere. Con il nostro lavoro abbiamo solo aggiunto valore a questo posto e inoltre rispettiamo molto la “vecchia” frequentazione. Abbiamo sempre fatto di tutto per far sentire anche gli anziani a proprio agio. Abbiamo cercato di cambiare poco: il Necci prima era un piccolo bar dove giocare a biliardo, bere birra e prendere qualche caffè. Ora abbiamo creato un mito: promuovendone il nome, creando un merchandising parallelo, alimentando questo storytelling. La gente ha capito e ci ha ripagato”.

Vi condiziona l’estrazione popolare del Pigneto?

“Sì, all’estero con una proposta così sarei miliardario. Ma non bisognerebbe andare troppo lontano: se fossi in Prati, ad esempio, farei molti soldi di più. Ma vuoi mettere la bellezza di trovarsi qui? Di entrare nel cuore della gente?”

Siete molto concentrati sul biologico?

“L’artigianale, il naturale fa parte di quello che proponiamo, ma non è una precondizione. La carta dei vini cerca di unire cantine che lavorano naturalmente da quasi un secolo pur non vantando marchi importanti, così come aziende biologiche o cantine storiche. A noi interessa la qualità: il Necci, per storia e tradizione, ne ha da vendere”

 

Martina Suez

Necci
Necci
Necci
Necci
Necci
Necci

Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites - Bets.Zone - UK Gambling Websites Use our complete list of trusted and reputable operators to see at a glance the best casino, poker, sport and bingo bonuses available online.

Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con la nostra Cookie Policy. Consulta la Cookie Policy