Un boccale di… Toscana

Il birrificio artigianale Birra Amiata sorge sul monte da cui prende il nome. Un’azienda che per la sua produzione utilizza molti prodotti locali: uno su tutti, la castagna IGP, tipica di quelle zone

 

Nella bassa Toscana, la terra del vino, nei pressi di uno splendido paese medioevale, c’è una realtà birraria molto interessante. In una classica location da vino rosso, giocare fuori casa, per usare un termine calcistico, rende il birrificio Amiata un baluardo di questo movimento in una regione dove, inevitabilmente, la grande cultura vinicola tende ad oscurare tutto il resto. Ad Arcidosso, in provincia di Grosseto, Claudio Cerullo da dodici anni ha intrapreso questa avventura, che può essere considerata una sfida, oltre che un modo per valorizzare il territorio.

Quanto è difficile vendere birra di qualità in una terra così legata al vino?

“Molto. Infatti il nostro punto di riferimento è Roma e l’Emilia Romagna. Ma stiamo cercando di penetrare anche all’interno della nostra regione. Stiamo entrando nei menù dei locali che puntano su beverage di qualità, anche nelle birre. Tuttavia questa apertura è ancora lenta, per il fatto che c’è poca cultura su questo prodotto, anche da parte dei gestori dei locali, che spesso offrono ai clienti birre che spacciano per artigianali ma che in verità non lo sono”.

Le sue birre sono legate al territorio..

“Sì, molti dei prodotti che usiamo provengono o dalla zona del monte Amiata o dal grossetano. Una su tutti è la Bastarda Rossa, la nostra birra più famosa fatta con l’omonima castagna IGP tipica di queste zone. In generale molte delle nostre birre sono adatte ad essere abbinati a piatti locali, esaltandone i sapori. Questa territorialità ci rende diversi dalla maggior parte dei birrifici che stanno sorgendo adesso. Noi non abbiamo un nome inglese e la nostra etichetta ci identifica come territorio”.

Cosa l’ha spinto a cimentarsi in questo settore?

“Innanzitutto la passione per il prodotto, e la voglia di creare qualcosa di autentico in quest’area geografica della Toscana, bellissima ma lontana dalle grandi rotte commerciali e turistiche della regione. Infine l’acqua, l’ingrediente fondamentale di ogni birra. L’acqua del Monte Amiata è stata analizzata al laboratorio ed è stato osservato che ha le stesse caratteristiche dell’acqua di Pilsen, nota città ceca dove è nata la birra a bassa fermentazione. Perciò, se ci pensiamo, questa terra non è votata solo alla viticoltura” 

Stefano Bellachioma

 

BirraAmiata
BirraAmiata
BirraAmiata
BirraAmiata
BirraAmiata
BirraAmiata
BirraAmiata
BirraAmiata
BirraAmiata
BirraAmiata

Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites - Bets.Zone - UK Gambling Websites Use our complete list of trusted and reputable operators to see at a glance the best casino, poker, sport and bingo bonuses available online.

Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con la nostra Cookie Policy. Consulta la Cookie Policy