Alla scoperta del vino kosher di Andrea Spinola

L’azienda Marchese Luca Spinola sorge nell’area della DOCG di Gavi in Piemonte. Da due anni ha iniziato a produrre vini in linea con i dettami della tradizione ebraica

 

Il vino è la bevanda tradizionale per eccellenza. Ogni territorio ha il suo, legato indissolubilmente alla cultura delle regioni in cui viene prodotto. Ma non tutti sanno che il vino è anche strettamente legato alla cultura ebraica, poiché viene utilizzato ritualmente durante gli eventi più importanti come ad esempio lo Shabbat o la Pasqua. Tuttavia per essere bevuto in queste occasioni il vino deve essere kosher, cioè deve rispettare i precetti della Torah.

Andrea Spinola, titolare dell’azienda vinicola piemontese Marchese Luca Spinola, ha iniziato a produrre vino kosher dal 2016. Un mercato in crescita nonostante in Italia rappresenti ancora una nicchia.

 

Perchè ha iniziato a produrre vino kosher?

“Ho cominciato nel 2016. L’idea mi è stata proposta da un mio amico esportatore che lavora negli Stati Uniti. Là il business del vino kosher è molto fiorente, poiché non viene consumato solo dagli ebrei ma da tutti, così decisi di intraprendere questa strada alternativa. Il nostro vino di punta è il Gavi DOCG, fatto con il 100% di uva cortese, un vitigno autoctono, molto apprezzato anche in America. Ora che abbiamo iniziato a produrlo anche secondo la certificazione kosher si sono aperti nuovi orizzonti”.

Come si produce il vino kosher?

“Un vino per essere kosher deve essere prodotto da personale ebraico che tocca l’uva e utilizza i macchinari, il classico lavoro di manovalanza. Infatti in azienda, per il Gavi destinato alla certificazione, lavora personale inviato dal rabbinato.  Esistono diversi tipi di certificazione e, chiaramente, in base a questi una bottiglia può avere un costo minore o maggiore”.

Sta avendo successo?

“Sì, basti pensare che il secondo anno abbiamo raddoppiato le vendite. Il Gavi, normale e kosher, ha mercato soprattutto all’estero: l’ottanta percento delle bottiglie le vendiamo fuori dall’Italia. Tuttavia qualcosa si sta muovendo anche qua. La certificazione kosher in America è considerata una garanzia di qualità, per questo ha successo anche tra i consumatori non ebrei. Qua ancora è poco conosciuta ma sta piano piano prendendo piede”.

Stefano Bellachioma

 

VinoKasher
VinoKasher
VinoKasher
VinoKasher
VinoKasher
VinoKasher

Find the latest bookmaker offers available across all uk gambling sites - Bets.Zone - UK Gambling Websites Use our complete list of trusted and reputable operators to see at a glance the best casino, poker, sport and bingo bonuses available online.

Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con la nostra Cookie Policy. Consulta la Cookie Policy